Camper e Giramondo Viaggi di gruppo in camper
per 5 continenti

www.camperisti.it - info@camperisti.it

Camper e Giramondo

camper gruppo
Viaggi Estivi:
Irlanda, Norvegia Baltico
Home
I nostri viaggi
Informazioni
Chi siamo
Viaggiatori

Ringraziamo Paolo e Patrizia Perazzoli da cui riceviamo questo resoconto di viaggio in una bella regione del centro europa:

Alsazia


Viaggio effettuato dal 8 al 16 agosto 1997 da Paolo e Patrizia Perazzoli, età 39 e 31, professione sindacalista e mamma a tempo pieno.
Equipaggio: due adulti un bambino di sette anni ed una bimba di dieci mesi.
Mezzo proprio, Laika Motorpolo 5 su Ford Transit 130 gem. del 1981
Percorso: Como, Strasburgo, Ribouvillè, Rilkewhir, Kaisersberg, Colmar, Friburgo, Como
Km percorsi circa 1200
gasolio consumato circa 150 litri
spesa complessiva 900.000 lire
Inconvenienti: rottura del contachilometri e un gibollo al parafango destro per aver urtato un palo della luce in manovra.
Note: se avete un mezzo più potente del mio fate il passo e non la galleria del Gottardo, oltre allo spettacolo eviterete di raggiungere i 42 gradi nell' abitacolo che abbiamo avuto noi, sia all' andata sia al ritorno, pur con tutti i finestrini chiusi.
L' autostrada tedesca è veramente di bassa qualità.

Appunti di viaggio in Alsazia

Venerdì 8 agosto 1997;
Io, mia moglie Patrizia e i miei due bimbi, Mattia di sette anni e Alice di dieci mesi, da tempo sognavamo e programmavamo questo viaggio e finalmente era giunto il grande momento.
Verso le quattro del pomeriggio, il nostro "vecchietto", un Motorpolo Laika su Ford Transit 130, anno di nascita 1981, si mette in moto, rotta l' Alsazia.
Dopo un ora di viaggio nei pressi di Bellinzona si rompe il contachilometri, per cui ci è impossibile misurare con precisione i Km percorsi, che valuteremo a occhio usando le cartine, comunque niente può fermare la nostra "galoppata".
Il viaggio prosegue tranquillo, anche se certamente non veloce, lungo l' autostrada svizzera sino alla galleria del Gottardo, all' uscita della quale incontriamo un violento temporale che comunque non spaventa sicuramente il nostro "vecchietto", che dopo la fatica della "scalata" al Gottardo può concedersi un po' di relax nella discesa verso Lucerna.
Ore 19,30; sosta presso una bellissima area di servizio tra Lucerna e Basilea con uno splendido parco giochi dove Mattia inganna l' attesa della cena, Alice invece è un po' meno paziente e decide di farsi sentire "rivendicando" a gran voce la pappa.
Dopo cena decidiamo di sostare lì per la notte.

Sabato 9 agosto;
ore 7,30 riprendiamo il viaggio verso la meta, giungiamo a Basilea e decidiamo di proseguire verso la Germania per non lasciare l' autostrada.
Alle 9 attraversiamo il Ponte dell' Europa, che unisce Germania e Francia, splendida è la sensazione che si prova attraversando una frontiera che di fatto non esiste. Siamo a Strasburgo.
Raggiungiamo il Camping Comunale "Montagne Verte", molto bello, con acqua calda gratuita in tutti i lavandini e nelle docce, situazione che troveremo peraltro in tutti i campeggi che visiteremo, situato a cinque minuti di bicicletta, da percorrere per tre quarti in pista ciclabile, dalla Petit France.
Sistemato il "vecchietto" raggiungiamo il centro in bicicletta e dedichiamo il pomeriggio alla visita a piedi della città fermandoci a mangiare qualcosa in una tipica "brasserie" e immergendoci completamente nella magica atmosfera che la città sprigiona, i bimbi sono entusiasti e Alice dimostra la sua felicità dormendo beata nel passeggino che ci siamo portati sul portapacchi della bici.
Piccolo inconveniente, non ci ricordiamo che all' estero i negozi al sabato pomeriggio chiudono presto (alle 17), per cui restiamo senza pane, poco male si mangeranno crekers e grissini.

