Camper e Giramondo Viaggi di gruppo in camper
per 5 continenti

www.camperisti.it - info@camperisti.it

Camper e Giramondo

camper gruppo
Viaggi Estivi:
Irlanda, Norvegia Baltico
Home
I nostri viaggi
Informazioni
Chi siamo
Viaggiatori

 

FRANCIA
 

 

 

 

 

 

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

2002
 

 

 

 

 

 

 

 

 


2002 FRANCIA 2002

 

 

VIAGGIO ALLA SCOPERTA DELLA FRANCIA - DAL 12 LUGLIO AL 9 AGOSTO

 

PREMESSA

 

E' da parecchi anni che volevamo (io e mia moglie) andare in Francia per visitare bene questo vicino Paese. In parte ci siamo già stati: al sud verso la Spagna ed il Marocco; in Camargue qualche anno fa e in Costa Azzurra. Mai però nel centro e nel nord e tantomeno a Parigi. Ho programmato questo viaggio tenendo conto di vedere: 1) alcune salite rese celebri dal Tour De France; 2) la zona dei grandi vini; 3) Parigi ed alcune grandi città; 4) la Normandia; 5) la Bretagna; 6) i castelli della Loira, 7) Lourdes, 8) un po' di mare. Con noi, e con il nostro camper, anche gli amici Ariella e Giancarlo. Come tutti gli anni a febbraio alla Borsa del Turismo a Milano ho fatto incetta di depliants, cartine varie, per scegliere i posti da visitare. Con queste e con l'ausilio del computer ho preparato l'itinerario di massima da seguire. Il nostro è sempre un camper Elnagh Trophy 5.35 a benzina. Tempo previsto: un mese. Chilometri previsti 4770. I costi segnalati sono per persona e, per i campeggi, per 4 persone + il camper.

 

DIARIO DI BORDO

 

12 luglio 2002, venerdì, 1° giorno.

 

Casella di testo: Km. gg.	Km. tot.	Notte a			Parcheggio		Tempo
  353		  353		Alpe d'Huez		Area di sosta		Sole
 

 

 

 


Partenza alle 9,30. In autostrada fin quasi a Pinerolo. Bellissima giornata di sole. Pranzo al Sestriere. C'è un po' di vento, Ariella si lamenta per il freddo, senza ricordarsi che siamo a 2000 metri. Dopo il Monginevro siamo in Francia. Bello il paesaggio alpino e le cittadine che attraversiamo sino all'attacco della salita dell'Alpe d'Huez. Salita fantastica, fatta tutta in prima, tredici chilometri con pendenza tra il 10 ed il 13%. Ad ogni curva è segnalato i tempi di salita con l'anno ed il corridore che l'ha effettuato: Coppi, Hinault, Pantani, ecc. La località, a 1800 metri, è anche una stazione di sport invernali, molto bella. Abbiamo festeggiato l'inizio del viaggio con due torte dal gusto locale, una al cioccolato e noci e l'altra al mirtillo. Cominciamo bene. Temperatura alle 21.00, 15°.

 

13 luglio 2002, sabato, 2° giorno.

Casella di testo: Km. gg.	Km. tot.	Notte a			Parcheggio		Tempo
  278		  631		Autostr. Lyon-Paris	Area di sosta		Nebbia Pioggia
 

 

 

 

 


Abbiamo lasciato la bella Alpe d'Huez con direzione Grenoble. In programma è previsto il “Circuito di Chamrousse” molto ben descritto dal libro verde del Touring. Giornata all'inizio uggiosa, arriviamo ad Uriage les Bains e poi si sale verso Chamrousse 1800 metri circa. Salita molto bella sino a quando la visibilità ci ha permesso di vederla, poi una nebbia terribile, mai vista neanche a Milano! Abbiamo fatto una decina di chilometri senza vedere assolutamente niente. Siamo perciò scesi senza fermarci. Pranzo e carico d'acqua fresca. Abbiamo pensato: “Dovrebbe essere un posto molto bello”. Brutto tempo, perciò abbiamo attraversato Grenoble senza fermarci. Andando verso Lyon, abbiamo cominciato a vedere “Le Ville Fleuries”. Evidentemente un'iniziativa statale per abbellire con i fiori le città. Una splendida iniziativa, in particolare a Verpilliere. Temporale. Attraversato anche Lyon, ma qui senza trovare un posto per fermarci. Ora non facciamo più autostrade per godere meglio la provincia francese, ma per dormire vi siamo entrati per la notte. Questa notte, a differenza di ieri, noi dormiamo sotto e Ariella e Giancarlo in mansarda.

 

14 luglio 2002, domenica, 3° giorno.

