Camper e Giramondo Viaggi di gruppo in camper
per 5 continenti

www.camperisti.it - info@camperisti.it

Camper e Giramondo

Metti un link a Camper e Giramondo

camper gruppo
Viaggi Estivi:
Irlanda, Norvegia Baltico

Camper e Giramondo

I nostri viaggi

Richiesta informazioni

Mappa del sito
Irlanda
Norvegia
Baltico

Viaggi e raduni conclusi

Lo staff
Contattaci
Camperisti e Viaggiatori
Diari di viaggio
La bacheca
Viaggi fai da te
Visti consolari
Sagre e fiere
Il camperista
Fotografare in viaggio
Affitto camper
Cucinare in viaggio
L'angolo dei camperisti
Link utili

Chi siamo

Metti un link a

Camper e Giramondo

 


villaggio

Mauritania, Senegal, Guinea

con il tuo camper nell'Africa tropicale

La nostra proposta:
- Viaggio in gruppo di camper, durata circa 40 giorni.

  Prossime partenze 

 
14 gennaio - 25 febbraio 
Per i prezzi richiedete l'invio immediato dell'informativa completa tramite il pulsante "Informazioni".

La destinazione:

Vogliamo presentarvi ogni aspetto di questo tour in camper inconsueto ed avventuroso che ci condurrà in Senegal, Gambia e Guinea Bissau per farvi valutare attentamente la nostra proposta di viaggio. Vi proponiamo infatti un affascinante viaggio che attraversa l'Africa Occidentale da Nord a Sud passando per il Senegal, la Gambia, raggiungendo le spiagge della Casamance e la Guinea Bissau. L'itinerario si svolge prevalentemente lungo la costa, abbinando all'utilizzo del camper emozionanti escursioni in bus, fuoristrada e piroga che permettono di scoprire le caratteristiche specifiche delle varie località attraversate e della sorridente ed ospitale popolazione, e lungo i fiumi che fornendo acqua per le colture, la navigazione e l'allevamento del bestiame, garantiscono la vita di regioni altrimenti saheliane. Il Senegal è una fusione di culture indigene e di influenze coloniali che ha reso questa terra ricca di sfumature diverse, nell'architettura, nella cucina, nella musica e nelle tradizioni. La Guinea Bissau è un Paese che, seppur di piccole dimensioni, è in grado di offrire numerose attrazioni culturali e naturalistiche. Si tratta di una ex colonia portoghese abitata da numerose etnie locali che ad oggi è ancora poco conosciuta. In Guinea Bissau possiamo ammirare l'architettura coloniale della capitale Bissau ma anche conoscere le tradizioni autoctone, legate a cerimonie animiste e alla medicina tradizionale. La natura è ancora selvaggia e incontaminata, come è ad esempio visibile durante l'escursione al bellissimo arcipelago delle Bijagos, diviso in una ottantina di isole molte delle quali disabitate. Le Bijagos sono un vero paradiso in quanto vi abitano tartarughe marine, lamantini e ippopotami di mare; inoltre le etnie che lo popolano, grazie all'isolamento dell’arcipelago, hanno mantenuto quasi intatte le proprie usanze. Da sud con il ritorno a Dakar si percorre la Transgambiana con sosta nella città di Banjul, capitale del Gambia. Il Gambia è una piccolissima repubblica, larga 50 km e lunga 350, che si sviluppa lungo il largo estuario del fiume omonimo. E' una ex colonia britannica, indipendente dal '65. Il Gambia è una delle più piccole nazioni dell'Africa occidentale, Banjul e il suo mercato frenetico costituiscono un'imperdibile realtà africana.

Programma

14 - 15 - 16 gennaio

Ventimiglia - Algeciras - Tangeri

Giornate di trasferimento autostradale o di navigazione con partenza da Genova o Livorno e arrivo a Tangeri. Pernottamenti in parcheggio in Europa e ad Asilah.