Domenica 10 agosto;
giornata interamente dedicata alla visita di Strasburgo. Facciamo il giro della città sui canali con i comodissimi battelli fluviali che mettono a disposizione di ogni passeggero una cuffietta attraverso la quale si può ascoltare nella lingua che si desidera, la descrizione e la storia di ciò che si sta ammirando.
Alla fine del giro, circa un' ora e mezza costo 40 FF gli adulti e gratis i bambini, sbarchiamo a pochi passi dalla Cattedrale, splendido esempio di architettura gotica, che visitiamo con tutta calma, meraviglioso l' orologio astronomico, prima di prendere il trenino elettrico che ci ripropone la visita della città ma da terra, anche qui il servizio di illustrazione attraverso le cuffiette guida e ci immergiamo di nuovo nelle bellezze di Strasburgo.
Ancora il tempo per una passeggiata e poi di nuovo tutti in bicicletta verso il campeggio per la notte.

Lunedì 11 agosto;
dopo aver piacevolmente scoperto che l' ottimo servizio del camping "Montagne Verte" ci è costato poco più di 100 FF al giorno (circa 30.000 lire), partiamo per la "route des vins".
Avendo pochi giorni a disposizione siamo costretti a selezionare le località da visitare per cui transitiamo solo per Obernai e Selestat, mentre ci fermiamo a Ribeauvillè. Sostiamo in uno splendido parcheggio nel parco pubblico, completamente ombreggiato, dove numerose persone si godono il fresco degli alberi secolari, sdraiati tranquillamente sui prati sotto gli occhi della polizia che si preoccupa solo che tutto funzioni al meglio.
Il massimo della meraviglia è stato però quando, dopo che alcuni altri camper hanno seguito il nostro esempio, si è presentato un operaio del comune che ha provveduto a mettere il rubinetto ad una manichetta d' acqua invitandoci a volerne fare uso se ne avessimo avuto necessità !!!!!
Dopo il pranzo visitiamo la città che è veramente bellissima anche se molto frequentata e ceniamo a base di foiè gras di Lisiel in un bellissimo locale allietati da musicanti di vario genere.
Torniamo al parcheggio dove nel frattempo sono giunti tantissimi camper di tutte le nazionalità e vi passiamo la notte.

Martedì 12 agosto;
dopo aver fatto acqua partiamo in direzione Saint Hippolyte e decidiamo di salire al castello di Haut-Koenigsbourg, splendidamente restaurato e la cui visita merita sicuramente la dedica di mezza giornata. Al termine della visita al castello scendiamo a valle e torniamo a Ribeauvillè. nello stesso parco-parcheggio della notte prima dove ci fermiamo a trascorrere il pomeriggio in completo relax con Mattia che si gode il bellissimo parco giochi e Alice che a "gattone" scorrazza sul prato sotto gli occhi divertiti di decine di gitanti.
Verso sera ci spostiamo, la necessità di scaricare e la voglia di una doccia "vera" ci spinge a lasciare quel bellissimo posto e ci dirigiamo verso Riquewihr dove entriamo nel Camping Intercomunale, bellissimo ed immerso nei vigneti.
Ad ora di cena due cicogne si posano sul tetto della reception a pochi metri da noi e ci osservano mentre ci godiamo il fresco della sera e la tranquillità del luogo. Scopriamo inoltre che questo campeggio offre un servizio particolare ai camper che non vogliono pernottare in campeggio, con la somma di 15FF (circa 4500 lire) si può entrare nel campeggio per due ore, svuotare i serbatoi, fare il pieno dell' acqua e, meraviglia delle meraviglie, fare la doccia tutto l' equipaggio