 

Casella di testo: Km. gg.	Km. tot.	Notte a		Campeggio		Tempo
  182		  813		Dijon		Du Lac			Nuvoloso Sole
 

 

 

 


Quello che non ci era mai successo, questa volta è toccato a noi. Questa notte alle 1.30 un uomo ha cercato di rubare nel camper aprendo la porta di guida. Si è accesa la luce del camper. La mamma si è svegliata di colpo ed ha visto un uomo che cercava di entrare. La reazione della mamma è stata così violenta che l'uomo ha preferito abbandonare i suoi propositi. Sono sceso dal camper ed ho visto due persone scappare in macchina. Un inglese e un tedesco sbraitavano, evidentemente anche loro erano stati “disturbati”. Una brutta notte. Speriamo non succeda più. Al mattino abbiamo attraversato la Bourgogne, terra di vini d'eccellenza. Vigneti sterminati. Ci siamo fermati a Beaune. Visitato la cittadina, molto bella, l'Hotel de Dieu (antico ospedale) caratteristico (euro 5.10). All'interno vi è un “Giudizio Universale” stupendo. Naturalmente tante cantine (anche noi abbiamo comprato il vino) ed anche un simpatico trenino (euro 5.00) con il quale abbiamo vistato la città ed anche le vigne circostanti. Nella serata a Dijon (buon campeggio, euro 16.40) siamo andati in riva al lago per vedere degli splendidi fuochi d'artificio. Oggi in Francia è festa nazionale. Ariella e Giancarlo hanno preferito dormire, peccato.

 

15 luglio 2002, lunedì, 4° giorno.

Casella di testo: Km. gg.	Km. tot.	Notte a			Campeggio		Tempo
  199		  1012		Mery s/ Seine		Municipale		Nuvoloso Sole
 

 

 

 

 


Oggi un po' di vento. Visitato Dijon. Molto bello il centro con molti palazzi d'epoca; tutto ben ordinato e pulito. La Cattedrale di Notre Dame spoglia ma con splendide vetrate. Verso Troyes sterminate colline di grano. Tempo brutto, nebbia e vento. Non previsto, abbiamo trovato dei cartelli che indicavano la sorgente della Senna che abbiamo visitato. Sembra incredibile che un così grande fiume nasca da un buco così piccolo, ma tant'è. Anche la cattedrale di Troyes ha delle bellissime vetrate così com'è carino la parte vecchia della città con case antiche con strutture di legno e con i tetti spioventi. E' uscito il sole. Questa notte sosta vicino alla Senna, un piccolo campeggio municipale, euro 10.20.

 

16 luglio 2002, martedì, 5° giorno.

 

Casella di testo: Km. gg.	Km. tot.	Notte a			Campeggio		Tempo
  175		  1187		Chateau Thierry	Municipale		Sole Nuvoloso
 

 

 


Oggi abbiamo attraversato la Champagne, regione arcinota per i suoi vini. A Reims non poteva perciò mancare la visita ad una cantina produttrice, la Mumm, ed anche l'acquisto dello champagne personale e per regalare. Visita alla cattedrale” di Notre Dame. Questa volta la parte che ci ha più colpito è stata la superba facciata. Incantevole. In Francia le rotonde stradali sono di casa (le hanno inventate loro), oggi però ci stava costando molto caro. Ad una rotonda una macchina, tedesca, proveniente da sinistra a velocità molto sostenuta ci ha sfiorato; è andata bene. Ottimo il campeggio municipale (euro13.80).

 

17 luglio 2002, mercoledì, 6° giorno

 

Casella di testo: Km. gg.	Km. tot.	Notte a			Parcheggio		Tempo
  275		  1462		Aut. Verso Versailles	Area di sosta		Sole
 

 

 

 


Dal campeggio si vedeva benissimo, ma da vicino è veramente impressionante la grandiosità del monumento americano in ricordo della battaglia della Marna della prima guerra mondiale, posto in cima ad una collina. La tenuta del posto è impeccabile. Abbiamo poi attraversato centinaia di chilometri coltivati soprattutto a grano. Siamo arrivati a Fontainebleu visitando l'omonimo castello ed il parco. Tutto grandioso, storico. Bellissimo il parco. Il palazzo è stato da noi visitato con gli auricolari per meglio capire quello che vedevamo, euro 7.70. Il pomeriggio dedicato a Chartres ed alla sua cattedrale. Si assomigliano tutte per il loro stile gotico ma, in questo caso, imponente la facciata e l'altezza. Nella cattedrale di notevole, oltre alle vetrate, il Labirinto disegnato sul pavimento e la reliquia di un velo della Madonna.

 

18 luglio 2002, giovedì, 7° giorno.

 

Casella di testo: Km. gg.	Km. tot.	Notte a		Campeggio			Tempo
   51		  1513		Parigi		Bois de Boulogne		Sole
 

 

 

 


Ricordando la precedente, questa è stata una notte tranquilla in autostrada. Oggi siamo arrivati a Versailles per visitarne la reggia. E' stato molto faticoso, oltre sei ore per vedere la Reggia i Trianon ed i giardini! Ma ne vale la pena. Le camere del Re, gli appartamenti, la galleria degli Specchi. Indescrivibile il lusso degli arredi e suppellettili delle case regnanti di quei tempi. Pare incredibile. I Giardini; immensi, grandiosi (anche se personalmente preferisco quelli di Schonbrunn a Vienna). Il Palazzo l'abbiamo visitato anche in questo caso con gli auricolari, molto comodi. Per i giardini invece all'andata abbiamo preso il trenino, ma il ritorno, naturalmente, a piedi. Costo della visita: euro 22.60 + 5.10 per il trenino. Nella serata siamo arrivati in campeggio al Bois de Boulogne e probabilmente ci concederemo un po' di riposo. Campeggio di quattro stelle con ottime piazzole e servizi, poco curato il negozio e senza piscina. Prezzo euro 41.60, molto caro.

