Camper e Giramondo Viaggi di gruppo in camper
per 5 continenti

www.camperisti.it - info@camperisti.it

Camper e Giramondo

camper gruppo
Viaggi Estivi:
Irlanda, Norvegia Baltico
Home
I nostri viaggi
Informazioni
Chi siamo
Viaggiatori

Croazia - Slovenia - Lago di Garda

Periodo: dal 11 agosto 2006 al 2 settembre 2006

Equipaggi: 3 camper (6 adulti e 6 bambini di tutte le età)

KM percorsi: 2.400

Spese: € 2.000 in Croazia/Slovenia + € 200 in Italia (per equipaggio)

Mezzi: Roller Team Granduca 64, CI Mizar Garage e Adriatic Coral 680 tutti del 2005

Strade: Ottima l'autostrada che porta dal confine sloveno fino a Spalato, più che buone le

strade “statali” lungo la costa. L'autostrada sta per essere prolungata fino a Dubrovnik

Rifornimenti: Nessun problema e i prezzi della nafta sono in media pari a 760 kune per litro

(circa € 1.05) in Croazia e circa 235 talleri (circa € 0.95) in Slovenia

Carte stradali: è bene averne di aggiornate facilmente reperibili presso l'ambasciata o i

consolati, in mancanza presso librerie fornite o direttamente sul posto

Lingua: Con l'inglese non ci sono problemi è parlato in modo corretto lungo la costa e

comunque è facile trovare persone che capiscono l'italiano

Ristoranti: Numerosi e di buona qualità, ottima sia la carne sia il pesce. I prezzi molto

convenienti (tra i 15 ed i 25 euro a persona)

Aree sosta: Non ci sono aree di sosta come in Italia e la sosta libera è vietata. In compenso è

possibile usufruire di Autokamp e parcheggi privati dal costo medio di 100 kune (circa € 14)

Campeggi: sono molti alcune molto organizzati altri di carattere familiare nel complesso

segnalo una buona disponibilità

Cambio: non ci sono problemi in Slovenia vengono, infatti, accettati gli euro (dal 1/1/2007

sarà la moneta ufficiale) o cambiati a 239.64 talleri per 1 euro. In Croazia il cambio è di circa

7.20 kune per ogni euro. è possibile cambiare presso le banche, la posta, agenzie private e

prelevare con bancomat e carte di credito (sono accettate tutte, ovunque)

Acquisti: per la spesa alimentare è possibile usufruire di grandi centri commerciali, con prezzi

buoni, presso le città, anche se gruppi come Konzum e Tommy hanno magazzini grandi

dislocati sulle rotte turistiche più frequentate. In ogni caso è necessario tenere presente che i

piccoli market sono, in genere, poco forniti. Per lo shopping è possibile acquistare filigrana di

argento (l'oro è di titolo basso 583 millesimi) e corallo con belle lavorazioni.

1° giorno 11 agosto - ore 16.00 Fatto il pieno, il carico di acqua, sistemato il bagaglio si parte

da soli per la vacanza (l'appuntamento con un altro equipaggio è al porto di Ancona il giorno

successivo). Quindi, Prima tappa Roma - Ancona km 275 (via autostrada per L'Aquila) dove

arriviamo alle 20.00. Ci rechiamo all'area segnalata dal Portolano presso i magazzini Auchan. è

deserta, si tratta di un “parcheggio clienti” che il Comune ha dotato di impianto fognario per lo

scarico e di una fontana per il carico dell'acqua potabile. Conosciamo una coppia di camperisti

che rientrava in città per la fine delle vacanze e ci consigliano di pernottare vicino alla loro

abitazione.

2° giorno 12 agosto - Sveglia, colazione e primo “giro” di shopping negli spacci aziendali delle

fabbriche marchigiane (calzature e abbigliamento). Incontriamo i nostri amici del secondo

equipaggio presso il porto di Ancona, dove prenderemo insieme il traghetto per Zara (linee

croate Jadrolinea: un camper 2 adulti e 2 bambini solo Andata € 249). La nave è in ritardo di

due ore ci aspetta una lunga attesa e in più piove a dirotto! Ore 20.00 salpiamo, per fortuna

abbiamo prenotato le poltrone anche perchè con il maltempo non sono praticabili i ponti.

