Camper e Giramondo Viaggi di gruppo in camper
per 5 continenti

www.camperisti.it - info@camperisti.it

Camper e Giramondo

camper gruppo
Viaggi Estivi:
Irlanda, Norvegia Baltico
Home
I nostri viaggi
Informazioni
Chi siamo
Viaggiatori

Turchia classica Capodanno 2010

26 dic 2009 - 9 gennaio 2010

Vedi anche foto di Tomaso

Non siamo in pochi a credere che la Turchia anche in inverno offra emozioni al turista. In 12 camper ci imbarchiamo da Ancona per sbarcare in Grecia, ad Igoumenitsa, ed avvicinarci alla prima tappa del nostro viaggio: Istanbul. Le nuove autostrade greche ci fanno raggiungere facilmente il nostro campeggio da cui, con un bus, visiteremo le bellezze di questa città.
Primo tra tutti il TopKapi, il palazzo del sultano con il ricchissimo tesoro e gli appartamenti dell'harem finemente decorati, poi le moschee, le chiese bizantine ed anche l'impressionante cisterna sotterranea. La sera assistiamo in un antico edificio ad una danza dei dervisci, ricca di misticismo.
Un minareto della moschea blu svetta contro il cielo azzurro.

La grande cisterna bizantina si nasconde sotto il livello del suolo nel centro della città.

L'artigianato fa bella mostra nel grande bazar di Istanbul.

Ripartiamo verso Ankara dove visitiamo il museo delle civiltà anatoliche. La sera, è San Silvestro, uno spettacolare cenone ci attende nell'hotel del nostro campeggio.
Si festeggia il Capodanno con musica e ricche libagioni.

La prossima tappa è la Cappadocia, dove vulcani, erosione, popolazioni e fede si sono mescolate per creare un paesaggio unico al mondo. Ci sistemiamo nel bel campeggio da cui a piedi raggiungiamo la valle di Goreme, ricca di chiese e monasteri di epoca bizantina scavati nel tufo.
Gli affreschi sul soffitto di una chiesa del XII secolo.

I camper nel campeggio di Goreme.

Il caratteristico (ed evocativo...) paesaggio della valle dell'Amore.

La grande sala di un caravanserraglio costruito in Cappadocia per accogliere le carovane sulla via della seta.

Mentre ripartiamo dalla Cappadocia si presentano i primi problemi al camper di Guido ed al mio. In breve siamo entrambi in panne e mentre il gruppo prosegue con Sara verso Sultanhani e Konia, noi aspettiamo un carro attrezzi e cerchiamo di risolvere i guasti.
La sera il mio Ford sarà di nuovo in efficienza, mentre Guido per la pompa diesel dovrà attendere altri due giorni dato che la riparazione sarà fatta ad Ankara. Una volta risolto il guasto non potrà far altro che raggiungerci sulla via del ritorno, peccato!
Dopo la visita del mausoleo di Mevlana a Konia ed una sosta sul lago di Egirdir si giunge a Ierapolis (Pamukkale), un posto unico al mondo. Infatti in questo luogo uan sorgente termale calda, ricca di carbonato, ha creato una vastissima zona di vasche di travertino a terrazza dal colore bianchissimo. In epoca antica le proprietà curative di queste acque attiravano malati e pellegrini da mezzo mondo, e quindi oggi si ammirano i resti di uno splendido teatro, terme, basiliche e soprattutto una vasta necropoli di ricchi malati (l'acqua non sempre bastava a curare).

La montagna coperta dalle vasche naturali ed il sottostante laghetto in un suggestivo paesaggio notturno di Pamukkale.

Giungiamo infine alla costa dove non può mancare la visita alle rovine di Efeso, che ha ospitato nei secoli una delle sette meraviglie del mondo, filosofi, ma anche gli aposotoli, la Madonna, e concilii della Chiesa.
La biblioteca, l'ultima ad essere distrutta nel mondo antico, domina le rovine di Efeso.

Ultima tappa, prima di lasciare la Turchia, le rovine di Troia dove non può mancare una foto al mitico cavallo in legno ricostruito.

Un saluto caloroso a tutto il gruppo, che non ha perso occasione per organizzare momenti conviviali molto piacevoli, dimostrando che le cambuse dei loro camper non conoscevano limiti...!


(testo e foto: Giuseppe Bacci)


Camper e Giramondo Home Page