Camper e Giramondo Viaggi di gruppo in camper
per 5 continenti

www.camperisti.it - info@camperisti.it

Camper e Giramondo

Metti un link a Camper e Giramondo

camper gruppo
Grandi viaggi aereo + camper:
Australia, USA west Namibia

Camper e Giramondo

I nostri viaggi

Richiesta informazioni

Mappa del sito
Australia
USA west
Marocco
Marocco Sud
Andalusia
Grecia
Sicilia

Viaggi e raduni conclusi

Lo staff
Contattaci
Camperisti e Viaggiatori
Diari di viaggio
La bacheca
Viaggi fai da te
Visti consolari
Sagre e fiere
Il camperista
Fotografare in viaggio
Affitto camper
Cucinare in viaggio
L'angolo dei camperisti
Link utili

Chi siamo

Metti un link a

Camper e Giramondo

 


< < < Pagina 3 > > >

Guida del viaggiatore fotografo di www.camperisti.it

Panorami

In breve: il grandangolo non sempre è sufficiente a riprendere ampi panorami. La ripresa panoramica di alcune fotocamere oppure l'unione di più foto risolve il problema

Una delle cose in viaggio che crea dei problemi di ripresa sono gli ampi panorami. Bisogna tenere presente che l'effetto che fa un panorama quando lo si ha davanti non si può riprodurre in una foto, a meno che non pensiate di stamparla su almeno 3 pareti della vostra camera. Comunque, come vedremo tra poco, con la fotografia digitale la ripresa di panorami si può fare agevolmente.

Ormai quasi tutte le fotocamere hanno delle funzioni che aiutano nella ripresa di un panorama. Nella mia posso utilizzare il panorama semplificato o il panorama assistito. Il panorama semplificato elabora automaticamente i dati che vengono dal sensore immagini, basta scattare e ruotare da sinistra verso destra di 180°: la fotocamera rielabora i dati e li memorizza direttamente una singola immagine panoramica. E' possibile anche fare una rotazione di 360°, ruotare in direzione opposta oppure ruotare in verticle. Il movimento che si compie deve essere regolare ed il più possibile rettilineo, altrimenti viene dato un messaggio di errore oppure il panorama viene registrato parzialmente.

Figura 3.1

Un panorama di 180° nel parco degli archi in Utah, scattato muovendo lungo l'orizzonte la fotocamera.

Il panorama assistito invece permette di vedere in trasparenza nel mirino una porzione della precedente foto, che quindi si cerca di far coincidere quando si scatta la foto successiva. Infatti l'altro metodo per le riprese panoramiche è scattare singole foto in direzioni diverse in modo da sovrapporre una parte comune tra una foto e la successiva. Ci si piazza ben saldi e si gira il busto mantenendo sempre la fotocamera puntata orizzontalmente e scattando foto ogni volta che nel mirino si vedono circa due terzi di nuova immagine ed un terzo della precedente. In una fase successiva, al computer, le foto possono essere ricollegate per ottenere una sola larga immagine che comprende tutto il panorama.

Figura 3.2

Il panorama dal ponte sul fiume Olifant, nel parco Kruger in Sudafrica. Queste sono le quattro foto scattate coprendo 180 gradi (dalla strada alla strada sul lato opposto)

Figura 3.3

e questo è il panorama ottenuto congiugendo le quattro foto sopra. Si noti il parapetto che si interrompe a causa della giunzione (oggetti troppo vicini non corrispondono)

La tecnica di ricongiungere singole foto contigue si può anche usare per ottenere panorami a 360 gradi oppure panorami in verticale (ad esempio per una facciata di una chiesa troppo vicina) oppure a mosaico (ad esempio 3 scatti in larghezza e due scatti in altezza, per includere un canyon in basso e le nuvole nel cielo).

Figura 3.4

La facciata di questa chiesa di Lima, in Perù, non entra nel campo del grandangolo, la piazza davanti è troppo piccola. Scatto queste due foto una verso l'ingresso e l'altra verso l'alto.

Figura 3.5

e questo è il panorama ottenuto congiugendo in verticale le due foto sopra

Con la mia Nikon P520 veniva fornito un CD dove era incluso il software PanoramaMaker per la ricomposizione dei panorami. Tra l'altro la ricomposizione di foto può essere utilizzata per ottenere foto ad altissima definizione. La P520 fa foto a 19 mega pixel, ma se sto usando il grandangolo su un soggetto statico posso invece di fare una foto sola usare lo zoom e fare 9 foto sulla stessa zona sovrapposte al 50%, ottenendo poi dopo la giunzione una sola immagine di circa 4x19 = 76 mega pixel.

Un ultimo metodo per memorizzare un panorama è fare un filmato che con lentezza percorre tutta la visuale.

Per approfondire: - Lunghezza focale e zoom - Teleobiettivo - Caratteristiche di un obiettivo

< < < Pagina 3 > > >

Fotografare in viaggio: indice delle pagine

  1. Fotografare in viaggio
  2. Tipi di apparecchi fotografici
  3. Panorami
  4. Teleobiettivo
  5. Macrofotografia
  6. Programmi di scatto
  7. Visore e mirino
  8. Scarsa luce
  9. Filmati
  10. Sensore
  11. Caratteristiche ottiche di un obiettivo
  12. Lunghezza focale e zoom
  13. Stabilizzatore di immagine
  14. Diaframma e luminosità
  15. Otturatore e tempi di posa
  16. Messa a fuoco, profondità di campo
  17. Esposizione
  18. Formato, visualizzazione e stampa di immagini
  19. Altre caratteristiche delle fotocamere
  20. Il ritocco fotografico
  21. Un salto nel passato: la Kodak Retina del 1935

Camper e Giramondo Home Page: www.camperisti.it

In questo sito trovi
tra l'altro:
- I viaggi di Camper
e Giramondo

- Sigle nazionali
e internazionali
- Calendario
internazionale

- Codice fiscale
e omocodici

- Guida del viaggiatore
- Guida del camperista
- Bacheca (annunci)
- Sagre e fiere
- Diari di viaggio