3° giorno 13 agosto - ore 1.00 Dopo due ore di blocco alla frontiera per i controlli doganali

entriamo in Croazia e ci incamminiamo lungo la costa in direzione Spalato. Prima sosta del

viaggio a Drage (25 km da Zara) dove abbiamo appuntamento con gli altri amici che attendono

con ansia il nostro arrivo (sono partiti una settimana prima di noi). Raggiungiamo il campeggio

Oaza Mira (www.oaza-mira.hr) il punto di ritrovo. Sono le 3.00, domani ci posizioneremo in

piazzola. è mattina ci registriamo e posizioniamo i camper. Splendido campeggio con

acqua/elettricità in piazzola molto spaziosa. Servizi pulitissimi e due spiagge: una attrezzata ed

una libera. Acqua splendida. (costo circa € 40 al giorno per equipaggio)

4° e 5° giorno 14 e15 agosto - finalmente il riposo! Decidiamo di fermarci fino a dopo

ferragosto ad oziare in questa splendida insenatura e la sera cena a base di pesce nel

ristorante con vista sul porticciolo (ristorante Markos circa 25 euro pro capite)

6° giorno 16 agosto - gita in barca alle isole Kornati (parco nazionale) siamo un gruppo di 30

italiani e qualche tedesco (200 kune gli adulti e 100 i bambini sopra i 6 anni pasto a base di

pesce compreso con bevande libere)

7° giorno 17 agosto - si parte per Spalato km 130 circa (via autostrada) arrivo in città dopo

due ore di viaggio. Parcheggio vicino al porto (15 kune/ora) e visita alla città vecchia con i

sotterranei del palazzo di Diocleziano. Pranziamo con un ottimo gelato mentre passeggiamo tra

le numerose bancarelle che oltre ai souvenir vendono della profumatissima lavanda. Finita la

gita si parte con meta Togir (a circa 25 km da Spalato in direzione Nord). Sostiamo per la

notte nel parcheggio autorizzato posto sulla litoranea vicino al centro storico, c'è il

parcheggiatore al quale paghiamo 100 kune per ogni camper. Siamo in riva al mare e a parte

qualche zanzara non posiamo che goderci il panorama. Cena veloce e visita notturna alla città

(consigliata) che di notte si anima con persone e musica.

La città, di stampo veneziano con le sue piccole stradine, è invasa da una folla festante che

confluisce verso la piazza in cui si esibisce un DJ e verso il porto in cui sono ormeggiate molte

imbarcazioni.

8° giorno 18 agosto - Trogir ci ha affascinato che decidiamo di visitarla anche il mattino

approfittando per fare provvista di frutta e verdura nel caratteristico mercato. Si parte verso il

parco nazionale di KRKA ma lungo la litoranea la voglia di un bagno ci fa fermare a Primostene.

Sostiamo in un parcheggio privato e dopo essere stati tutto il giorno sulla spiaggia, aver

visitato il paese e essere stati raggiunti da alcuni amici, decidiamo di rimanervi anche la notte

(100 kune per la sosta).

9° giorno 19 agosto - Partiamo per KRKA via Sibenico sono circa 45 km e vi arriviamo dopo

un'ora. Paghiamo gli ingressi (200 kune gli adulti e 100 kune i bambini) e visitiamo il parco

decidendo, però, di effettuare anche l'escursione con la barca per visitare un monastero e le

altre cascate per una durata di 4 ore. La scelta è indovinata perché è possibile fare il bagno

sotto le cascate e rifocillarci in un piccolo bar nel bosco.

Pomeriggio, ore 17.30, ripartiamo destinazione Zara (120 km) dove arriviamo alle 19.30

proseguiamo per Zaton un villaggio turistico (5 Stelle) con campeggio ma non va bene per il

solo transito (circa 50 euro ad equipaggio) e decidiamo di proseguire in direzione isola di Pag.

Ci fermiamo per problemi logistici (carico e scarico) presso il Camping Europa al prezzo di 20

euro per notte. Il posto è pessimo, i servizi sono impraticabili, non accettano carte di credito e

la spiaggia . . . . beh!! Sorvoliamo.

10° giorno 20 agosto - lasciamo il campeggio diretti a PAG. Sbagliamo strada e camminiamo

paralleli all'isola di PAG in direzione VIR. Quando ci accorgiamo dell'errore quando la strada si

stringe troviamo uno spiazzo e facciamo inversione. Nell'attesa raccogliamo sul ciglio della

strada delle ottime more. Proseguiamo nella giusta direzione e finalmente attraversiamo il

ponte che congiunge l'isola con la terra ferma. Lo spettacolo e lunare!! Non c'è vegetazione

poiché l'isola è battuta dalla bora. Ci facciamo le foto di rito e proseguiamo fino alla prima

spiaggia accessibile dove ci fermiamo per pranzare e fare il bagno. Inizia a piovere ci

incamminiamo verso la città di Pag dove troviamo un centro commerciale (Konzum) dove fare

spesa. Continuiamo l'escursione su Pag fino a trovare l'indicazione del Camping Simuni. Non ci

sono piazzole disponibili e optiamo per la sosta nella “free area” al prezzo di 34 euro per notte

ad equipaggio senza energia elettrica. Parcheggiamo nei pressi del campo di beach volley in

riva al mare e con prolunghe riusciamo ad arrivare ad una torretta elettrica e ad ottenere la

corrente. Il posto è fantastico e abbiamo una caletta a nostra disposizione, i bambini sono

stanche di girare e decidiamo di fermarci fino al 24 agosto.