17 - 18 - 19 - 20 gennaio

Tangeri - Marrakech - Tan-Tan - Dakhla - Cap Barbass

Quattro giornate di trasferimento per attraversare il Marocco e la contesa zona del Sahara Occidentale. Durante il tragitto per raggiungere Dakhla passiamo da Casablanca, Marrakech, Agadir, Goulmine, Layounne, vediamo il paesaggio mutare molto velocemente e il traffico diminuire fino a rimanere praticamente soli. Possibilità di incontrarsi direttamente a Dakhla per effettuare il viaggio di trasferimento in modo autonomo. Pernottamenti liberi e/o in campeggio. (km 2.200)

21 gennaio

Cap Barbass - Nouadibou

Raggiungiamo il confine, presso Al Gargarat, dove effettuiamo l'ultimo rifornimento in territorio marocchino. Svolte le formalità di dogana, gendarmeria, polizia, controllo dei visti e ritiro assicurazione camper raggiungiamo Nouadhibou dove abbiamo il nostro primo contatto con realtà molto diverse da quelle conosciute in precedenza. Nel pomeriggio visita al mercato cittadino. Pernottamento in campeggio. (km 130)

22 gennaio

Nouadibou - Nouakchott

Raggiungiamo la capitale, Nouakchott. Nel tardo pomeriggio indimenticabile passeggiata fino a raggiungere il porto dei pescatori sulla spiaggia per assistere al rientro delle coloratissime piroghe. Pernottamento in parcheggio hotel. (km 550)

23 gennaio

Nouakchott

Con bus/minibus visitiamo il centro della capitale, il museo, i coloratissimi mercati e la fiera degli artigiani. Pomeriggio libero con possibilità di assistere una seconda volta al rientro dei pescatori. Pernottamento in parcheggio hotel.

24 gennaio

Nouakchott - Saint Louis

Tappa di trasferimento attraverso il Parco Nazionale di Diawling, situato nella provincia di Keur Massene, in uno scenario ricco di mangrovie e folta vegetazione che ospita numerose specie di animali. Gli uccelli approdano qui poco per volta, in seguito alla costruzione di dighe e di opere che consentono un'inondazione stagionale. Frequenti gli avvistamenti di pellicani, cicogne nere, fenicotteri e facoceri. Incontro con la guida locale parlante italiano. Svolgimento delle pratiche doganali. Pernottamento in campeggio.

25 gennaio

Saint Louis

Escursione guidata in bus e piroga al Parco Naz. della Langue de Barbarie, rifugio per tartarughe marine e numerose specie di uccelli. Pranzo facoltativo in ristorante sul fiume e nel pomeriggio visita alla riserva speciale di Guembel, dove con una piacevole passeggiata abbiamo l'occasione di avvistare diverse specie protette. Pernottamento in campeggio.

26 gennaio

Saint Louis

Escursione in bus e piroga al Parco Djoudj, annidato nel delta del fiume Senegal è la terza riserva ornitologica mondiale. Al termine sosta alla missione cattolica di Savogne dove un sacerdote italiano spiegherà l'operato della chiesa. Pranzo facoltativo presso la missione. Nel pomeriggio visita guidata della città di Saint Louis in calesse, con le sue case dipinte a calce dai molteplici colori è protetta dall'Unesco. Saint Louis è la testimonianza di un passato coloniale che galleggia ancora nell'atmosfera. Pernottamento in campeggio.

27 gennaio

Saint Louis - Thies - Bandia

Mattinata libera di relax per rilassarsi e per passeggiare sulla spiaggia dove è possibile osservare le attività dei pescatori. Nel pomeriggio superiamo Thies con le sue case coloniali e raggiungiamo la Riserva di Bandia. Pernottamento nei pressi della riserva. (km 220)

28 gennaio

Bandia - Joal-Fadiout - Ndangane

Effettuiamo, nelle prime ore del mattino, un'escursione in fuoristrada nella riserva per avvistare facoceri, scimmie verdi e rosse, coccodrilli, giraffe, impala, antilopi, gazzelle, zebre, bufali e rinoceronti. Al termine raggiungiamo Fadiout per la visita guidata all'isola delle conchiglie, uno dei villaggi più pittoreschi del paese con le capanne rotonde di paglia e i granai a miglio costruiti su palafitte. Successivamente percorriamo una breve strada sterrata per ammirare l'impressionante foresta di palme di Samba Dia e per la visita al Grande Baobab. Giunti a Ndangane ci sistemiamo in una struttura in riva al fiume. Pernottamento in parcheggio. (km 110)

