Camper e Giramondo Viaggi di gruppo in camper
per 5 continenti

www.camperisti.it - info@camperisti.it

Camper e Giramondo

camper gruppo
Viaggi Estivi:
Irlanda, Norvegia Baltico
Home
I nostri viaggi
Informazioni
Chi siamo
Viaggiatori
Grandi mangiate all'aria aperta... (foto Massimo Sanalitro)
pranzo all'aperto

Capodanno 2001 in Tunisia
Resoconto del viaggio.






Questa seconda edizione del viaggio in gruppo di camper alla scoperta del sud tunisino, ha visto impegnati 11 campers con 23 partecipanti adulti, 8 ragazzi e due simpatici cani.
Parte del gruppo ha anticipato la partenza salpando da Trapani il 25 dicembre, mentre gli altri hanno preferito la partenza del 26 dicembre da Napoli. In particolare quest'ultima traghettata ha creato qualche disagio per il mare mosso, ma appena messi i piedi a terra tutti erano di nuovo in forma.
Dopo una sosta a visitare la medina di Sousse con il suo monastero fortificato, siamo scesi, non senza una fermata al colosseo di El Djem, fino a Metameur per dormire nello splendido cortile di gorfhas. La giornata seguente ci ha visto impegnati nell'esplorazione della zona dei villaggi berberi, con le diverse soluzioni architettoniche attuate dai nomadi alcuni secoli or sono quando sono divenuti stanziali.
Dopo una giornata passata a Djerba ci siamo spostati verso il deserto: ultima tappa Matmata prima di affrontare la pista per Ksar Ghilane. Quest'anno il forte vento che ha tirato nei giorni precedenti ha accumulato grandi quantità di sabbia sulla pista, ma procedendo con cautela e con molte difficoltà giungiamo tutti infine alla splendida oasi, dove trascorriamo un memorabile capodanno cenando tutti insieme all'aperto, allietati dalla musica di alcuni tunisini che si sono uniti a noi.
La mattina visita dell'oasi, con il suo palmeto circondato da un mare di piccole dune dove spicca il forte romano. La giornata passa tra bagni nella sorgente calda e passeggiate in cammello. Il giorno dopo siamo di nuovo alle prese con la pista, divenuta ancora più sabbiosa. Riusciamo di nuovo tutti a passare i 'guadi' più difficili, ma putroppo, quando ormai il peggio è passato uno dei nostri mezzi rompe un giunto. Senza perderci d'animo riusciamo a trainare il camper fino all'asfalto in attesa dell'intervento dell'Europe Assistance: arriveremo tutti al campeggio di Douz ed il giorno dopo il guasto sarà riparato.
Passiamo una giornata in giro per le oasi che si snodano nei dintorni di Douz: a Zafrane passeggiamo tra le dune fino a raggiungere il villaggio seppellito dalla sabbia molti anni fa e che ora sta riemergendo. Facciamo sosta nel palmeto dove arriviamo mentre un gruppo di contadini che sta raccogliendo i datteri ci accoglie con gentilezza e ci fa dono dei gustosi frutti. La sera cena in un ristorantino,il servizio è un po' lento ma il cibo è buono e trascorriamo una piacevole serata. La mattina partenza di buon'ora per raggiungere Tozeur attraversando il Chott; quindi visita allo zoo con il solito show di scorpioni e vipere cornute. Bagno al belvedere e serata per i ragazzi alle 'Mille e una notte', parco di divertimenti a tema.
Il viaggio prosegue verso le oasi di montagna, splendidi palmeti incastonati tra le montagne che segnano il confine algerino. Visitiamo così Chebika con la sua sorgente tra le rocce e poi saliamo fino a Mides, villaggio ormai disabitato sull'orlo di un canyon. Qui ci organizziamo per scendere nel canyon e percorrerlo fino a valle, tornando all'oasi di Tamerza: la passeggiata è suggestiva e ci regala degli splendidi scorci sulle montagne profondamente incise e punteggiate da rare palme. Alcuni partecipanti che non avevano voluto fare l'escursione a piedi ci vengono a riprendere a valle per riportarci ai nostri mezzi.
Il giorno dopo prendiamo la strada verso nord, facendo sosta a Sbeitla, con le sue splendide rovine romane. Visita di Kairouan , una delle quattro città sante dell'islam , e poi pranzo sulla spiaggia di Hammamet dove alcuni temerari fanno un bagno fuori stagione invogliati dalla bellissima giornata. La sera sosta a Sidi Bou Said dove improvvisiamo una bella cena tutti insieme . L'ultimo giorno lo trascorriamo girando tra le viuzze di questo delizioso paesino e poi alla medina di Tunisi. Ci imbarchiamo in serata per l'Italia con un po' di dispiacere per la fine di questa bella avventura.
Un ringraziamento va al magnifico gruppo, simpatico e molto unito, che ci ha fatto trascorrrere le lunghe serate in allegria, tra spaghettate, vini a profuzione, salami, gamberoni e champagne (portato da Peppino).

Camper e Giramondo Home Page