Camper e Giramondo Viaggi di gruppo in camper
per 5 continenti

www.camperisti.it - info@camperisti.it

Camper e Giramondo

camper gruppo
Viaggi Estivi:
Irlanda, Norvegia Baltico
Home
I nostri viaggi
Informazioni
Chi siamo
Viaggiatori

CRETA, Atene, Micene


PARTECIPANTI: 2 adulti e 2 bambini (6 e 10 anni)
COSTO TOTALE: Lit. 2.400.000 (tutto compreso per 4 persone, compresi alcuni pasti al ristorante, esclusi i viveri comprati in Italia)
MEZZI DI TRASPORTO: camper
(in caso di aereo + auto si trova sull'isola una Panda anche a 35.000 Drs. x 4 gg. oppure Van 8 posti 70.000 Drs. 4 gg.)
PERNOTTAMENTI: camper in campeggio libero su spiaggie o porti. Molti campeggi ma probabilmente nessuno aperto in inverno.
BAMBINI: adatto
ITINERARIO: Bari-Igoumenitsa-Atene-Creta-Atene-Micene-Igoumenitsa-Bari
PERIODO: 21 dic 1996 - 5 gen 1997 (16 gg)
PRINCIPALI ATTRATTIVE: spiaggie e sole in inverno - civilta' cretese micenea
Per notizie su Creta vedi anche il sito del CTS
DIFFICOLTA': nessuna; chi soffre il mal di mare deve fare 4 traversate da 10-12 ore l'una.
COSTI:
Cambio 1 Dracma = 6,25 lire italiane
Traghetto Bari-Igoumenitsa (Venturis Ferries) A/R Lit. 508.000
Camper mt. 5.80 (su Open Deck) + 2 adulti 2 bambini posto ponte
Traghetto Atene-Iraklion (Anek Lines) A/R Drs. 114.000 (= Lit. 712.000)
Camper mt. 5.80 + 2 adulti 2 bambini in cabina da 4
Nafta al lt. Drs. 155-177 (a Creta 174-178 Drs.) (= Lit. 1.100)
Autostrade: Creta gratis, Patra-Atene circa 5000 Drs. A/R
Ristorante: un pasto completo 2.000-2.500 Drs. per persona (= Lit. 14.000)
PREPARAZIONE:
Se si parte in giorni critici prenotare la nave Italia-Grecia, se in camper scegliere le navi con Open Deck, cioe' il posto auto sul ponte aperto con possibilita' di dormire e restare nel camper (Venturis Ferries, AK Venturis, ed altre). Senza prenotazione si puo' attendere 1-2 gg.
Non occorre prenotare la nave Atene-Creta, semmai il ritorno. Vi sono diverse navi che partono tutte tra le 19.00 e le 20.00 (tranne una che parte alle 7.30) tutte senza Open Deck.
Per documenti, visti ed altre notizie vedi pagina sulla Grecia