29 gennaio

Ndangane - Delta del Saloum

Dedichiamo la mattinata alla scoperta del Delta del fiume Saloum classificato zona MAB (Man and Biosphere) per la sua importanza come "Polmone dell'universo". Con un escursione in piroga scopriamo le foreste di mangrovie, i banchi di ostriche, gli uccelli e le immense distese di acqua che ci fanno apprezzare la bellezza e la tranquillità di una natura ancora vergine. Pomeriggio libero per relax a bordo piscina . In serata possibilità di partecipare ad una cena tipica ospiti di una famiglia e di assistere ad uno spettacolo folkloristico nel villaggio natale del Presidente Senghor. Pernottamento in parcheggio

30 gennaio

Ndangane - Kaolak - Tambacounda

Partenza di buon mattino verso sud. Sosta per la visita dei megaliti di Koungheul, formazioni in pietra di forma circolare con funzione di tombe, testimonianza di un antico culto dedicato al Dio Sole. Arrivo a Tambacounda. Pernottamento in parcheggio hotel. (km 400)

31 gennaio

Tambacounda - Kedougou

Breve giro al mercato cittadino di Tambacounda e partenza per Kedougou. Attraversiamo il parco Nazionale del Niokolo Koba, principale parco del paese. Lungo il percorso non è raro imbattersi negli animali che lo popolano (gazzelle, bufali, scimmie). Pernottamento in parcheggio hotel sul fiume. (km 240)

1 febbraio

Kedougou - Iwol - Cascate Dindefelo - Kedougou

Escursione in 4x4 per raggiungere il villaggio Bedik di Iwol situato a 430 metri di altitudine. Qui si trova un'etnia della famiglia Tenda rifugiatasi sulle colline per sottrarsi all'islamizzazione dei Peul venuti dalla Guinea. L'isolamento in cui si sono chiusi ha permesso loro di vivere conservando intatte cultura e tradizioni della religione animista. La faticosa salita a piedi verrà ricompensata dalla visita a questa tribù dove le donne usano ancora portare una spina di porcospino infilata nel naso. Proseguimento per Dindefelo e pranzo. Nel pomeriggio ci aspetta una sorprendente scoperta: l'unica cascata del Senegal, alta 80 metri, che sgorga dal Monte Fouta Djalon. Ritorno ai camper nel tardo pomeriggio e pernottamento in parcheggio hotel sul fiume.

2 febbraio

Kedougou - Tambacounda

Ritorniamo a Tambacounda. Lungo il percorso effettuiamo una piacevole sosta per tentare l'avvistamento degli ippopotami lungo il fiume Gambia. Pernottamento in parcheggio hotel. (km 240)

3 febbraio

Tambacounda - Kolda

Trasferimento verso Kolda. Attraversando la savana possiamo osservare baobab millenari, termitai, e una incredibile varietà di coloratissimi uccelli. Pernottamento in parcheggio hotel. (km 220)

4 febbraio

Kolda - Cap Skiring

Raggiungiamo la regione di Ziguinchor più conosciuta con il nome di Bassa Casamance. Una visione di un'Africa verdeggiante in netto contrasto con la zona saheliana del paese, frutteti, palmeti, risaie, foreste, mangrovie ed immense spiagge la rendono una delle zone più visitate. Pernottamento in parcheggio hotel. (km 260)

5 - 12 febbraio

Cap Skiring

8 Giornate libere al mare da trascorrere su magnifiche spiagge . Possibilità di effettuare escursioni nel delta ricco di isole e affascinanti villaggi persi in una lussureggiante vegetazione con sosta alla scuola e alla maternità di un ospedale sull'isola di Carabane. Pernottamento in parcheggio hotel. Possibilità di effettuare un'escursione in Guinea Bissau per 5 giorni (vedi più avanti).

