Camper e Giramondo Viaggi di gruppo in camper
per 5 continenti

www.camperisti.it - info@camperisti.it

Camper e Giramondo

camper gruppo
Viaggi Estivi:
Irlanda, Norvegia Baltico
Home
I nostri viaggi
Informazioni
Chi siamo
Viaggiatori

GRECIA 2003

TRA STORIA

E MARE

 

  1. PERIODO: dal 10 agosto al 26 agosto 2003
  2. EQUIPAGGIO: ANDREA ENRICA MARCO (anni: 36 - 35 - 6)
  3. MEZZO: SAFARIWAYS ASSUAN, su FORD 2000 benzina, gas

del 1991. ( GIGIO BLU )

  1. KM PERCORSI: 1850
  2. SPESA BENZINA: € 200,00 litri 200
  3. SPESA GAS: 40,00 litri 76
  4. MEDIA KM/LT: 6,70
  5. SPESA AUTOSTRADA: € 20,00
  6. SPESA TRAGHETTI: € 523,00
  7. SPESA CAMPEGGI: € 166,00
  8. TOTALE SPESE: € 1500,00
  1. TEMPO METEOROLOGICO:
  2. Tempo sereno giorni 16
  3. STRADE: Solo strade statali buone al nord pessime all'estremo sud
  4. PROBLEMI: foratura di un pneumatico

Eccoci qui, dopo tanto tempo le desiderate ferie sono arrivate, e noi siamo pronti alla partenza, questa volta con destinazione Grecia :-3,-2,-1, si parte !!!

Il nostro equipaggio è così composto:

Io, il capitano tuttofare (cuoco, guidatore, meccanico e a volte anche navigatore); mia moglie e nostro figlio Marco di cinque anni che è la mascot del viaggio. Un momento non posso dimenticare di presentarvi il nostro camper Safariways Assuan che abbiamo chiamato Gigio blu lungo m. 5,30, senza del quale non avremmo potuto fare questa splendida vacanza.

Domenica 10 agosto

La mattinata trascorre tranquillamente a casa e la partenza è prevista alle 13:00. Partiamo per il porto di Ancona il quale dista solo 30 Km da casa e alle 15:00 c'imbarchiamo dopo l'attesa sotto un sole "cocente" (40° gradi). Alle 16:45 anche se con 15 minuti di ritardo, salpiamo con destinazione JGOUMENITSA (GRECIA) con una meravigliosa nave dell'ANEK LINES (Ellenic Spirit) Non siamo stati fortunati perché essendo lontano dalle aperture è un caldo bestiale, quindi lasciamo Gigio Blu nell'open dek e facciamo un giro di perlustrazione di tutta la nave, fino a raggiungere la piscina e non c'è bisogno di dire che approfittiamo subito per fare un bagno rinfrescante. Il resto della serata la passiamo oziando nel tentativo di vedere le stelle cadenti, sì perché proprio questa notte è la notte di San Lorenzo. Purtroppo le luci della nave ci creano qualche problema offuscando la visuale e così alle 23:00 andiamo a letto.

 

Lunedì 11 agosto

Dopo una notte trascorsa meglio del previsto sia per il caldo sia per il mal di mare, alle 9.00 sbarchiamo (senza dimenticarsi di rimettere l'orologio un'ora più avanti) e ci dirigiamo a Joanina. Qui visitiamo l'isola d'ALI PASCIA' (personaggio molto turbolento della storia Greca) e il monastero ora diventato museo, dove costui fu ucciso.Nella serata arriviamo a Kalambaka-Kastraki e davanti a noi a poco a poco sì "materializzano"le Meteore creando un paesaggio straordinario. Queste Meteore sono degli imponenti pinnacoli di roccia liscia piena di buchi come formaggio Emmental, alla cui sommità sono stati costruiti molti secoli fa dai monaci dei monasteri. Questi monaci prima vivevano nelle caverne alla base dei pinnacoli, poi per sfuggire alle incursioni si arrampicarono sempre più in alto fino ad arrivare alla cima di suddetti pinnacoli.

I monasteri visitabili sono 5 e pur vedendoli da fuori, danno un'emozione grandissima perché sembra di essere in un film,una cosa quasi irreale. Dopo aver scattato le indispensabili foto di rito ad uno stupendo tramonto, trascorriamo la notte al Camping Vrachos Kastraki (€ 18) ottimo come posto perché proprio sotto le famose meteore

.

