Camper e Giramondo Viaggi di gruppo in camper
per 5 continenti

www.camperisti.it - info@camperisti.it

Camper e Giramondo

camper gruppo
Viaggi Estivi:
Irlanda, Norvegia Baltico
Home
I nostri viaggi
Informazioni
Chi siamo
Viaggiatori

Austria

agosto 2000

 

Partecipanti:Angeloni Manuela (20 anni, tecnico di laboratorio)

Azzalini Elena (23 anni, studente)

Bertarini Alessandro (23 anni, studente)

Bruga Michele (23 anni, studente)

Diario di Bordo:

Siamo quattro amici: Michele, Elena, Alessandro (23 anni) e Manuela (20). Terminata con successo la sessione estiva degli esami universitari, decidiamo di trascorrere una vacanza diversa dalla solita settimana al mare, visitando la piccola e splendida Austria.

Dopo aver caricato il camper nella mattinata, partiamo da Sondrio il pomeriggio del 4 agosto alle ore 14.00 sotto una pioggia scrosciante, la quale purtroppo non ci abbandonerà per tutto il resto della vacanza. Dopo una sosta a Livigno (rifornimento di gasolio e scorta di cioccolato), e dopo aver faticosamente superato tre passi alpini, decidiamo in tarda serata di fermarci in località Mondsee, sulle rive dell' omonimo lago, a 15 Km di distanza da Salisburgo. Qui sostiamo in un parcheggio libero molto tranquillo e, dopo una veloce cenetta, crolliamo vinti dalla stanchezza. La mattina seguente decidiamo, nonostante la pioggia, di visitare Salisburgo. Lasciato il camper all' esterno del centro storico, raggiungiamo quest' ultimo in bicicletta e ci addentriamo nelle caratteristiche ed affollate viuzze della meravigliosa cittadina. Dopo una visita obbligata alla casa di Mozart (abbastanza deludente), saliamo verso la fortezza dalla quale si gode uno stupendo panorama. la visita agli interni del castello è molto interessante e ci impegna la restante parte della giornata. In serata facciamo ritorno a Mondsee dove ci aspetta una calda doccia ed un gustoso risottino con zafferano e funghi porcini.

La mattina del 5 agosto, dopo un' abbondante colazione, puntiamo la prua del nostro camper verso Hallein, piccolo centro a sud di Salisburgo, per visitare le famose miniere di sale. Bardati di tutto punto come dei veri minatori, scendiamo fino a 200 metri di profondità utilizzando prima un trenino su rotaie, e successivamente un ripidissimo scivolo in legno: un' esperienza davvero divertente. L' entusiasmo accumulato durante questa visita lascia però il posto allo sconforto quando nel pomeriggio, ormai in viaggio verso Vienna, ci fermiamo al campo di concentramento di Mauthausen. Complice il cielo grigio e lo scarso numero di visitatori, usciamo dal lager molto tristi, anche se ci sentiamo interiormente arricchiti dall' essere diventati dei testimoni di tante atrocità perpetrate dall' uomo verso dei suoi fratelli. In serata raggiungiamo la capitale ma abbiamo solo il tempo di trovare un campeggio (Wien West II ) e di montare la tenda dove Manuela ed Alessandro dormiranno per le prossime due notti.

La mattina seguente raggiungiamo con i mezzi pubblici, molto efficienti e puntuali, il centro della città per poi percorrere le sue vie con il naso all' insù, in modo da poter meglio apprezzare la meravigliosa miscellanea di stili architettonici che compongono il suo tessuto urbano: si va dal Neoclassico al Gotico, all' esuberante e moderno HI-TEC. Giunti al palazzo del Rathaus ci divertiamo ad assaggiare piatti tipici di tutte le cucine del mondo che troviamo in una serie di stands presenti sulla piazza antistante. Dedichiamo il resto della giornata alla visita di altri angoli caratteristici di Vienna come il belvedere fino a quando, a notte fonda, facciamo ritorno al campeggio.

La mattina del 7 agosto raggiungiamo sempre con la metropolitana, ma questa volta con le biciclette al seguito, la residenza di Schonbrunn eletta per plebiscito la parte più bella della città. Passiamo quasi tutta la giornata nell' immenso parco, visitando anche lo zoo, molto curato ed affascinante per degli eterni bambini come noi. Nel tardo pomeriggio, prima di lasciare definitivamente Vienna, decidiamo di visitare la famosa Hunder Vasser Haus, un edificio tipologicamente indefinibile che presenta l' interessante accostamento di una architettura "da fumetto" allo stile più rigoroso dell' intera capitale: da vedere. Inizia a piovere … dopo una squisita fetta di crostata alle prugne partiamo di corsa con le biciclette in direzione del campeggio per poi ripartire immediatamente, destinazione Mondsee, dove arriviamo nella notte. Il giorno seguente decidiamo di approfittare del clima favorevole e della efficiente rete di piste ciclabili, per fare un rilassante giro del lago in bicicletta (25 Km), immersi in un ambiente veramente incontaminato. Finalmente una giornata di riposo dopo le tante fatiche dei giorni scorsi. Siamo ormai sulla via del ritorno ed allora il pomeriggio del 9 agosto, dopo aver visitato le cascate di St. Johan (un percorso mozzafiato che si arrampica lungo la gola di un fiume) e la fortezza di Werfen (con all' interno numerosi esemplari vivi di grossi rapaci), facciamo tappa a Zell am See, nella valle del Tirolo.

L' ultimo giorno di vacanza ci godiamo il sospirato sole sulle rive del lago dove riusciamo anche a fare il bagno, per la gioia di Alessandro. In serata sostiamo ad Innsbruck per una fugace visita al piccolo ma caratteristico centro storico.

Prendiamo quindi la strada di casa molto stanchi ma felici dei giorni passati assieme, con la speranza di avere ancora nel futuro delle simili occasioni.


Camper e Giramondo Home Page