 

19 luglio 2002, venerdì, 8° giorno

 

Casella di testo: Km. gg.	Km. tot.	Notte a		Campeggio			Tempo
  000		  1513		Parigi		Bois de Boulogne		Sole
 

 

 

 


Nella mattinata, per gli altri riposo, per me invece un bel giro in bicicletta in cerca della Tour Eiffel. Ho sbagliato strada, ma senza cartina ed il pericolo di perder troppo tempo mi hanno fatto desistere. Alle 13.30 abbiamo preso la navetta partente dal campeggio e diretta a Place Maillot dove, con bus o metro si va per tutta Parigi. Questo servizio, a pagamento, euro 1.60, c'è dalle sette all'una di notte ogni mezz'ora. Ottimo. Col metro (euro 1.30) arriviamo a Place de l'Etoille e all'Arcs de Trionfe. Fantastici i Champs Elisée con i suoi negozi e le sue boutique. Stanno preparando le tribune per l'arrivo del Tour de France di settimana prossima. Giancarlo si è fatto aggiustare gli occhiali; costo: gratis. Che …fortuna. Enorme la Place de la Concorde, qui è dove lavorava la ghigliottina!! Ora siamo arrivati davanti ai palazzi del Louvre con la sua piramide. Mah sarà bella? Notre Dame. Facciata splendida. Tutta ripulita (le altre sinora viste non lo erano), veramente splendida. Come l'Hotel de la Ville (municipio) visto subito dopo. La prima giornata di Parigi è stata un vero successo, confortati da un sole splendido. In tutto 7,5 chilometri, a piedi, non male come primo giorno. Metro, navetta e ritorno in campeggio. Giancarlo ha trovato un depliant che reclamizza “Paris la nuit” e “La Ville lumiére”; ma, a parte il costo, di sera siamo così stanchi che non so proprio se, soprattutto io e mamma, avremo ancora voglia di uscire.

 

20 luglio 2002, sabato, 9° giorno.

 

Casella di testo: Km. gg.	Km. tot.	Notte a		Campeggio			Tempo
  000		  1513		Parigi		Bois de Boulogne		Sole
 

 

 

 


Questa mattina siamo usciti dal campeggio abbastanza presto. Alle 9.30. Un camperista tedesco, evidentemente in partenza, ci ha regalato 4 biglietti del metro. Grazie. Oggi iniziamo dal simbolo di Parigi, la Tour Eiffel. Per salire 45 minuti di attesa + 30 minuti dal secondo al terzo piano. Tutta questa attesa però è ampiamente compensata dalla vista che è semplicemente s t u p e n d a . Costo 9.90 euro. Dopo pranzo, in un bistrot, siamo andati agli Invalides a trovare Napoleone, i suoi fratelli, i suoi figli, i suoi generali. Tutto molto in grande, ispirato, a mio giudizio, dagli antichi romani. Abbiamo terminato il pomeriggio visitando la Place Vendome con la sua colonna “Traiana” e con in cima, poteva mancare?, Napoleone vestito da antico romano. Molto signorile questa bella piazza con le maggiori oreficerie mondiali e l'Hotel Ritz.

 

 

 

21 luglio 2002, domenica, 10° giorno.

 

Casella di testo: Km. gg.	Km. tot.	Notte a		Campeggio			Tempo
  000		  1513		Parigi		Bois de Boulogne		Sole
 

 

 

 


Questa domenica l'abbiamo dedicata soprattutto al museo del Louvre. Ingresso domenicale, dimezzato a 5.00 euro. Moltissima gente. Settore antico riservato ai Sumeri Egiziani Greci, tutto ben raccolto e documentato. Per l'antico Egitto meglio il museo de Il Cairo e, soprattutto di Torino, per il numero di geroglifici e delle mummie. Pittori italiani; tantissimi, con un intero settore a loro dedicato. La Gioconda. Unica, è come me l'aspettavo, piccola e con il fondo scuro, gli occhi che ti seguono sempre, sempre circondata da un mucchio di gente, quasi impossibile vederla e fotografarla bene. Altrettanto splendide sia la Venere di Milo che la Vittoria di Samotracia. Abbiamo dedicato tre ore per visitare solo una piccola parte del Louvre; avremmo visto al massimo il 20%. A San Germaine des Prés, quartiere degli artisti, ci siamo mangiati una baguette imbottita seduti su una panchina (Giancarlo ha fatto astinenza, preferiva un bistrot o un ristorante). Nel frattempo su quel boulevard sono passati, a tutta velocità, migliaia di giovani su pattini a quattro ruote in fila. Una manifestazione. Naturalmente scortati dalla gendarmerie. Vicino alla Sorbona un gruppo di giovani musicisti rallegrava la gente con un concerto. Il Pantheon l'abbiamo visto solo dall'esterno; volevano 7.00 euro x persona, più del Louvre. Incredibile. Abbiamo terminato la giornata al quartiere latino in mezzo alla folla domenicale. Parigi per noi, per questa volta, finisce qui.

 

22 luglio 2002, lunedì, 11° giorno.