DIARIO DEL VIAGGIO


Km. percorsi da Roma 3.500 (tutto compreso)
21-12-1996 Partenza da Bari la sera.
22-12 Arrivo in ritardo ad Igoumentisa all'ora di pranzo, e dopo 7h (traghettando Antirio-Rio, 2200 Drs.) siamo al Pireo troppo tardi per l'ultima nave per Creta.
23-12 La mattina visita all'acropoli di Atene con il Partenone ed al museo archoelogico; molto belli. La sera partiamo alle 20.00 per Creta sistemandoci in cabina.
24-12 Arrivo alle 7.00 ad Iraklion, visita del grazioso centro balneare di Aghios Nikolaos e delle spiagge di fronte all'isola di Spinalonga con i resti di una fortezza veneziana, nella zona est dell'isola. Il tempo e' nuvolo ma la temperatura dell'aria e' 22 gradi, mentre l'acqua del mare e' 20 gradi. La sera raggiungiamo la spiaggia di Vai all'estremo est di Creta dove ci fermiamo a dormire (il paese e' a 5 km. e vi e' solo un ristorante chiuso in inverno).
25-12 Vai e' uno splendido palmeto di 5000 palme (forse l'unico naturale in Europa) che si affaccia su una spiaggia di sabbia fine e dorata con baia ed isolotto. La giornata e' splendida e la passiamo facendo brevi bagni (senza muta) e lunghe nuotate (con muta). La sera ci trasferiamo a Sitia
26-12 Da Sitia andiamo a sud fino a Ierapetra, con lunghe spiagge, ma il posto non e' molto bello e tira un forte vento. Scopriremo poi che in Italia c'e' un'ondata di maltempo: a Roma nevica (!). Ritorniamo verso nord, passiamo per la bella costa rocciosa (arco naturale) tra Pahia Amos ed Istro e ci rechiamo all'altopiano di Lassithi, famoso per le migliaia di mulini a vento. In effetti e' deludente perche' d'inverno non serve irrigazione e quindi le pale sono senza teli e non girano: si vedono solo i tralicci metallici.
27-12 Arriviamo Iraklion e visitiamo le belle rovine di Cnosso ed il Museo Archeologico. Nel pomeriggio raggiungiamo Matala sulla costa sud. E' sempre nuvolo, solo in mattinata vi e' stato del sole.
28-12 La notte ha piovuto molto, tira un vento fortissimo da sud-ovest e quindi dopo una rapida occhiata a Matala praticamente deserta in inverno ed alle sue tombe scavate nella scogliera andiamo a visitare le rovine di Cnosso. Ritorniamo a sera verso il versante nord dell'isola.
29-12 Rethimno e' una graziosa cittadina con influenze veneziane e turche. Nel pomeriggio andiamo ad Hora Sfakion, piccolo porto di pescatori ormai attrezzato turisticamente; lungo la strada bei panorami sulle cime innevate e sulle gole del Nimbros. Il tempo e' ancora nuvoloso ma la temperatura si mantiene abbastanza alta.
30-12 Da Hora Sfakion una barca in estate porta alle famose gole di Samaria. Noi preferiamo riasalire per un piccolo tratto le vicine gole del Nimbros ugualmente belle (mezz'ora a piedi fino ad un grande arco naturale). Il sentiero parte dal punto in cui la strada attraversa il torrente (secco) ai margini dell'abitato di Komitades. Se si vuole si possono percorre tutte le gole (strette fino a 2-3 metri con pareti di 300 m.) scendendo in 3 ore da Imbros fino a Komitades. Visitiamo anche il castello molto ben conservato nelle mura di Frangocastelo. Il tempo e' migliorato, le nuvole sono solo sulle montagne. La sera giungiamo a Hania (La Canea).
31-12 Anche Hania ha graziose case sul porto, un bel mercato coperto, un Museo Navale caratteristico ed ampio. Nel pomeriggio ci spostiamo verso l'estremo ovest fino ad Elafonissi: un'isola unita da bassifondi sabbiosi alla terraferma. Per raggiungerla bisogna fare gli ultimi 6 Km su strada di terra buona. Organizziamo la cena di San Silvestro accampati sulla spiaggia.
1-1-1997 Esploriamo l'isola di Elafonissi, infatti si puo' attraversare a piedi il tratto di mare che la separa in quanto l'acqua non e' piu' alta di 50 cm. L'isola e' lunga 1-2 km. ed ha molte spiaggie con una sabbia fine di colore rosa per i coralli ed i frammenti di conchiglie. Il cielo e' sereno e facciamo un lungo bagno con mute e maschere: vediamo i resti di una nave naufragata sparsi su un fondale di 8-10 mt. Visitiamo quindi il vicino monastero di Hrissoskalitissa (Vergine del gradino d'oro) arroccato su un promontorio.
La sera torniamo a Hania
2-1 Ritorno con sosta a Bali verso Iraklion per imbarcarsi la sera. Il mare si e' abbastanza calmato ed anche questa traversata non ci da problemi.
3-1 Arrivo al Pireo la mattina presto. Andiamo con l'autostrada fino a Micene per visitare le rovine (porta dei leoni, tesoro di Atreo). Nei dintorni vi sono anche Tirinto ed Epidauro. Preferiamo passeggiare per Nauplia con le sue 3 fortezze: sull'isolotto davanti il porto, nella citta' e sulla montagna che la domina. Si ritorna verso la nave per l'Italia fermandosi dopo Antirio.
4-1 Sosta a Parga e Sivota, pittoresche cittadine. La sera prendiamo la nave da Igoumenitsa; in effetti avevamo prenotato gia' da alcuni mesi per il 5 gennaio, ma alla partenza da Bari ci avevano avvertito che vi potevano essere dei problemi e di informarci telefonicamente: abbiamo cosi' saputo che la nave del 5 era stata abolita e tra il 4 ed il 7 avevamo optato per il 4 gennaio.
5-1 Arrivo a Bari alle 11.00. Visita dei sassi di Matera e di Castel del Monte. Ritorno a Roma
(G.B. e S.G.)

Camper e Giramondo Home Page