LE METEORE

Martedì 12 agosto

Dopo esserci svegliati, al mattino come prima cosa visitiamo uno dei monasteri e facciamo un giro intorno agli altri 4, e ci dirigiamo poi verso Atene dove arriviamo nella serata. Qui ci sistemiamo al Camping Atens (€ 42 due notti, provvisto anche di scarico per wc nautico) anche questo ottimo come posizione perché c'e un buon collegamento per andare al centro.Ci sono autobus con fermata davanti all'ingresso (A15 B15 dalle ore 5:00 alle 23:00)

Mercoledì 13 agosto

Una bellissima nottata passata al fresco (non pensavamo fosse così fresco ad Atene di notte), e si parte alla scoperta di questa città: prima tappa l'Acropoli (€ 12 a persona). Il piu antico ed importante monumento del mondo occidentale incoronato dal Partenone;è in cima ad un colle che sembra vegliare su Atene ed è visibile da quasi ogni punto della città. Continuando il nostro giro arriviamo all'antica Agorà (mercato) luogo di ritrovo degli antichi Ateniesi, e proseguiamo poi per Plateaia Monastrakiou dove si trova il caratteristico mercatino delle pulci. Si attraversa la Via Pandrossou la strada che sta a testimoniare il vecchio bazar turco, oggi piena di negozi di souvenir che vendono di tutto dagli oggetti "pacchiani" a poco prezzo ai gioielli e all'abbigliamento di classe:un consiglio… se dovete comprare regali fatelo qui, perché i prezzi sono accessibilissimi! Al numero 89 di questa via si trova Stavros Melissinos il "poeta fabbricante di sandali"d'Atene che può vantare tra i suoi clienti i Beatles e Jackie Onasiss. La fama e la fortuna non gli ha dato alla testa e Stavros continua a realizzare i migliori sandali d'Atene a prezzi variabili tra i 10€ 20€. Dopo aver acquistato diversi souvenir, ci dirigiamo in Piazza Sintagma per visitare il Parlamento dove montano di guardia gli Evzones e fortunatamente assistiamo proprio al cambio della guardia dove i militari vestono di caratteristiche uniformi con gonnellino molto corto e scarpe con pon-pon, e spesso per questo motivo sono oggetto di commenti ironici da parte dei turisti.

A fine serata,con la funicolare (€4 a persona) andiamo sul colle del Lycavitos dove si ha una stupenda panoramica dall'alto di tutta la città.Stanchi e sfiniti ritorniamo al campeggio …..domani ci aspetta un'altra stupenda giornata.

ACROPOLI DI GIORNO E BY NIGHT

Giovedì 14 agosto km 144

Al mattino lasciamo Atene diretti a Capo Sounio per visitare il tempio di Poseidone (€ 4 a persona). Questo è situato su di uno sperone roccioso a picco sul mare ed è bellissimo il contrasto che c'è tra il bianco delle colonne di marmo e il blu del mare.Dopo una veloce visita decidiamo di fermarci su di una spiaggia poco distante da li, per passare il pomeriggio, ed immergersi nelle stupende acque.La notte ci fermiamo a dormire al Camping Isthmia (€19.50 senza elettricità) vicino al canale di Corinto

CAPO SOUNIO

  CANALE DI CORINTO

Venerdì 15 agosto

Il campeggio è bellissimo,ci sono piazzole sulla spiaggia totalmente ombreggiate,ci trascorriamo la mattinata,la spiaggia è bellissima e l'acqua è trasparente,proprio un vero paradiso. Festeggiamo il ferragosto come di rito con dolce e spumante portato appositamente da casa; alle 17:00 lasciamo il campeggio per andare a visitare il famoso canale di Corinto realizzato da Nerone. Costui intraprese un vero e proprio scavo nel 67d.C;essendo l'imperatore diede personalmente il via ai lavori usando un piccone d'oro e lasciò poi il compito di continuare l'ardua impresa a 6000 prigionieri ebrei.Il progetto fu ben presto interrotto dall'invasione dei Galli e soltanto nel xix un impresa di costruzione francese riuscì a portarlo a compimento. Il canale è lungo 6 KM largo 23 M e profondo 90 M, la vista sul canale è una cosa straordinaria specialmente quando è attraversato da una petroliera come nel nostro caso.Poi verso le 18.30 si riparte per arrivare verso le 20:00 al famoso teatro d'Epidauro dove pernottiamo con tantissimi altri camper,ed è un piacere vedere che sono in prevalenza italiani

TEATRO DI EPIDAURO

Sabato 16 agosto

Tutti svegli e pronti per visitare il teatro (€ 6 a persona).Molto ben conservato e celebre per la straordinaria acustica, pensate che il rumore di una monetina lasciata cadere nel suo centro si può udire persino dal sedile più in alto. Può accogliere fino a 14.000 persone. Da Epidauro siamo intenzionati a dirigerci verso il mare e smettere di visitare siti archeologici, Verso l'ora di pranzo, arriviamo a Nafpilo, qui ci sistemiamo sul molo con visita della caratteristica fortezza del Bourtzi, che sorge su un'isoletta a circa 600M dal porto. L'intenzione è di visitare la cittadina nelle ore più fresche del pomeriggio,cerchiamo di trovare una spiaggia per fare un bagno ma non trovando quella che abbiamo letto nella nostra guida decidiamo di continuare il viaggio.Vicino Tripoli sfortunatamente foriamo una ruota posteriore che ripareremo in città da un gommista aperto anche il sabato pomeriggio e molto onesto € 6 per la sostituzione della valvola la quale ha ceduto per l'alta temperatura, cosi arriviamo alle 22:00 a Viglafia, e prendiamo il traghetto per Elafonissi (15 minuti di traghetto per € 18.90 due adulti e un bambino ed il camper). Arrivati sull'isola andiamo verso la spiaggia di Simos dove sappiamo esserci l'unico campeggio dell'isola (€ 15 senza elettricità a notte)

