Camper e Giramondo Viaggi di gruppo in camper
per 5 continenti

www.camperisti.it - info@camperisti.it

Camper e Giramondo

camper gruppo
Viaggi Estivi:
Irlanda, Norvegia Baltico
Home
I nostri viaggi
Informazioni
Chi siamo
Viaggiatori

Pasqua 2009 in Libia Acacus

10 - 27 aprile 2009

Mentre alcuni equipaggi che hanno fatto il viaggio in Tunisia aspettano nell'isola di Gerba in compagnia della guida locale Riadh, il resto del gruppo si imbarca da Civitavecchia alla volta di Tunisi. A Medenine ci si incontra per formare il gruppo completo di 11 camper e 23 persone.
ghorfas a Medenine
Ghorfas a Medenine

L'indomani si entra in Libia, dove la guida Ahmed ha già preparato la maggior parte dei documenti. Inizia così il nostro itinerario alla scoperta delle meraviglie di questo paese, si inizia dalle rovine di Sabrata per poi passare al granaio di Nalut per arrivare, nel cuore del Sahara, alla perla del deserto: Ghadames tetti città vecchia a Ghadames
I passaggi sui tetti nella città vecchia di Ghadames, una volta riservati alle donne.

dune Ghadames
In attesa del tramonto dalla cima delle dune di Ghadames, al confine tra Libia, Tunisia ed Algeria. Preferiremo pernottare qui sotto le stelle alla base delle dune e partire di buon mattino verso Sebha.

Dopo molti km giungiamo a Tekerkiba, punto di partenza per le nostre escursioni in fuoristrada nell'Acacus e nella regione dei laghi. sabbia e fuoristrada
Un passaggio in fuoristrada
Acacus: arco di telibu
L'arco di Telibu, uno dei tanti che rendono caratteristico il paesaggio dell'Acacus
Acacus: graffito rupestre di giraffe
Le pareti rocciose hanno in molti punti graffiti e pitture che testimoniano come alcune migliaia di anni fa questa zona fosse fertile e ricca di fauna
Acacus: pittura rupestre pasgtore con mandria
Un pastore con la sua mandria 6000 anni fa.

La sera si ritorna al nostro campo attrezzato, nelle comode tende fornite di bagno e doccia calda.
campo Alawy nel jebel Awiss
Si sorseggia il tè, davanti alle tende che ci ospiteranno per la notte.
campo Alawy nel jebel Awiss
Il campo al tramonto

Acacus: le dune di Wan Caza
I nostri fuoristrada mentre si avvicinano alle dune di Wan Caza, che limitano la zona dell'Acacus sul lato orientale.
bagno nel lago Gabroun
In questa stagione il bagno nel lago Gabroun è molto piacevole, e regala strane sensazioni per il forte galleggiamento, simile a quello del Mar Morto
laghi Ubari Mandara: Um El Ma
Il lago Um El Ma (la madre delle acque) sembra un improbabile fiume che scorre placido in mezzo a questo immenso mare di sabbia

Si ritorna infine verso nord, verso le sponde del Mediterraneo.
Tripoli souk dei fabbri
Il vicolo dei fabbri nella medina di Tripoli
Tripoli arco di Marco Aurelio
L'arco di Marco Aurelio ricorda il passato romano di Tripoli.
L'ultimo giorno in Libia ci rechiamo a Leptis Magna per visitare uno dei più vasti e suggestivi resti di città romana.
Leptis Magna: il foro
I volti di Medusa e di Nereide ornavano i portici del grande foro di Leptis Magna

Poi si ritorna attraverso la Tunisia fino a Tunisi, dove la nave ci attende per riprtarci in Italia, ma non senza una sosta a Palermo per godere della ottima cucina e pasticceria siciliana.
gruppo Libia Pasqua 2009
Il gruppo tra le sabbie del deserto

Un viaggio particolare...

(poesia di Gianni e Maria Pia)

Questo viaggio s'ha da fare
Per mare è giusto andare
La Tunisia attraversare
E in Libia dunque arrivare

Camperisti punto itti
Solo e sempre incolonnati
A Sabratha di lunedì
E a Nalut il martedì

Da un teatro mozzafiato
E un granaio organizzato
A Gadames siamo arrivati
In casa tipica ospitati
A mangiar couscous inginocchiati

Ma è la sera sulla duna
In attesa della luna
Che il sole è tramontato
E lo spettacolo ci ha incantato

Molti chilometri macinati
A Germa ci han portati
Qui camper abbiam lasciato
Per dormir in campo tendato

Akakus!
Archi, guglie pinnacoli incantati
Che il ghibli ha trasformati
Che l'uomo neolitico ha disegnato
E caccia e matrimoni ha raccontato

Dune alte e dorate abbiamo scavalcato
Oasi e laghi abbiamo ammirato
Esperienza più bella non c'è
Soprattutto se altri fanno il bagno con te
Le gorgoni del foro severiano
Le basiliche, il teatro e le terme di Adriano
Leptis Magna ci attira e ci ammalia
Magnifica conclusione in Tripolitania

I nuovi amici dobbiamo lasciare
Ma non certo da dimenticare
E vogliamo ricordare all'allegra compagnia
Che noi ci chiamiamo Gianni e Maria Pia

Foto da satellite:
Fezzan satellite
Un'ampia zona del Fezzan da satellite. La zona gialla di dune in alto è l'erg d'Ubari, mentre quella in basso è l'erg Murzuq. La zona scura al centro sono le montagne e la falesia che limitano a sud lo Wadi Al Ayat (la sottile striscia verde coltivata). In particolare le montagne sulla sinistra sono il Messak (l'Acacus è fuori dalla foto più a sinistra). Tra le dune dell'erg Ubari a nord e la falesia delle montagne a sud, lungo la zona fertile passa in orizzontale la strada (invisibile) che collega da est verso ovest Sebha a Al Awainat e Ghat.
Si intravedono le zone coltivate a cerchio in corrispondenza di moderni pozzi nel deserto di Murzuq. Al centro in mezzo alle dune di Ubari si intravvedono dei piccoli puntini neri che corrispondono ai laghi.


Tekerkiba satellite
Ingrandimento della precedente foto relativo alla zona di Tekerkiba (Germa). In alto le dune dell'erg d'Ubari, subito sotto la zona fertile attraversata dalla strada, al centro la diramazione verso sud della strada per Murzuq, in basso, ben visibili, le moderne coltivazioni con pozzo ed irrigazione circolare.
In alto, fuori dalla foto, vi sono i laghi

Laghi Mandara satellite
Ingrandimento delle prima foto, più a nord rispetto al precedente. E' una parte della regione dei laghi, sono ben visibili le grandi dune con il loro andamento parallelo, ben visibile anche un lago con la vegetazione vicino. Poco più a sinistra anche un lago secco ed altre piccole zone con vegetazione


Giuseppe

Camper e Giramondo Home Page