 

Casella di testo: Km. gg.	Km. tot.	Notte a		Parcheggio		Tempo
  238		  1751		Caen		Piazza			Sole
 

 

 

 


Nel lasciare Parigi ho sbagliato strada due o tre volte (anche per colpa del navigatore, Giancarlo). Volevamo girare attorno all'Etoile e vedere il quartiere della Defénse ma ci siamo trovato fuori Parigi e così siamo andati subito verso Caen, la meta di oggi. Al Memorial dello sbarco in Normandia siamo arrivati alle 18.00. Abbiamo subito iniziato la visita, 16.00 euro, ma essendo molto grande finiremo di visitarlo domani in quanto il biglietto vale per due giorni. La parte che ci ha colpito di più è stato il film dello sbarco, Lo schermo è diviso in due e lo sbarco si vede dai due punti di vista: tedesco ed alleato. Moltissimo materiale bellico in mostra e tanti sono i anche i filmati che vengono proiettati continuamente. Alla sera sosta in piazzetta vicino all'ippodromo, zona molto tranquilla.

 

23 luglio 2002, martedì, 12° giorno.

 

Casella di testo: Km. gg.	Km. tot.	Notte a		Campeggio		Tempo
  187		  1938		Courtils	Saint Michel		Nuvoloso Sole
 

 

 

 


Dopo una bella dormita, mi sono alzato presto per fare una passeggiata. Poco dopo ho manovrato il camper in retromarcia ma un palo elettrico, che evidentemente si era spostato, mi ha rotto il vetro posteriore. Pertanto sono partito verso il Memorial un po' inc…… Abbiamo completato la visita interrotta ieri. Tutto sempre molto interessante compreso la parte ricordante i premi nobel per la Pace. Poi siamo andati verso le spiagge dello sbarco: in particolare Arromanches e Omaha Beach dove siamo stati al cimitero americano. In impeccabile stile americano vi sono 9387 croci bianche a ricordo di altrettanti caduti del D-Day e dei giorni successivi. Terminate le visite allietati da un bel pomeriggio di sole, siamo andati verso Saint Michel fermandoci in un campeggio con piscina riscaldata (euro 22.80). Bagno (solo io) e cena (bistecca su pizzamatic) per tutti. Ho acquistato il Calvados, vino di mele, per me era ok, per la mamma no.

 

24 luglio 2002, mercoledì, 13° giorno.

Casella di testo: Km. gg.	Km. tot.	Notte a			Parcheggio		Tempo
   87		  2025		Plov Balay		Camper service	Nuvoloso Sole
 

 

 

 

 


Giornata dedicata alla visita dell'Abbazia di Mont Saint Michel e della sua baia. Una vista davvero maestosa. Incredibile la marea che si estende per oltre dieci chilometri. Fatto parecchie foto. Molti turisti. Tantissimi camper, 8.00 euro per il parcheggio. Per la visita all'Abbazia, interessante, 7.00 euro. Poi via verso la Bretagna. Io volevo fermarmi vicino al mare, ma dovevamo fare la spesa e di conseguenza trovare un supermercato. Alla fine ci siamo fermati in un camper service vicino ad un cimitero.

 

 

25 luglio 2002, giovedì, 14° giorno.

 

Casella di testo: Km. gg.	Km. tot.	Notte a		Parcheggio		Tempo
  156		  2181		Treguier	Porto			Nuvoloso Pioggia
 

 

 

 


Tappa attraverso la Bretagna. Spiagge e maree enormi. Ci siamo fermati a Cap Fréhel a picco sul mare, passeggiata in mezzo all'erica. Pioviggina. Molti i campeggi, ma pochi in riva al mare. Vorremmo fermarci qualche giorno, speriamo di trovarlo. Alla sera sosta nel porto di Treguier con una ventina di altri camper. Tutto ok. Cena in ristorante. In Bretagna volevo mangiare le ostriche ed i crostacei, e così è stato. Il conto del ristorante è stata una gradita sorpresa; ci hanno fatto pagare due persone invece di quattro, risparmiando 49.00 euro. Mica male.

 

26 luglio 2002, venerdì, 15° giorno.

 

Casella di testo: Km. gg.	Km. tot.	Notte a		Parcheggio		Tempo
  243		  2424		Dournenez	Prato			Nuvoloso Pioggia
 

 

 

 


Sempre a spasso per la Bretagna. Giornata un po' rovinata dal tempo piovoso e dal fatto di aver “strappato” un rotolo fotografico. Solo in parte l'ho recuperato, vedremo i risultati a casa. Fatto il circuito del granito rosa. Percorso costiero con spiagge grandi e maree enormi; ci voleva il sole. Un bel campeggio 4 stelle ci dava accoglienza per un solo giorno? Mah, non ci siamo fermati. Trasferimento a Brest, sul camper leggevano o dormivano tutti. Porto turistico enorme con diverse scuole di vela, windsurf, canoa ecc. A Brest vi è anche Oceanopolis, un acquario oceanico. A noi sarebbe piaciuto visitarlo ma, a Giancarlo e Ariella, no. Sarà per un'altra volta. Oggi è stato difficile anche accordarci su dove fermarci per la notte, tra campeggio e area di sosta. Alla fine siamo arrivati a Dournenez, una cittadina bloccata da una mostra di velieri antichi. Non abbiamo trovato di meglio che fermarci in un'area di sosta in mezzo ad un prato. Griglia con la pizzamatic.

 

27 luglio 2002, sabato, 16° giorno.