Domenica 17-18-19-20- agosto

Al mattino appena svegli raggiungiamo la spiaggia che non si vede dal campeggio perché coperta da dune di sabbia. Ci siamo resi conto che tutto ciò che avevamo letto corrispondeva a verità, l'acqua è limpida, di un colore turchese, sembra una spiaggia delle Maldive o dei mari del sud e subito abbiamo deciso che ci saremmo fermati lì il più a lungo possibile perché non sarebbe stato facile trovare un posto altrettanto bello.Per i prossimi quattro giorni la nostra giornata tipo consiste nel fare bagni e riposarsi al sole, mangiare e dormire! Una sera ci rechiamo al ristorante del campeggio dove assaggiamo tre piatti tipici della cucina greca il Souvlaki (pezzetti di carne bovina e suina cotti ai ferri e infilzati ad uno spiedino in metallo o legno con contorno di patate fritte) il Moussaka (fatto di salsa di ragù a strati con larghe fette di melanzane e di patate, il tutto coperto con la besciamella e poi cotto al forno) la FETA (formaggio nazionale bianco molto saporito).Quattro giorni di vero e proprio relax!!!

Giovedì 21 agosto

Oggi a malincuore lasciamo questo paradiso, facciamo un giro per il paese e, lasciata l'isola ci dirigiamo per il pranzo a Neapoli, parcheggiamo sul lungomare, facciamo una passeggiata, e assaggiamo anche il polipo cotto lungo il marciapiede un po' duro ma molto buono, Partiamo da Neapoli e ci dirigiamo al canale di Corinto, dove arriviamo la sera alle 22:00 passando per Sparta e Tripoli; la strada più veloce per raggiungere il nord del Peloponneso.

Venerdì 22-23 agosto

Al mattino nuova visita al canale e si riparte in direzione Patrasso dove abbiamo l'intenzione di trascorrere gli ultimi tre giorni in una spiaggia. Nelle vicinanze decidiamo di fermarci a Kalogria, Qui c'è una bella spiaggia all'interno della piu grande zona palustre d'Europa, ci sistemiamo in un bel parcheggio proprio sulla spiaggia, ci tuffiamo subito in acqua. Bellissima la spiaggia con sabbia fine e acqua pulita anche se non paragonabile a quella d'Elafonissi. Gli unici inconvenienti sono le zanzare la sera e la doccia in spiaggia con acqua maleodorante

Domenica 24 agosto

Dopo pranzo ci dirigiamo verso Patrasso e ci fermiamo al camping Kato Alissos (€ 15.80) molto carino, ma di spiaggia non c' è neanche l'ombra e trascorriamo qui le ultime ore prima del rientro. Che peccato!

Lunedì 25 agosto

Siamo dispiaciuti oggi è il giorno del rientro; alle 13.00 si parte per Patrasso, ci imbarchiamo,questa volta siamo più fortunati siamo proprio vicino al finestrone, ore 17.30 puntuali partiamo. Appena partiti ci tuffiamo tutti in piscina, e prendiamo l'ultimo sole

Martedì 26 agosto

Durante la notte ci sorprende un bel temporale con tuoni, lampi e saette gli spruzzi d'acqua arrivano fino al ponte dove siamo parcheggiati ma fortunatamente la nave non ondeggia molto. Purtroppo il maltempo ci accompagna fino al porto d'Ancona dove arriviamo alle 14.30 puntuali e molto riposati. Tornati a casa ci aspetterà la solita routin ma sarà addolcita dal ricordo di questi magnifici luoghi,che spero un giorno anche voi potrete visitare!

Conclusioni

Così finisce la nostra vacanza in Grecia, non restano che ricordi bellissimi come :

-Le Meteore al tramonto

-Il canale di Corinto

-Atene con la sua Acropoli

-Elafonissi con la sua meravigliosa spiaggia e l'acqua trasparente simile ai Carabi.

e tante indescrivibili emozioni e sensazioni che speriamo essere riusciti a trasmettervi.

Un ciao affettuoso a tutti gli amici camperisti

ANDREA CAMPANELLI (gigioblu@interfree.it).

Monsano (Ancona)

Camper e Giramondo Home Page