Camper e Giramondo Viaggi di gruppo in camper
per 5 continenti

www.camperisti.it - info@camperisti.it

Camper e Giramondo

camper gruppo
Viaggi Estivi:
Irlanda, Norvegia Baltico
Home
I nostri viaggi
Informazioni
Chi siamo
Viaggiatori


Raduno del 12-13 Ottobre 2002 a Sangemini


In questo weekend l'associazione Il Mappamondo C.T.A. ha organizzato un fine settimana in Umbria per rivedere i compagni di viaggio e per parlare delle prossime destinazioni con vecchi e nuovi soci. L'occasione è stata la festa del patrono di San Gemini, in concomitanza con la quale si svolgono diverse manifestazioni che culminano con il torneo cavalleresco della "Giostra dell'arme".
Ci ritroviamo il sabato in una decina di camper nel grande posteggio delle zona archeologica di Carsule.
Dopo aver fatto la conoscenza con i nuovi soci, visitiamo le vaste rovine di questa città romana sorta in bella posizione lungo la via Flaminia ed abbandonata nel medioevo in seguito ad un terremoto che distrusse la maggior parte dei suoi edifici. Pur non essendo molto conosciute queste rovine sono notevoli, specie il grande anfiteatro e l'adiacente teatro. Ma la particolarità del posto sono i verdi prati mantenuti magnificamente e pensare che non si paga biglietto di ingresso, neanche per l'annesso museo aperto da pochi mesi. Nonostante il nord Italia sia colpito da pioggia e maltempo, il sole esce spesso su Sangemini ad illuminare il bel paesaggio che ci circonda.
Nel tardo pomeriggio ci spostiamo nel parcheggio che ci hanno riservato al di fuori delle mura comunali, e facciamo una prima passeggiata per il borgo medioevale. La sera tutti a mangiare nel ristorante "La porta" che ci delizia con abbondanti piatti di ottima cucina locale.
Dopo cena ci affolliamo nella piazza per vedere lo spettacolo della "Compagnia dell'Ariete". Questo gruppo di giovani di Sangemini fanno rivivere i tempi antichi con dimostrazioni di duelli con spade, asce e mazze, menando gran fendenti e parando colpi con scudi e bastoni. Il nome deriva da una compagnia di soldati di ventura assoldati in epoca comunale per difendersi dagli attacchi del vicino comune di Cesi.
Dopo l'esibizione degli sbandieratori, assistiamo al corteo storico che contrappone i due rioni in una gara di magnifici vestiti che rappresentano tutte le categorie sociali dell'epoca. Torniamo infine, mentre risuonano ancora rulli di tamburo, ai nostri camper per la notte
La mattina ci si sveglia in una magnifica giornata di sole ed aria limpida. Dopo una passeggiata per le stradine del paese e la proiezione nel cinema cittadino di diapositive di viaggio che ci ricordano i viaggi fatti dall'associazione negli ultimi anni, torniamo ai camper per il pranzo. Nel pomeriggio ci rechiamo al campo dell'arme, dove si svolgerà il torneo. Lo spettacolo inizia ed i cavalieri dei due rioni a turno si cimentano nel difficile compito di infilzare un anello e conficcare la lancia nel bersaglio. Ma in effetti gli spettacoli che si svolgono davanti ai nostri occhi sono due: il torneo già di per se splendido, ed il tifo sugli spalti delle due fazioni rivali che, senza eccessi, si sbeffeggiano alla bella prova o all'errore di un cavaliere.
Finita la "Giostra dell'Arme" abbiamo appena il tempo di salutarci prima di riprendere le strade che ci riportano verso casa. Ci restera' il ricordo di un paese che ogni anno rievoca nello spirito della cavalleria un'epoca, quella comunale, ricca di splendore e fascino.

Camper e Giramondo Home Page