 

Casella di testo: Km. gg.	Km. tot.	Notte a		Campeggio		Tempo
   91		  2515		Benodet	Le Letty		Nuvoloso Sole
 

 

 

 


Dopo aver dormito nel prato, di mattina sono partito di buon ora a piedi per entrare nella cittadina di Dournenez e per capire che tipo di festa si teneva. E' la mostra dei velieri antichi che si tiene tutti gli anni e dura 4 giorni. Eravamo troppo scomodi come postazione ed abbiamo preferito andare verso sud in cerca del mare. Sosta al supermercato di Quimper dove abbiamo acquistato una cartolina di Locronan. Ci aveva colpito il paese che vi era rappresentato. Era abbastanza vicino e così siamo andati a visitarlo. E' stata una bella scelta. Il paese è molto antico, le abitazioni in granito scuro, tutto molto caratteristico, turistico ma tranquillo. Fatto piccoli acquisti come souvenirs. Nel frattempo è tornato il sole e siamo andati verso il mare. Abbiamo trovato posto a Benodet sull'oceano davanti alle isole Glenan. Buon campeggio, con docce a gettone. Marea sui 4/5 metri ma molto estesa. Verso le nove di sera, improvvisamente, è calata la nebbia. Non si vedeva assolutamente nulla, peggio che in val padana. Dopo un ora però è sparita.

 

28 luglio 2002 domenica, 17° giorno.

 

Casella di testo: Km. gg.	Km. tot.	Notte a		Campeggio		Tempo
  000		  2515		Benodet	Le Letty		Nuvoloso Sole
 

 

 

 


Nella mattinata giro della cittadina in bicicletta. Molto carina. Al porto ho visto da dove partono le gite sul fiume ed alle isole Glenan. Vedremo domani. In campeggio ho fotografato l'inizio e la fine della marea; impotente, forma un fiume d'acqua velocissima proprio davanti al campeggio. Quando si poteva attraversare sono andato sulla lunghissima spiaggia (5 km.) a fare il bagno. E' fredda e perciò non mi sono divertito. D'altronde solo i giovani facevano il bagno o si facevano trascinare della corrente del “fiume”. Alla sera lungo la spiaggia c'era una festa. Su di un palco vi erano dei musicisti con il coro che cantava canzoni Bretoni. Naturalmente noi non capivamo nulla, ma la festa per gli abitanti dev'essere stata importante. Costo del campeggio 29.70 euro al giorno.

 

29 luglio 2002, lunedì, 18° giorno.

 

Casella di testo: Km. gg.	Km. tot.	Notte a			Campeggio		Tempo
  375		  2890		Le Fresne S/Loire	De la Bastille		Nuvoloso Sole
 

 

 

 


Avevamo deciso che se il tempo non fosse bello avremmo lasciato la zona e continuato verso il sud e così è stato. Era tutto coperto e siamo partiti attraversando la Cornovaglia (che io credevo fosse in Inghilterra). Tanti piccoli paesini e qualche cittadina. Verso Saint Nazaire si attraversa il parco nazionale di Briere. Pensavo fosse come il percorso Margherita in Danimarca. Invece di simile abbiamo visto solo qualche fattoria con i tetti spioventi e poi tanta campagna. A Saint Nazaire si è attraversato la Loira, qui c'è il suo estuario, su un mastodontico ponte alto decine di metri e lungo più di tremila. Un altro simile l'abbiamo trovato a Nantes. Alla sera trovato un campeggio tranquillissimo, una stella, servizi essenziali ma ottimi a 5.90 euro (1.10 a persona). Cosa si vuole di più?

 

 

 

 

30 luglio 2002, martedì, 19° giorno.

Casella di testo: Km. gg.	 Km. tot.	Notte a		Parcheggio		Tempo
  167		  3057		Villandry	Piazza			Nuvoloso Pioggia
 

 

 

 

 


Iniziano con oggi le giornate dedicate ai castelli della Loira. Il primo che troviamo è quello di Saumur dominante l'omonima città. Da fuori è molto bello ed imponente; all'interno la guida Touring non ci diceva niente di eccezionale e perciò non siamo entrati. Piove, qualche volta diluvia. Ci portiamo a Chinon dove c'è un altro castello ed un bel monumento a Giovanna d'Arco. Il tubo di scappamento del camper, dopo le bizze di qualche giorno fa, si stacca. Con l'aiuto di Giancarlo lo leghiamo ben stretto in modo che non dia più fastidio. Il costo di tutto questo è una bella lavata perché piove a dirotto. Questa pioggia ci fa abbandonare Chinon senza visitarne il castello. Andiamo verso Azay le Rideau ed il suo castello. E' immerso in un parco ed è circondato dal fiume Indre affluente della Loira. Interessante anche l'interno che abbiamo seguito con depliant locale, quest'ultimo non ben interpretato da Giancarlo che ci ha fatto perdere alcune sale; speriamo che non siano state importanti. Costo euro 5.50. Cena al ristorante a Villandry dove ci siamo fermati per la notte in un parcheggio. Mia moglie ed io abbiamo mangiato pesce, Ariella e Giancarlo stinco di maiale, loro non sono stati molto contenti. Costo 116.50.

 

31 luglio 2002, mercoledì, 20° giorno.

