Camper e Giramondo Viaggi di gruppo in camper
per 5 continenti

www.camperisti.it - info@camperisti.it

Camper e Giramondo

camper gruppo
Viaggi Estivi:
Irlanda, Norvegia Baltico
Home
I nostri viaggi
Informazioni
Chi siamo
Viaggiatori

Manutenzione cassetta WC Thetford C200 C/CS

Una delle parti che richiedono manutenzione periodica nel camper è la cassetta del WC chimico. In questo caso stiamo parlando di una delle cassette più diffuse sul mercato, la Thetford C200 (vedi fig.1)

I consigli del costruttore parlano di manutenzione annuale o anche dopo un mese di uso più intenso. Nel mio caso l’ho trascurata e dopo 5 anni dall’acquisto del camper ho incominciato ad avere regolari perdite durante il trasposto verso lo svuotamento. Il problema è in genere il formarsi di incrostazioni all’interno della cassetta e soprattutto sulle guarnizioni che ne garantiscono la tenuta.

Tali incrostazioni non solo rendono inefficienti le guarnizioni, ma favoriscono l’accumulo di cattivo odore perché il calcare a differenza della plastica è estremamente poroso.

Comunque in questa pagina vi descrivo le operazioni fatte per la revisione della cassetta, che nel mio caso non aveva guarnizioni rovinate e quindi non ha avuto necessità di pezzi di ricambio.

Ripulire la cassetta

- sciacquare ripetutamente finchè l'acqua non esce limpida.

- mettere circa due litri di aceto all'interno, chiudere ed agitare con forza in tutte le posizioni ogni 10-15 minuti. Dopo 1-2 ore svuotare e risciacquare finchè non escono tutti i frammenti di calcare. Sconsiglio l'uso di prodotti specifici anticalcare, che potrebbero essere aggressivi sulle guarnizioni.

- smontare tutti i pezzi (vedi sotto)

- asciugare bene al sole

- a secco scuotere con forza, battere con il pugno da fuori, raschiare l'interno con un raschietto di plastica (senza rigare, non occorre togliere tutto il calcare), con uno stuzzicadenti togliere dove possibile il calcare dal meccanismo della botola quindi svuotare i frammenti di calcare sempre a secco.

- riempire con acqua, risciacquare e svuotare finchè smettono di uscire i frammenti

- ripulire anche i pezzi smontati dopo: piattello, guarnizione, tappo, tubo, sfiato gas, rotaie saracinesca esterna, in particolare togliere residui di calcare dalla guarnizione e dagli o-ring in gomma.

C200 cassetta WC FIG.1

Funzionamento della cassetta

Vi sono diversi meccanismi all’interno del contenitore monolitico in plastica.

- una botola rotonda, la sua guarnizione di tenuta, coperta da una saracinesca esterna (fig.1 n. 2)

- il meccanismo della botola, composto da una manopola (fig. 1 n. 3) ed un meccanismo rotante che in chiusura sposta lateralmente la botola con un movimento finale verso l’alto che la fa aderire alla guarnizione (non visibile, è dentro la cassetta sotto la saracinesca)

- un pulsante valvola per l’ingresso dell’aria durante lo svuotamento (regolarizza il flusso diminuendo gli schizzi) (fig.1 n. 1)

- una valvola per l’uscita dei gas (fig. 1 n. 4)

- un galleggiante con magnete che segnala la sua posizione ad un sensore esterno per l’accensione della spia di pieno all’interno del bagno. Il galleggiante è interno non ha collegamenti. (non visibile dall’esterno)

- il tubo orientabile con il tappo per lo svuotamento (fig. 1 n. 5)

Le guarnizioni di tenuta sono o-ring, oppure valvole che aumentano la pressione contro la guarnizione quando il liquido interno tenta di uscire.

Parti cassetta WC FIG.2

Smontare la cassetta

- sfilare la saracinesca esterna (non ha fermi anche se a volte fa un poco di resistenza) (fig. 2 n. 1)

- con un cacciavite sottile staccare i due coperchi copriviti posti sui binari della saracinesca esterna superiore (fig. 3 n. 1)

- togliere le 8 viti in acciaio inox

- togliere la ghiera (fig. 3 n. 2) che blocca la guarnizione della botola (fig. 3 n. 4)

- togliere la guarnizione

- posizionare il disco che chiude la botola in posizione chiuso, quindi rovesciare completamente la cassetta e scuoterla fino a che il disco si sfila dalla sua sede ed in mancanza della guarnizione esce attraverso il foro della botola. In fig. 4 si vede il braccio rotante con il foro dove era il piattello.

