Camper e Giramondo Viaggi di gruppo in camper
per 5 continenti

www.camperisti.it - info@camperisti.it

Camper e Giramondo

Metti un link a Camper e Giramondo

camper gruppo
Viaggi Estivi:
Irlanda, Norvegia Baltico

Camper e Giramondo

I nostri viaggi

Richiesta informazioni

Mappa del sito
Irlanda
Norvegia
Baltico

Viaggi e raduni conclusi

Lo staff
Contattaci
Camperisti e Viaggiatori
Diari di viaggio
La bacheca
Viaggi fai da te
Visti consolari
Sagre e fiere
Il camperista
Fotografare in viaggio
Affitto camper
Cucinare in viaggio
L'angolo dei camperisti
Link utili

Chi siamo

Metti un link a

Camper e Giramondo

 


pag. precedente >>>> pag. 14 >>>> pag. successiva

Guida del viaggiatore fotografo di www.camperisti.it

Diaframma e luminosità di un obiettivo

In breve: uno dei componenti che regola la luminosità della foto è il diaframma, che riduce il diametro utile dell'obiettivo e quindi la luce che passa.

Diaframma (luminosità) f o f/

La luminosità è la quantità di luce che l'obiettivo riesce a raccogliere ed a convogliare sul sensore. Questo influenza le immagini che si ottengono, specialmente in condizioni di scarsa luminosità. Il risultato finale comunque dipende anche dalla sensibilità del sensore e dai tempi di esposizione.

La luminosità dell'obiettivo si esprime come diaframma cioè come rapporto tra lunghezza focale F e diametro della lente d. Il nome diaframma deriva dal fatto che gli obiettivi hanno al loro interno un diaframma mobile che può diminuire il diametro del foro attraverso cui passa la luce, al fine di ottenere un obiettivo meno luminoso ma con migliore qualità e profondità di campo. Un rapporto di buona luminosità è ad esempio 1/2 , mentre 1/8 è meno luminoso. I diaframmi si esprimono sempre come una frazione con al numeratore 1 e quindi conta solo il denominatore. Si scrive quindi f/2 per dire f=1/2 o f/8 per f=1/8. Vale la pena di dire che la scala dei diaframmi non è lineare, ma è stata standardizzata nella seguente scala dove la luminosità si dimezza ad ogni valore successivo:

f/1 - f/1,4 - f/2 - f/2,8 - f/4 - f/5,6 - f/8 - f/11 - f/16 - f/22 - f/32 - f/45 - f/64

Ogni valore si ottiene moltiplicando per radice di 2 il valore precedente, in quanto il rapporto f/ è calcolato su lunghezze, mentre la quantità di luce dipende dalla superficie del foro. Comunque passando da un valore al successivo la quantità di luce si dimezza e si dice che si è chiuso di uno stop. Viceversa passando al precdente si è aperto di uno stop e la luce raddoppia

Fig. 14.1 - Il diaframma sono delle lamelle, poste in un punto opportuno tra le lenti, che mantengono un foro quasi circolare di diametro variabile. Nelle 4 foto da chiuso (f/16) ad aperto (f/3,5)

Il diaframma normalmente viene manovrato dall'automatismo di esposizione della fotocamera, e solo impostando un'esposizione manuale è possibile modificarlo. Si veda esposizione per maggiori dettagli.

Oltre alla quantità di luce che giunge al sensore il diaframma ha anche effetti sulla profondità di campo e sulla diffrazione. Per la profondità di campo vedi la pagina sulla Messa a fuoco. La diffrazione invece dipende dalla forma del diaframma e si evidenzia in una distorsione dei pixel che aumenta per diaframmi molto stretti. Un altro effetto della diffrazione sono le punte che appaiono intorno a luci puntiformi, con un effetto stella che deriva dagli angoli del contorno del diaframma.

Negli obiettivi viene indicato il valore di f/ quando il diaframma è aperto al massimo ovvero se se si tratta di uno zoom il valore nelle due posizioni estreme di focale. Infatti la luminosità dipende dallo zoom, perchè per focali corte (grandangolo) la luminosità è massima, mentre diminuisce per focali lunghe (teleobiettivo).

Ad esempio sullo zoom della Nikon P520 è indicata la focale da 4,3 a 180 mm. ed il diaframma da f/3 a f/5,9. Significa che con il diaframma aperto al massimo se si usa il grandangolo F=4,3 mm la luminosità è f/3, mentre se si usa il teleobiettivo la luminosità massima scende a f/5,9.

Per la regolazione dei parametri che influenzano la luminosità del risultato finale si veda Esposizione.

pag. precedente >>>> pag. 14 >>>> pag. successiva

Fotografare in viaggio: indice delle pagine

  1. Fotografare in viaggio
  2. Tipi di apparecchi fotografici
  3. Panorami
  4. Teleobiettivo
  5. Macrofotografia
  6. Programmi di scatto
  7. Visore e mirino
  8. Scarsa luce
  9. Filmati
  10. Sensore
  11. Lunghezza focale e zoom
  12. Stabilizzatore di immagine
  13. Caratteristiche ottiche di un obiettivo
  14. Diaframma e luminosità
  15. Otturatore e tempi di posa
  16. Messa a fuoco, profondità di campo
  17. Esposizione
    Prossimamente
  18. Altre caratteristiche hardware
  19. Altre caratteristiche software
  20. Il ritocco fotografico
  21. Visualizzazione e stampa
  22. Fotografia subacquea
  23. Fotografia astronomica
  24. Acquisto di una fotocamera
  25. La mia prima fotocamera: la Kodak Retina del 1935

Camper e Giramondo Home Page: www.camperisti.it

In questo sito trovi
tra l'altro:
- I viaggi di Camper
e Giramondo

- Sigle nazionali
e internazionali
- Calendario
internazionale

- Codice fiscale
e omocodici

- Guida del viaggiatore
- Guida del camperista
- Bacheca (annunci)
- Sagre e fiere
- Diari di viaggio