 

Casella di testo: Km. gg.	Km. tot.	Notte a		Campeggio		Tempo
   64		  3121		Amboise	Municipal		Sole
 

 

 

 


Finalmente una bella giornata di sole. Che abbiamo subito dedicato al castello di Villandry che ha la particolarità che i suoi giardini sono dei grandi orti di verdure tagliati in modo geometrico e speculare. E' unico al mondo e come tale è interessante da vedere. Costo euro 5.00. Castello di Chenonceau, residenza reale. Molto, molto bello. Anche gli interni si “vedono” volentieri, senza stancare. Si nota il tocco di Caterina De' Medici che vi abitò e .li arredò. In questi due castelli, moltissimi turisti. Costo euro 7.60. Ad Amboise abbiamo visitato, l'esterno, del castello di Clos Lucè dove è morto Leonardo da Vinci. Anche la cittadina, sulla Loira, è godevole e rilassante da vistare. Notte in un campeggio sempre ad Amboise su un'isola in mezzo alla Loira. Costo euro 13.73. Buono.

 

1 agosto 2002, giovedì, 21° giorno.

 

Casella di testo: Km. gg.	Km. tot.	Notte a			Campeggio		Tempo
  104		  3225		Selle S/Chér		Municipal		Sole
 

 

 

 


Questa mattina, con calma, verso le 11.00 siamo usciti dal campeggio (il camper service non era il massimo). Blois però era vicina ed abbiamo visitato il relativo castello. Molto interessante il suo cortile caratterizzato dalla scala elicoidale. Belli anche gli interni anche se un po' spogli. Essendo inserito nella città, è senza giardini. Costo euro 6.00. Per finire la giornata e la visita ai castelli, siamo andati a Chambord. Castello grande, maestoso, bello, con un parco immenso, pieno di turisti. Altra caratteristica la scala interna. Se si sale non si vede chi scende, e viceversa (tipo pozzo di San Patrizio). Costo euro 7.00. Come detto sarà l'ultimo castello, perché sette in tre giorni, ci sembra una buona media. Dormito in un altro campeggio municipale, sempre due stelle, per euro 7.75.

2 agosto 2002, venerdì, 22° giorno.

 

Casella di testo: Km. gg.	Km. tot.	Notte a		Campeggio		Tempo
  456		  3681		Astaffort	Astaffort		Sole
 

 

 

 


L'itinerario preparato prevedeva di andare verso La Rochelle, naturalmente in cerca dell'oceano. Ma visto l'esperienza della Bretagna (mare non molto caldo) ho pensato di andare subito verso il Mediterraneo. Questo senza dimenticare di passare da Lourdes che Ariella e Giancarlo non hanno ancora visto. E, visto che ci siamo, un giretto sui Pirenei... Tutta la giornata in camper, i chilometri sono stati molti, abbastanza monotoni anche se fatti non in autostrada ma su strade nazionali. Sosta per acquisti, non fatti, alla “Maison de la ceramique” a Aix s/Vienne, vicino a Limoges. Poi mucche della zona del limousine, vigneti, pascoli, colline. Sosta in un campeggio molto scadente, ma volevano fare una doccia, perciò…Costo euro 9.30.

 

3 agosto 2002, sabato, 23° giorno.

 

Casella di testo: Km. gg.	Km. tot.	Notte a		Parcheggio		Tempo
  533		  4214		Serignan	Vicino al mare		Sole Nuvoloso Pioggia
 

 

 

 


Ed eccoci a Lourdes. La parte religiosa è grandiosa e la visitiamo tutta: il piazzale, la grotta la cattedrale le varie nicchie. Orario attorno a mezzogiorno con meno gente (si fa per dire). Anche ad esserci già stati è sempre toccante vedere cosa rappresenta questo luogo. Diversa invece la mercificazione di tutto questo: centinaia e centinaia di negozi, di venditori con migliaia di acquirenti. Tutti i giorni. Dopo pranzo ho detto ai compagni di viaggio l'intenzione di andare sul Tourmalet, Pirenei. Apriti cielo, tutti e tre contro. Cosa andiamo a fare in montagna?!?. Andiamo al mare!! Ed io, arrabbiato, senza più parlare, punto verso il mare, 400 km sparati in autostrada. Rallentamento solo per vedere Carcassonne. Arrivati a Serignan cerchiamo un campeggio sul mare. Tutto esaurito. D'altronde a fine pomeriggio in agosto, è normale! Dopo un paio d'ore decidiamo di fermarci in una zona di parcheggio, vicino al mare ma isolato, con altre due camper. Arriva anche un forte temporale, con tuoni, lampi e fulmini. Giusta conclusione per una giornata storta.

 

4 agosto 2002, domenica, 24° giorno.

 

Casella di testo: Km. gg.	Km. tot.	Notte a		Parcheggio		Tempo
  000		  4214		Serignan	Vicino al mare		Sole
 

 

 

 


Il parcheggio in cui ci siamo fermati si trova vicino a due campeggi. Uno ieri ci ha detto che non aveva posto, ma io, entrando dalla spiaggia, ho visto che qualche posto c'era. Mah! L'altro è un campeggio naturista. Anche sulla spiaggia c'è una parte riservata al nudismo, ed è da noi “normali” rispettata, tutto il resto sarebbe per i “normali”, ma i nudisti passeggiano e prendono il sole tranquillamente. Non mi sembra molto giusto, ma ci si tollera senza problemi. Senza diventare cliente del campeggio, ho fatto la spesa ed il rifornimento di acqua, perciò si è potuto rimanere in parcheggio (gratis) tutto il giorno. Il mare non è proprio limpidissimo ma, quello che più conta, è caldo. Durante il giorno si fermano parecchie auto di bagnanti mordi e fuggi, ma alla sera restiamo in pochi. Questa sera tre camper.