- ruotare il tubo di scarico di circa 180°+45° (quasi al massimo all'indietro) quindi estrarlo dall'innesto a baionetta (la posizione per estrarlo è quella nella figura 2 n. 2)

- ruotare lo sfiato gas di circa 45° e quindi estrarlo dall'innesto a baionetta (la posizione è quella nella figura 2 n. 2)

Pezzi cassetta WC FIG.3

- attraverso il foro dello sfiato e quello della botola (fig. 4 n. 1) sganciare le due linguette che reggono il fermo bianco sotto la manopola della botola (all’interno della cassetta). Una volta sfilato il fermo è possibile stringere le due linguette gialle ed estrarre la manopola della botola verso l’alto, mentre sotto si stacca la piastra del meccanismo. Vedere qui sotto le spiegazioni per il montaggio e le figure 5, 6 e 7. Rimane il braccio ruotante che regge la botola e la rotaia della piastra (attaccata con tre viti dall’interno)

Non sono riuscito o non ho voluto smontare:

- tappo ingresso aria
- galleggiante misura livello (influenza un sensore magnetico nel vano cassetta per accendere la luce di cassetta piena, non ha collegamenti con l’esterno)
- parte del meccanismo della botola (rotaia e braccio)

Smontaggio cassetta WC FIG.4

Lubrificare

Quindi lubrificare con grasso ai siliconi:

- l'o-ring del tappo (aiutarsi con un cacciavite, oppure mettere il grasso sul bordo del tubo di scarico e poi avvitare il tappo)

- l'o-ring della valvola sfiato gas e la guarnizione sotto

- la guarnizione ad anello della botola

- la rotaia del meccanismo della botola

- la scanalatura sulla piastra del meccanismo botola ed il punto dove la botola si solleva

- la guarnizione della manopola della botola

- provare anche a mettere del grasso sulla guarnizione del tappo presa aria (dall'interno)

Per la scelta del lubrificante in rete si trovano diverse teorie (silicone contro vasellina). Per la mia esperienza il silicone è quasi completamente neutro, mentre i prodotti petroliferi come la vasellina o il grasso minerale hanno più probabilità di interagire con la gomma delle guarnizioni. In alcuni casi possono causare deformazioni e soprattutto allungamenti che per gli o-ring potrebbero renderli inutilizzabili.

Rimontare

Rimontare tutto, lubrificare le teste delle viti con grasso ai siliconi. Nel rimontare la piastra di comando della botola accertarsi che la manopola sia ben incastrata nella piastra, altrimenti il blocco bianco non riesce ad inserirsi tra le due linguette gialle. Accertarsi quindi che le linguette bianche di aggancio siano ben agganciate.

Meccanismo botola cassetta WC FIG.5

Nella figura 5 si vedono i tre pezzi separati: manopola (gialla), piastra di comando botola (nera), fermo (bianco). Nella figura 6 e 7 si vedono invece come i tre pezzi vanno assemblati, naturalmente nelle foto manca la cassetta, nel cui foro va infilata la manopola gialla con gli altri pezzi incastrati.

Botola cassetta WC FIG.6

Botola cassetta WC FIG.7

Nel mio caso è rimasto un gioco verticale della manopola della botola che vanificava la tenuta. Ho aggiunto un o-ring adeguato (diametro dichiarato 19.1mm interno, 23.8mm esterno) ed ho risolto. Nelle foto si vede solo la guarnizione originale e l'anello bianco premi-guarnizione senza l'o-ring aggiunto

Le due piastre copriviti, sopra la rotaia della saracinesca esterna, sono diverse solo per il disegno di un triangolo che corrisponde ad un triangolo uguale sulla saracinesca.

Unico problema riscontrato alla fine è una maggiore facilità nello scorrimento della saracinesca esterna, che ora può anche sfilarsi e cadere. Forse la ghiera che sembra simmetrica non lo è; devo controllare.

(G.B.)


Camper e Giramondo Home Page