Mercoledì 13 agosto;
lasciato il campeggio andiamo a visitare lo splendido paese di Riquewihr, le sue antiche mura e le torri. Visitiamo qualche cantina e assaggiamo dell' ottimo Gerwiztraminier.
Nel pomeriggio, terminata la visita del paese, ci spostiamo a Hunawihr, dove vi è una meravigliosa chiesetta fortificata e il centro di ripopolamento delle cicogne, che visitiamo con grande entusiasmo per il fatto che ci è possibile ammirare centinaia di questi uccelli in piena libertà e da pochi passi.
All' interno del centro è possibile tra l' altro, visitare una grandissima vasca, ma sarebbe meglio dire un laghetto attrezzato per la visita, in cui si sta tentando di reinserire le lontre.
Una copia di questi animali vive già allo stato semiselvaggio e si sta aspettando la loro riproduzione. Nel tardo pomeriggio ci spostiamo verso Kaysersberg, attraversando estasiati decine di paesini, uno più affascinante dell' altro, immersi tra colline di vigneti, curatissimi e per ognuno dei quali varrebbe la pena di fermarsi, ma purtroppo il tempo è tiranno e quindi andiamo direttamente alla nostra meta Arrivati al campeggio comunale di Kaysersberg troviamo la stessa situazione di sempre, ottima accoglienza, eccellenti servizi, ampie piazzole, nessuno stanziale, pista ciclabile per il centro, qui il costo per il nostro equipaggio è di 90 FF al giorno.
Abbiamo il tempo per una visita superficiale della città, che nonostante la pioggia, (unica volta in tutto il viaggio), si presenta in tutto il suo fascino e bellezza.

Giovedì 14 agosto
torna il bel tempo, tutto il giorno lo passiamo a "vivere" Kaysersberg, vediamo la chiesa con facciata romanica, la casa natale e il museo dedicato al Dott. Schweitzer, il piccolo e commovente cimitero di guerra dove si trovano le tombe di alcuni soldati francesi, caduti durante la seconda guerra mondiale, di diverse religioni (mussulmani, cristiani ed ebrei), ci immergiamo nell' atmosfera dei vecchi mulini, oggi trasformati in attività commerciali e turistiche, ma rimasti intatti, perdiamo tempo tra una boulangerie ed una brasserie, chiudiamo la giornata con la festa paesana organizzata dai pompieri. Stanchi ma felici torniamo al campeggio dove il "vecchietto" sta aspettandoci per cullarci tra le sue braccia in una notte di stelle dove tutti quanti sogniamo grandi viaggi ed avventure, perchè questa sta per volgere al termine.

Venerdì 15 agosto;
partenza verso Colmar dove giungiamo, in tarda mattinata, al "Camping del Ill" sul fiume omonimo e dove troviamo numerosi francesi che vi trascorrono il ferragosto!!!!
Anche questo è un campeggio che consiglio a tutti i camperisti anche se a differenza degli altri qui l' acqua calda non c' è nei lavapiatti, in compenso il costo per il nostro equipaggio è di 70FF al giorno (circa 20.000 lire) ed è ferragosto.
Solita pedalata di dieci minuti tutta in pista ciclabile e siamo in centro Colmar, splendida città, forse la più Alsaziana fra tutte quelle che abbiamo visto, piena di vita, con spettacoli di artisti da strada in ogni angolo, splendide case a graticcio, solito trenino turistico (ma perchè da noi non ci sono ??) divertente ma soprattutto che ci da la possibilità di una visita guidata a basso costo.
Terminato il giro del trenino ripercorriamo lo stesso tragitto a piedi, soffermandoci più a lungo negli angoli e ai monumenti più belli, e così anche oggi si fa sera.

Sabato 16 agosto;
ultimo giorno di vacanza, partiamo per Friburgo, in Germania, un' ora di strada e arriviamo.
Lasciato il "vecchietto" in un parcheggio gratuito ed ombreggiato, ci immergiamo nella visita del centro storico, che tra l' altro è oggi vivacizzato da un bellissimo mercato proprio nella piazza della cattedrale. Assistiamo ad una splendido spettacolo di clown di strada e Alice scopre i pagliacci sghignazzando come una pazza, tanto che gli stessi clown vengono da lei a farla giocare.
Ci fermiamo per il pranzo da McDonald, che qui è proprio in una delle torri di ingresso della città, con grande gioia di Mattia e con 24DM ce la caviamo in breve tempo per poter ripartire alla scoperta di Friburgo.
Torniamo in piazza della cattedrale e decidiamo di salire i circa 400 gradini della guglia per arrivare nella sala del meccanismo dell' orologio e da qui con un' altra scala a chiocciola strettissima arriviamo ad un balcone panoramico da dove la vista lascia senza fiato. Sono le 4 del pomeriggio, torniamo al camper e dirigiamo prua verso casa, Basilea, Lucerna, il Gottardo, sosta ad Airolo per la cena, alle 22 siamo a casa, bravo "vecchietto" sei stato grande.


Camper e Giramondo Home Page