 

5 agosto 2002, lunedì, 25° giorno.

 

Casella di testo: Km. gg.	Km. tot.	Notte a		Parcheggio		Tempo
   42		  4256		Séte		In riva al mare		Sole Pioggia Vento
 

 

 

 


Oggi ci siamo spostati a Séte, posto in cui ci eravamo già fermati nel 1996 di ritorno dal Marocco. Solo 42 Km da Serignan, ma a causa di traffico intenso e code, abbiamo impiegato più di un'ora. Il supermercato di Serignan poi era letteralmente intasato. E' agosto e noi non siamo abituati a certi pienoni. La spiaggia di Séte è stupenda, 15 km di spiaggia larga con un mare limpido. Un centinaio il numero di camper e roulotte fermi a bordo strada/in riva al mare. Si è solo “disturbati” dal traffico della strada e, come questa sera, dal vento. Qui il maestrale del Golfo del Leone si fa veramente sentire. Io e mamma comunque siamo stati tutto il giorno in spiaggia o in acqua, mentre invece Giancarlo e Ariella, sotto il tendalino del camper, a giocare a carte. Ognuno si diverte come crede.

 

6 luglio 2000, martedì, 26° giorno.

 

Casella di testo: Km. gg. 	Km. tot.	Notte a			Parcheggio		Tempo
  .74		  4330		La Gran Motte		Area di sosta		Sole Vento
 

 

 


La mattinata l'abbiamo trascorsa ancora a Séte. Il vento oggi è molto forte, ma ciò non ci ha impedito di restare in spiaggia. Il vento ha portato al largo due salvagente per bambini a forma di delfino. In pochissimi minuti erano irraggiungibili. Giancarlo, in bici!!, è andato a far spesa al vicino supermercato. Io invece sono andato alla ricerca di un camper service che ho trovato. Nel pomeriggio, dopo il rifornimento e con vento sempre molto forte, siamo partiti in direzione Camargue. Moltissimo traffico sulle strade. Per la notte abbiamo scelto di fermarci a La Gran Motte in un area di sosta centrale ma molto tranquilla. A proposito, Giancarlo non ha mai voluto chiamare questa città nel modo giusto (Motte e non Mottè) malgrado le indicazioni, la cartina ecc. Ma lui è fatto così e guai a contraddirlo!! Abbiamo cenato al ristorante. Come ultima volta al ristorante, io e mamma abbiamo scelto di mangiare, tanto per cambiare, ancora una volta ostriche e pesce. Tutto bene. Noi abbiamo scelto da un menu standard, mentre Giancarlo (anche per Ariella) dal menu libero. Hanno scelto le stesse cose, ma purtroppo pagando di più. Costo del ristorante euro 108.50.

 

7 agosto 2002, mercoledì, 27° giorno.

Casella di testo: Km. gg.	 Km. tot.	Notte a		Campeggio		Tempo
   214		   4544		Bedoin		Municipal 		Sole Vento
 

 

 

 


Anche oggi il maestrale è molto forte. Abbiamo attraversato velocemente e solo sulle strade principali la Camargue. Noi ci siamo già stati, per Giancarlo e Ariella sarà per un'altra volta. Purtroppo questa vacanza è quasi al termine e la Camargue non era in previsione. Sosta invece ad Avignone. Non abbiamo visitato il Palazzo dei Papi al suo interno, ma abbiamo ammirato la città, che abbiamo trovato molto bella. Tantissimi turisti. Abbiamo fatto il giro della città in trenino (euro 6.00). Poi verso il Mont Ventoux. Era una delle tappe previste. Siamo saliti dalla parte nord (purtroppo il Tour sale dalla parte sud, non lo sapevo). Quattro chilometri al 10% sui ventuno in totale, in mezzo ai boschi, strada abbastanza larga. Mi stava un po' deludendo, lo pensavo molto più duro. Poi però sono arrivati gli ultimi quattro chilometri: una impressionante, desolante, allucinante, pietraia. Sferzato dal maestrale, che qui è evidentemente di casa. In cima sono sceso dal camper come allucinato. Subito mi ha raggiunto mamma. Si faceva fatica a stare in piedi. Vi erano delle bancarelle che vendevano roba da mangiare e souvenirs. Faceva freddo, 8°, ed eravamo poco vestiti. Ariella e Giancarlo non sono neppure scesi. D'accordo che non gli piacciono certi posti, ma questo era talmente particolare che bisognava vederlo. Dopo siamo scesi dalla parte sud dove c'è il monumento al ciclista Simpson morto salendo sul Ventoux nel 1967. Per alcuni chilometri il camper ad ogni raffica di vento, ballava e si spostava. Andavo sì a bassissima velocità, ma c'era d'aver paura. Dopo 4-5 chilometri, ormai al riparo del vento e in mezzo al bosco, tutto ridiventava normale. Al termine della discesa ci siamo fermati in un campeggio municipale, due stelle, in mezzo ad una pineta (costo euro 11.00). Dopo la doccia ho preso freddo e questa sera non ho mangiato. Domani passerà.