15° giorno 25 agosto - il tempo si guasta e inizia a piovere partiamo per Lun (la punta

dell'isola) la raggiungiamo dopo aver fatto un pò di provviste. La strada è strettissima passa

solo il camper in uno sterrato a senso unico troviamo uno slargo in una proprietà privata dove

sostiamo per rinfrescarci con un bagno. Si parte dopo pranzo e ci imbarchiamo sul piccolo

traghetto che ci porta sulla terra ferma (costo circa 20 euro ad equipaggio) da qui tappone

(150 km) fino al parco nazionale di Plitvice dove arriviamo alle 23.00 per accamparci nell'unico

Camping il “Korama” (40 euro per equipaggio).

16° giorno 26 agosto - Andiamo a visitare il parco nazionale (si può pagare con qualsiasi carta

di credito) e scegliamo il percorso medio da 4-6 ore. A metà della passeggiata inizia il DILUVIO

corriamo verso la barca elettrica che ci riporta verso la fermata del BUS.

Facciamo una tappa forzata nel fast food del parco per ripararci e mangiare. Ripartiamo zuppi

e infreddoliti verso il camper parcheggiato all'interno del parco (sosta gratuita per i visitatori

fino alle 21.00). Ci asciughiamo e decidiamo di partire alla volta di Lubiana dove arriviamo alle

21.00. Troviamo posto nel campeggio cittadino (€ 40 circa per equipaggio) che dista 4 km dal

centro città.

17° giorno 27 agosto - Visita alla città! Si può girare sia a piedi sia in bicicletta grazie alle isole

pedonali e alle piste ciclabili che sono presenti in tutta l'area urbana. Se si decide di

parcheggiare è possibile farlo nei parcheggi delimitati dalle strisce blu pagando circa € 0,50 per

ogni ora (il sabato dopo le 13.00 e tutta la domenica il parcheggio è gratuito, d'altronde i

negozi sono chiusi in questi due giorni).

Dopo l'escursione decidiamo di ripartire per raggiungere le grotte di Postumia dove si arriva

percorrendo una comoda autostrada (km 40). All'arrivo nel parcheggio conosciamo un gruppo

di camperisti umbri che ci consigliano di pernottare nell'area di sosta delle grotte evitando il

costoso campeggio che dista circa 8 km. La sosta è vietata ma siamo quasi a fine stagione e

viene tollerata purché il giorno successivo si paghi il ticket di € 4 al parcheggiatore.

18° giorno 28 agosto - In grotta! L'ingresso è suddiviso in fasce orarie, di ora in ora, e il

biglietto può essere integrato con la visita al castello di Prodjama (a 8 km da Postumia -

Consigliata). La visita dura circa 2 ore più due al castello.

Si riparte meta Verona, inizia il rientro. Arriviamo nella città di Giulietta in serata e ci

parcheggiamo vicino alla casa di amici.

19 ° giorno 29 agosto - è deciso prendiamo il treno e andiamo a Venezia. Da Verona impiega

1 ora e mezza, ma si arriva in pieno centro dove ci attendono degli amici lasciati a Lubiana.

20° giorno 30 agosto - Non si può mancare, con i bambini e gli amici si parte per Gardaland,

una giornata di relax e giochi anche per i grandi.

21° giorno 31 agosto - Dopo un pò di shopping negli spacci aziendali delle fabbriche veronesi,

ci spostiamo a San Benedetto sul Garda (nei pressi di Peschiera) presso il campeggio “Il

vecchio mulino”, che grazie alla convenzione con Plein Air applica una tariffa scontatissima, €

25.00 per venerdì sabato e domenica e €10.00 per ogni giorno in più). Ci spalmiamo sui lettini

a bordo piscina e ci godiamo un meritato riposo in vista del definitivo rientro a casa. La sera

però andiamo a fare una escursione a Peschiera (4 km a piedi lungo il Lago di Garda su una

strada pedonale). Il paese è molto carino e scopriamo dalle divise storiche indossate dagli

abitanti e dagli spari, che è in corso la rievocazione storica, della guerra d'indipendenza.

22° giorno 1 settembre - Giorno di solo riposo in piscina.

23° giorno 2 settembre - è arrivato il momento dei saluti e del viaggio di ritorno. Arriviamo al

Roma dopo 6 ore parlando delle vacanze trascorse e pensando alle prossime che dovrebbero

svilupparsi in un tour nel sud della Croazia e nel Montenegro.

Andrea Pecoraro (and_pc@yahoo.it)


Camper e Giramondo Home Page