Camper e Giramondo Viaggi di gruppo in camper
per 5 continenti

www.camperisti.it - info@camperisti.it

Camper e Giramondo

camper gruppo
Viaggi Estivi:
Irlanda, Norvegia Baltico
Home
I nostri viaggi
Informazioni
Chi siamo
Viaggiatori

Pasqua 2007 in Libia

6 - 23 aprile 2007

Foto e testo: Sara Grispo

Vedi anche foto e diario di viaggio di Lia Righi

Il gruppo è piccolo, in tutto 7 camper in partenza da Civitavecchia, inoltre l'accompagnatore previsto ha avuto dei problemi di salute che gli hanno impedito di partire, così prendo il mio camper per sostituirlo rinunciando ad andare con Giuseppe negli USA. In tutto siamo 15 persone pronte ad esplorare uno degli angoli di deserto più belli del mondo: l'Acacus.

Passiamo alcuni giorni in viaggio, attraverso la Tunisia ed il nord della Libia, non senza fermarsi a vedere interessanti città come Nalut e Ghadames. Durante l'attraversamento del deserto per 800 km troviamo tutte le pompe di carburante esaurite, per fortuna il poliziotto e la nostra guida usano tutti i loro poteri per rimediare taniche per rabboccare i nostri serbatoi. Siamo costretti alla fine a fermarci, ma durante la notte un furgone inviato dall'agenzia ci permette di riprendere il viaggio grazie a trecento litri di gasolio. Alla fine siamo al campeggio che sarà la base di partenza per nostre escursioni in fuoristrada.

Il bel campeggio sul margine delle oasi che separano il deserto di Ubari da quello di Murzuq

Si parte per il cuore del deserto del Sahara, tra le colline lavorate dal vento del Jebel Awis e le grandi rocce dell'Acacus vero e proprio

Un passaggio in fuoristrada attraverso un arco naturale

L'arco di Fozzigiaren rappresenta la meta da raggiungere per chi ha girato tutto l'Acacus.

In alcune zone le rocce sono cariche di minerali che gli danno intensi colori.

Il gruppo si rinfresca con un bagno nel lago Gabroun, dove la ricca presenza di sali minerali aumenta il galleggiamento

Una carovana attraversa le distese di roccia e sabbia: forse è lì per i turisti ma la suggestione è molta...

Poi di nuovo verso il nord e la costa, il clima ci è stato propizio perché spesso in questo periodo si alzano forti venti che portano tempeste di sabbia. Dopo la visita di Leptis Magna e della vicina e splendida Villa Silin con i suoi mosaici sul mare, raggiungiamo Tripoli. Ultimi acquisti alle botteghe della medina, visita del museo ricco di reperti di epoca romana ed irrinunciabile mangiata di pesce nel ristorante abbinato ai banchi del pesce fresco.

Non rimane che la visita di Sabrata, ed il lungo ritorno attraverso la Tunsia fino al traghetto che ci riporta in Italia.

Sara


Camper e Giramondo Home Page