 

8 agosto 2002, giovedì, 28° giorno.

 

Casella di testo: Km. gg.	 Km. tot.	Notte a		Parcheggio		Tempo
   340		   4884		Castellane	Area di sosta		Sole Nuvoloso
 

 

 

 


Oggi abbiamo puntato decisamente verso casa. Però prima in programma c'era una sosta a Grasse, il paese dei profumi. Arriviamo al pomeriggio. Tanto traffico. Ci fermiamo in un Show Room ove producono e vendono profumi. Facciamo degli acquisti, che sono soprattutto regali per le figlie di entrambe le famiglie.. Non ho voglia di fare autostrada e la conseguente riviera dei fiori italiana, perciò punto verso nord, verso Digne e Barcellonette. Un po' più lunga, ma dovrebbe piacermi di più. La sera sosta a Castellane, punto di partenza di moltissimi itinerari di montagna. Prendiamo appunti per una prossima volta. Sosta assieme a parecchi altri camper in riva al fiume Verdon.

 

9 agosto 2002, venerdì, 29° giorno.

 

Casella di testo: Km. gg.	 Km. tot.	Notte a		Parcheggio		Tempo
   511		   5395		Casa		Casa			Sole
 

 

 

 


Il viaggio di ritorno a casa si è rivelato un po' troppo lungo, in mezzo alle montagne che preferirei attraversare con calma e visitare le località turistiche come la zona di Barcellonette o del Colle della Maddalena. Siamo passati, senza fermarci, anche da Cuneo. Forse come prima volta ho preteso di vedere “molta” Francia in un solo mese. Di conseguenza qualche parte è stata fatta un po' di corsa e pertanto da rivedere con più calma, come la Normandia, la Bretagna e i Pirenei. Bene invece Parigi, anche se resta sempre molto da vedere, e i castelli della Loira. Sicuramente ritorneremo e completeremo la visita. Comunque sia il viaggio a Francia 2002 è finito.

 

 

 

 

RIEPILOGO LUOGHI VISITATI

 

 

CITTA' LUOGHI

 

Bourg d'Oisan Alpe d'Huez a 1800 s.m.

 

Grenoble Circuito di Chamrousse

 

Beaune Hotel Dieu

Cantina del vino di Bourgogne

 

Digione Palais de Ducs et des Estats de Bourgogne

Cattedrale di Notre Dame

 

Troyes Cattedrale di Saint Pierre e Saint Paul

 

Reims Cattedrale di Notre Dame

Cave de Champagne

 

Parigi Cattedrale di Notre Dame

Jardin des Tuileries (Parco di Parigi)

Place de la Concorde

Champs Elysees

Arc de Triomphe

Place De Gaulle

Palazzo del Louvre - Museo del Louvre

Place Vendome

Tour Eiffel

Invalides

Dome des Invalides - Tomba di Napoleone

Quartiere Latino

Pantheon

Chiesa di Saint Etienne du Mont

Saint Germaine des Prés

 

Fontainebleau Castello

 

Chartres Cattedrale di Notre Dame

Versailles Palazzo

I Trianon

Giardino

 

Caen Memorial di Caen - Sbarco 6-6-1944

 

Bayeux Sbarco 6-6-1944 - Spiaggia di Omaha Beach

 

Colleville Cimitero militare americano

 

Le Mont Saint Michel Abbazia - Marea

 

Bretagna Spiagge - Mare - Itinerari

 

Treguier Giro della costa del granito rosa

 

Plov Balay Cap Fréhel

 

Dournanenez Finistére e mare

 

Locronan Paese antico di Cornovaglia

 

Benodet Marea

 

Tours Castello di Azay le Rideau

 

Saumur Castello

 

Chinon Monumento a Giovanna d'Arco

 

Villandry Castello

 

Blois Castello

 

Amboise Casa di Leonardo da Vinci

 

Chambord Castello

 

Chenonceaux Castello

 

Aix s/ Vienne Ceramica di Limoges

 

Lourdes Basilica - Piazza - Grotta

 

Séte Spiaggia

 

Aigues Morte Camargue

 

Avignone Palazzo dei Papi

 

Carpentras Giro del mont Ventoux

 

Grasse Profumi

 

 

 

 

 

 

 

 

 

RIEPILOGO DI ALCUNI COSTI

 

 

 

 

TOTALE

MEDIA GG.

Giorni

29

 

Km Percorsi

5395

135.0

Benzina litri

830

28.6

Media Km/litro

 

6.5

Benzina costo

862.11

 

Benzina costo medio al litro

 

0.962

Autostrada

77.22

2.66

Ristorante

328.10

11.31

Parcheggi Aree di sosta

21.30

0.73

Campeggi n° 11 gg. 15

336.68

11.61

Entrate musei e luoghi vari

431.60

14.88

Metro/Bus

126.40

4.36

Mangiare

860.37

29.67

Varie

282.97

9.76

TOTALE EURO

3330.75

114.85

 

 

 

 

 

Ottobre, 2002

 

 

Liliana e Giuseppe

Ariella e Giancarlo

giuseppe.faggian2@tin.it