13 febbraio

Cap Skiring - Banjul

Trasferimento per la capitale Banjul. Nel pomeriggio visita della piccola capitale, passeggiata nelle tranquille vie della città vecchia caratterizzata da edifici in architettura coloniale. Visita dell'Albert Market, brulicante di attività e dell'area artigianale che propone magnifiche opere in legno. Pernottamento in parcheggio hotel sul mare e con piscina.(km 230)

14 febbraio

Banjul - Jufureh

Partenza da Banjul di buon mattino per il traghetto sul fiume Gambia. Nel pomeriggio visita al villaggio natale del famoso Kunta Kinte catturato in Gambia e deportato nel Nuovo Continente come schiavo. Il villaggio situato di fronte a James Island, un'isola nel fiume Gambia, fu un importante centro per la tratta degli schiavi, oggi fa parte del patrimonio mondiale dell'Unesco. Visita del museo di Jufureh. Pernottamento in area privata. (traghetto + km 45)

15 febbraioo

Jufureh - Kaolak - Lago Rosa

Superata la frontiera tra Gambia e Senegal raggiungiamo il Lago Rosa per ammirare il tramonto. Pernottamento in campeggio con piscina. (km 320)

16 febbraioo

Lago Rosa - Dakar - Lago Rosa

Escursione all'Ile de Goree con guida, pulmino e traghetto in un'atmosfera particolare, un misto di magia e tragedia. Il fascino di stretti e tranquilli vicoli, case dai colori ocra e rosso ornate da buganvillee ma, per oltre tre secoli, anche punto di partenza di milioni di esseri umani incatenati ed imbarcati di forza con destinazione il "nuovo mondo". Nel pomeriggio visita dei coloratissimi mercati ricchi di suoni e odori. Rientro nel tardo pomeriggio in campeggio con piscina.

17 febbraio

Lago Rosa

In tarda mattinata effettuiamo un escursione in camion 4x4 al Lago Rosa, 3 volte più salato dell'oceano e famoso per la sua tonalità rosa quando il sole è alto nel cielo oltre che per essere stato il traguardo del mitico rally Parigi - Dakar. Pomeriggio libero di relax per passeggiate sulle dune. Pernottamento in campeggio con piscina.

18 febbraio

Lago Rosa - Touba - Confine Mauritania

Raggiungiamo la città santa di Touba e visitiamo la Grande Moschea meta di pellegrinaggio per due milioni di persone ogni anno. Nel pomeriggio iniziamo il viaggio di rientro verso il confine con la Mauritania. Pernottamento libero in frontiera. (km 380)

19 febbraio

Confine Mauritania - Nouakchott

Tappa di trasferimento. Svolgimento delle pratiche doganali. Arrivo nel tardo pomeriggio a Nouakchott e pernottamento in luogo custodito. (km 270)

20 - 21 febbraio

Nouakchott - Dakhla

Tappe di trasferimento. 1° pernottamento a Nouadibou in luogo custodito. Svolgimento pratiche doganali. 2° pernottamento nella baia di Dakhla. (km 800)

22 - 23 - 24 - 25 febbraio

Dakhla - Tangeri

Tappe di trasferimento. Pernottamenti liberi e in campeggio. Il 25 febbraio imbarco al porto di Tangeri Med per Algeciras. Possibilità di rientrare in Italia in nave o via terra attraverso Spagna e Francia. Possibilità di proseguire liberamente con il proprio soggiorno in Marocco o di rientrare con il capogruppo(km 2.000)

Dal giorno 6 al giorno 10 febbraio possibilità di partecipare all’escursione di 5 giorni in Guinea Bissau. La decisione va comunicata al momento dell’adesione al viaggio.

