Camper e Giramondo Viaggi di gruppo in camper
per 5 continenti

www.camperisti.it - info@camperisti.it

Camper e Giramondo

camper gruppo
Viaggi Estivi:
Irlanda, Norvegia Baltico
Home
I nostri viaggi
Informazioni
Chi siamo
Viaggiatori

USA west settembre 2008

1 - 23 settembre 2008

Dopo che il gruppo di agosto è tornato in Italia con Sara, aspetto in albergo 4 giorni per l'arrivo del gruppo di settembre. Per il mangiare mi arrangio tra ristoranti e fast food, ma mi manca la cucina nel camper ed i cibi sono quasi sempre fritti e coperti di salse. Comunque resisto ed il gruppo arriva puntuale, e dopo una notte in hotel possiamo andare  a prendere possesso dei nostri camper. Siamo 10 equipaggi e con qualche cautela ci si abitua alle dimensioni dei mezzi (quasi 3 metri di larghezza e 3 metri e settanta di altezza con il condizionatore) ed al cambio automatico che alla fine sarà comunque molto apprezzato da tutti, specie agli stop in salita sulle strade di San Francisco. E' previsto lo stesso itinerario fatto dal gruppo del mese scorso, quindi dopo Los Angeles ci spostiamo a Las Vegas con i suoi scintillanti casinò, gli spettacoli ed il panorama dall'alto della torre Stratosphere.

Las VegasLa fontana musicale a Las Vegas

I giorni dopo si visita il Grand Canyon, passeggiando sul bordo di questa immensa spaccatura che mostra la storia geologica dell'altipiano.

Cervi al Grand CanyonCervi nel campeggio a Grand Canyon

Ma al momento di ripartire dal Grand Canyon,  Fabrizio si sente male, e si rende necessario portarlo all'ospedale di Flagstaff. Ci spostiamo tutti per reggiungere questa bella città dell'Arizona, ma mentre siamo impegnati nell'accettazione del malato, Matteo nel parcheggio dell'ospedale accusa forti dolori al petto. Finiranno entrambi ricoverati, uno con un'emorragia  da ulcera e l'altro con un infarto. Nel pomeriggio, mentre il resto del gruppo prosegue per raggiungere il campeggio previsto per la notte, sistemo nel migliore dei modi i due malati, e dopo essersi sottoposti entrambi ad un intervento, la notte raggiungo gli altri alla Monument Valley. Saranno seguiti dall'assicurazione, e dopo alcuni giorni di ricovero verranno trasferiti in hotel ed una volta ristabilitisi torneranno in anticipo in Italia, risultando putroppo impossibile per loro riprendere il viaggio. Siamo molto dispiaciuti per il fato avverso che ha colpito indipendemente due dei nostri compagni di viaggio, ma facciamo anche delle considerazioni su come nella sfortuna abbiano anche avuto la fortuna di trovarsi tempestivamente in un grande e ben attrezzato ospedale.

Camping Monument ValleyIl campeggio alla Monument Valley

Siamo rimasti in otto equipaggi e ci spostiamo secondo il programma dai monoliti di arenaria che rendono indimanticabile lla Monument Valley verso il parco nazionale di Mesa Verde, dagli enigmatici villaggi costruiti in grandi nicchie su su dirupi, da un popolo che ha poi abbandonato la regione circa 500 anni fa.Nei giorni seguenti apprezzeremo la bellezza e la varietà dei paesaggi di alcuni dei più bei parchi nazionali americani, dal parco degli Archi Naturali, dove sono numerosissime queste formazioni rocciose, al Dead Horse Point con forse il più bel paesaggio che si possa ammirare sul Canyon del Colorado, al Bryce canyon dove invece l'arenaria assume  colorazioni stratificate rosse, gialle, bianche e rosa che fanno risaltare il verde intenso dei pini che crescono tra i pinnacoli di roccia.

Dead Horse PointIl Dead Horse point

Il giorno successivo, che prevede una tappa di trasferimento, riusciamo invece a fare un fuori programma visitando rapidamente il parco Zion. Ci attende poi il caldo torrido della Valle della Morte con i sali ed i minerali che creano paesaggi surreali, ma il giorno seguente, dopo aver visto il lago Mono saremo di nuovo al fresco facendo il valico Tioga di 3000 metri che segna l'ingresso al parco Yosemite, con i suoi splendidi paesaggi alpini.

TrucksHarley

Immagini sulle strade degli States. un gruppo di camion ed una Harley Davidson  lungo la 66

Si ritorna sulla costa della California, con tre giorni passati a San Francisco, dove non manchiamo di passeggiare sul Golden Gate, nel quertiere cinese, nelle zone commerciali che si affacciano sulla baia come il Pier 39 dove una colonia di leoni marini ormai risiede stabilmente. Toccante e drammatica la visita all'isola di Alcatraz dove un audio in italiano fa rivivere la vita e gli eventi di questo carcere ormai chiuso. Prima di lasciare San Francisco non ci facciamo mancare un ultimo momento di shopping, con una sosta ad uno dei più grandi e convenienti complesso outlet degli Stati Uniti.

camper e sequoia
Siamo ormai sulla via del ritorno, ma è prevista ancora una giornata nel parco delle Sequoia, dove si resta affascinati nel passeggiare ai piedi di questi giganti vegetali, tra boschi e ampi paesaggi.
Getty CentreIl museo Getty

Ritornati a Los Angeles facciamo una puntata allo splendido museo Getty, che dalle colline domina la zona di Beverly Hills e Bel Air. Risulta sempre gradita la  visita agli Universal Studios, dove si ritorna ad essere bambini alle giostre, mentre il giorno seguente dopo la riconsegna dei camper abbiamo ancora il tempo per un giro in bus nel centro di Hollywood, dal Sunset Boulevard a Rodeo Drive.





In camper tra le grandi sequoia

Custer guida l'ultima caricaAntonio-Custer avvista gli indiani

Foto e testo di Giuseppe Bacci.

freccia Camper e Giramondo Home Page