Camper e Giramondo Viaggi di gruppo in camper
per 5 continenti

www.camperisti.it - info@camperisti.it

Camper e Giramondo

camper gruppo
Viaggi Estivi:
Irlanda, Norvegia Baltico
Home
I nostri viaggi
Informazioni
Chi siamo
Viaggiatori

Ksar Ghilane: il sahara in camper

NOTA BENE: aggiornamento gennaio 2007
E' stata asfaltata la pista dell'oleodotto, quindi è ora possibile raggiungere tranquillamente l'oasi in camper o in auto. Rimangono invece sabbiose le strade dentro l'oasi, per raggiungere la sorgente ed i 3 campeggi. La strada asfaltata termina al villaggio, a 200 mt dall'oasi ed a 400 mt circa dalla sorgente. Nel frattempo l'oasi è diventata sempre più frequentata, con qualche problema di affollamento per il bagno nella sorgente. Rimane sempre un posto splendido ma ha perso un poco del fascino di un tempo.--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Vi è un oasi poco descritta nelle guide ma conosciuta dagli amanti del sahara e raggiunta dai giri organizzati dagli hotel della costa, che è raggiungibile in camper. Si trova a circa 100 Km dal più vicino asfalto, ha molte palme, un campeggio, una sorgente di acqua termale a 40° con piscina naturale (ottima per bagni invernali), è ai margini di un piccolo erg (deserto di dune) che si estende per chilometri in mezzo al quale vi è un fortino romano riutilizzato dalla legione straniera. Si chiama Ksar Ghilane.

Cosa vedere


Il villaggio a sud dell'oasi è di case basse e non ha nulla di interessante. L'oasi invece è compatta e con la tipica struttura di piccoli appezzamenti contornati da palme, irrigati da un capillare sistema di canali, in questo caso di acqua calda. Nel lato nord l'oasi confina con il deserto di sabbia, una distesa di piccole dune alte 5-8 metri, in mezzo alle quali su una piccola collina si vede il forte distante 3 Km. Si puo' raggiungere a piedi, oppure affittare un cammello (più scomodo che a piedi) per 10 DT per 2 ore (prezzo invernale). Il punto di partenza è dalla sorgente, una pozza grande come una piscina di acqua limpida a 40 gradi.
Unico alloggio per i turisti i due campeggi (uno alla sorgente, l'altro nei pressi del serbatoio), affittano anche posti nelle tende beduine ed hanno una sala per i pasti (portarsi i viveri); niente corrente elettrica. Ora è stato anche costruito un nuovo hotel confortevole con camere costituite da grandi tende bianche e con una torre da cui si gode un bel panorama sull'oasi e sul deserto

Come arrivarci


NOTA BENE:
Dall'inverno 2000-2001 il forte vento ha portato molta sabbia nella zona intorno a Ksar Ghilane. E' ancora possibile raggiungere con il proprio camper l'oasi, ma ci si insabbia diverse volte ed occorre lavorare di pala e pedane. In compenso vi è abbastanza traffico, che ha peggiorato l'ondulè sulla pista, ma rende possibile avere qualche aiuto in caso di grave difficoltà.
L'alternativa è prendere un fuori strada in affitto a Douz ed a quel punto tagliare per il deserto (chiedete espressamente di non fare la pista all'andata, ma tagliare per giungere al forte romano ed all'oasi da ovest). La zona ha molte dune che rendono indimenticabile il paesaggio e quindi la rinuncia al proprio mezzo viene ripagata da un tragitto piu' interessante.

Vi sono diverse piste per raggiungere con il proprio mezzo l'oasi, le elenchiamo in ordine di difficoltà crescente:
- 1) dalla strada Douz - Matmata (76 Km di cui 61 Km. di pista abbastanza buona in circa 3 ore)
Dalla nuova strada asfaltata Douz - Tamezret - Matmata si prende la pista dell'oleodotto; l'incrocio si trova a circa 68 Km. da Douz e 32 da Matmata dove vi è un bar. La pista va sempre diritta verso sud per 61 Km.; vi sono anche alcuni cartelli lungo la strada. Dopo 32 Km. si sorpassa il bart posto in corrispondenza di Bir Soltane. Dopo altri 17 Km. si incontra un guado con molta sabbia: è l'unico punto difficile, possono essere necessarie delle pedane (oppure delle tavole) ed un cavo di traino lungo per farsi aiutare dai fuoristrada di passaggio. Altri 10,7 Km. e si trova il vecchio bivio con un cartello che indica Ksar Ghilane: proseguire per un altro Km. e si trova la strada asfaltata che in 14 Km. giunge a destinazione.
(fatta nel gen. 1999)
- 2) da Beni Keddache (71 Km. di cui 55 di pista abbastanza buona in circa 2 ore e mezza)
Si entra a Beni Keddache e si va diritto, poi a sinistra (c'è un cartello); a 2 Km. dal paese finisce l'asfalto (anche se tornerà per alcuni tratti). Dopo altri 3 Km. si oltrepassa un villaggio (la pista passa anche fuori). Si prosegue sempre verso ovest, puntando verso un'interruzione della catena di colline all'orizzonte. Dopo altri 3 Km. ci sono delle case ed una scuola. A 20 Km. da Beni Keddache vi è un bivio con cartelli, a 30 Km. un altro sempre con cartelli. Si cominciano a vedere le dune di Ksar Ghilane all'orizzonte, ed i successivi 17 Km. sono di pista più brutta (sassi) fino a sboccare sulla pista dell'oleodotto. Si prende a sinistra e dopo tre Km. la si lascia prendendo verso destra la nuova asfaltata per Ksar Ghilane.
- 3) attraverso le dune da Douz (5-6 giorni a piedi oppure in fuoristrada) Se siete per l'avventura a tutti i costi, da Douz è possibile affittare un cammello per i bagagli ed una guida (non vi è pista segnata) e dopo 5-6 giorni di viaggio arriverete al forte ed all'oasi. Alcuni la fanno con i loro mezzi fuoristrada affrontando la sabbia, ma vi è anche una pista più a nord. Per informazioni sulle escursioni si può contattare il propietario del camping Desert Club di Douz che è un italiano di Modena, tel. e fax: 00-216-5-470575

(G.B. e S.G.)

Deserto in camper
Per informazioni utili sulla Tunisia vedi la pagina del sito CTS

Camper e Giramondo Home Page