6 febbraio

Cap Skirring - Ziguinchor - Bissau

Partenza in minibus per Ziguinchor, passaggio della frontiera con la Guinea Bissau, disbrigo delle formalità doganali e proseguimento fino alla capitale Bissau, adagiata sulle rive del Rio Geba. Pranzo libero. Visita della città dall'aspetto tranquillo, che ha conservato lo charme delle architetture coloniali portoghesi con i decadenti edifici dai colori pastello rosa e ocra. Cena libera in ristorante. Pernottamento all'Hotel Coimbra o similare, in camera doppia con servizi.

7 febbraio

Bissau

Giornata libera per partecipare al carnevale che esplode in mille colori: lungo il viale principale "Avenida Amilcar Cabra", le maschere provenienti da ogni regione del paese e dai "Bario" (quartieri della capitale) cominciano a sfilare. Tam-tam, maschere tradizionali, guerrieri armati di frecce e coperti da pelle di coccodrillo, maschere contemporanee in carta pesta, e ragazze vestite solo di perline. Ore di sfilata, che fanno di questo carnevale un'indimenticabile "fiesta popular" dove l'influenza portoghese si sincretizza con la gioia di vivere e la magia africana. Pranzo e cena liberi. Pernottamento all'Hotel Coimbra o similare, in camera doppia con servizi.

8 febbraio

Bissau - Bolama - Isola di Rubane (Arcipelago Bijagos)

Trasferimento al porto di Bissau e partenza per l'escursione in barca all'isola di Bolama, che fu un importante centro per il commercio dell'avorio e delle arachidi e capitale della Guinea Bissau dal 1870 al 1942, come testimoniano i suoi decadenti edifici di epoca coloniale. Pranzo libero. Proseguimento nell'Arcipelago delle Bijagos, dichiarato Patrimonio Mondiale dell'Umanità e considerato la "Polinesia dell'Atlantico". I colori dell'arcipelago sono di primitiva e selvaggia bellezza, l'unica presenza è quella degli uccelli marini. Per la mancanza di collegamenti con la terraferma, che ne hanno determinato l'isolamento, e per l'attaccamento alla propria cultura, gli abitanti delle Bijagos sono rimasti fedeli alle tradizioni ancestrali. Arrivo nel tardo pomeriggio a Rubane. Pranzo e cena liberi. Pernottamento all'Hotel Chez-Bob o similare, in camera doppia con servizi.

9 febbraio

Isola di Rubane - Isola di Suga - Isola Anguruma - Isola di Bubaque

Piacevole escursione in barca verso Suga. Qui visitiamo il villaggio dove le donne vestono ancora con il saiya, un gonnellino di fibre di paglia, e la vita dei villaggi è scandita dall'uso delle maschere e dalle cerimonie, spesso segrete, di cui sono gelosi custodi. Proseguiamo verso Anguruma, con meravigliose spiagge selvagge, dove possiamo ammirare i fenicotteri rosa. Pranzo libero o in un ristorantino all'ombra di un grande albero. Nel pomeriggio ritorno con sosta a Bubaque, l'isola più grande e il capoluogo dell'arcipelago. Visita del villaggio. Pernottamento all'Hotel Chez-Bob o similare, in camera doppia con servizi. Cena libera.

10 febbraio

Isola di Rubane - Bissau

Con due ore circa di navigazione raggiungiamo Bissau. Pranzo libero. Nel pomeriggio viaggio di ritorno verso Cap Skirring per raggiungere i nostri camper. Pernottamento in camper in parcheggio hotel. Proseguimento con il programma originale. N.B: i giorni 5, 11 e 12 febbraio saranno dedicati al riposo e alle escursioni facoltative a Cap Skirring.

N.B. Ci occuperemo noi delle pratiche per l'ottenimento dei visti e dei documenti necessari all'ingresso del veicolo nei vari paesi.




 


Camper e Giramondo Home Page: www.camperisti.it

In questo sito trovi
tra l'altro:
- I viaggi di Camper
e Giramondo

- Sigle nazionali
e internazionali
- Calendario
internazionale

- Codice fiscale
e omocodici

- Guida del viaggiatore
- Guida del camperista
- Bacheca (annunci)
- Sagre e fiere
- Diari di viaggio