Camper e Giramondo Viaggi di gruppo in camper
per 5 continenti

www.camperisti.it - info@camperisti.it

Camper e Giramondo

camper gruppo
Viaggi Estivi:
Irlanda, Norvegia Baltico
Home
I nostri viaggi
Informazioni
Chi siamo
Viaggiatori

VIAGGIO VERSO IL MAR NERO

DAL 14 GIUGNO AL 30 LUGLIO 2007

PREMESSA

Con questo viaggio completiamo il tragitto lungo il Danubio iniziato da Vienna nel 2005 sino alla

foce in Romania. Naturalmente questo era solo un pretesto per visitare sia quest'ultimo paese sia la

vicina Bulgaria. Con il computer ho preparato l'itinerario che prevedeva, dopo Romania e Bulgaria,

il mare in Grecia. Come sempre mi sono documentato su cosa vedere in queste nazioni in particolar

modo tramite le pubblicazioni del TCI. Su internet invece ho cercato notizie sui campeggi e sulle

aree di sosta; qualcosa si è trovato per i campeggi, poco o niente per le zone ove sostare. Niente

camper service. Io e mia moglie Liliana (che chiamo mamma) siamo partiti il 14 giugno con il

nostro camper Elnagh che nonostante i suoi 120000 chilometri sinora ci ha sempre accompagnato

nel migliore dei modi. Ritorneremo a fine luglio.

DIARIO DEL VIAGGIO

14 - 15 giugno 2007, giovedì e venerdì, 1 e 2 giorno

Km giornalieri 389, progressivi 389 Nazione: Italia

Notte a Conegliano Veneto Dove: Vicino campo sportivo

I primi due giorni sono di trasferimento verso il confine con la Slovenia con sosta nel padovano per

salutare alcuni parenti e amici.

16 giugno 2007, sabato, 3 giorno

Km giornalieri 290, progressivi 679 Nazione: Italia - Slovenia

Notte a Bled Dove: Campeggio Bled *****

Da Conegliano verso Gorizia abbiamo attraversato la città di Pordenone ove, più di 40, fa ho svolto

il servizio militare presso l'8° Bersaglieri. Ho riconosciuto la vecchia caserma che ora è diventata

un centro sociale. Peccato avrei volentieri rivisto il piazzale delle adunate. Arrivando a Gorizia,

sosta non prevista, ho notato quanto distacco vi è ancora con i vicini (anzi vicinissimi….) sloveni. I

cartelli indicanti la Slovenia sono pochissimi ed anche mal posizionati (questa è la mia

impressione). In anticipo di qualche mese abbiamo fatto visita a Caporetto, ora Kobarid, per il

90esimo anniversario della disfatta. Un bel paesino animato con un grande museo della Grande

Guerra ove, tra l'altro, si proietta un filmato, in varie lingue, della battaglia di Caporetto del 1917.

Dopo abbiamo continuato verso Kraniska Gora sempre costeggiando l'Isonzo fino ad arrivare, dopo

49 tornanti con pendenze fino al 14%, in cima al passo di Vrsic a m. 1611 nel centro del Parco

Nazionale del Triglav. Poi discesa verso Kraniska Gora e poi fino a Bled con sosta nell'omonimo

campeggio.

17 - giugno 2007, domenica, 4 giorno

Km giornalieri 000, progressivi 679 Nazione: Slovenia

Notte a Bled Dove: Campeggio Bled *****

In questo campeggio di Bled (nella foto il lago) ci

eravamo già stati nel 1981. E' il secondo campeggio

che troviamo a 5 stelle, l'altro nel 2000 in Norvegia,

e le stelle le merita tutte: ottimi i gruppi servizi, la

pulizia, l'animazione, gli sport. La prima volta

purtroppo lo ricordiamo per la pioggia, oggi invece è

stata una bella giornata di sole con solo qualche

nuvola e l'abbiamo trascorsa passeggiando attorno al

lago ed ammirando le gare di canottaggio per il quale

è conosciuto. Mi sono sbizzarrito con le foto.

18 - giugno 2007, lunedì, 5 giorno

Km giornalieri 221, progressivi 900 Nazione: Slovenia

Notte a Ptuy Dove: Campeggio Terme ****

Prima di lasciare Bled, alle sette del mattino, ho fatto il giro del lago in bicicletta. Poi verso Skofja

Loka per visitarne il bel centro. Il castello sapevamo che era chiuso perché oggi è lunedì, ma il

custode ci ha permesso di visitarne la Cappella ove vi sono grandi sculture di legno intarsiato di

quattro Santi, molto belle. Ringraziamo il custode. Visitato il centro di Rogaska Slatina, niente di

particolare. La notte passata in un buon campeggio che fa anche da stazione termale; peccato che ha

piovuto tutta la sera e non si è potuto vederlo bene. Al mattino notato la costruzione di piscine e

della zona sportiva; per il 2008 sarà una buona sosta.

19 - giugno 2007, martedì, 6 giorno

Km giornalieri 444, progressivi 1344 Nazione: Slovenia - Ungheria

Notte a Szeged Dove: Campeggio Napfeny **

Tappa di puro trasferimento verso la Romania. Il passaggio di frontiera è ormai solo una formalità e

dalla Slovenia siamo passati in Ungheria. Volevano fermarci a Baja in riva al Danubio ma il

campeggio è chiuso, peccato perché ci sarebbe piaciuto fare tappa. A Szeged abbiamo dormito al

Napfeny che è meno delle due stelle che è accreditato.

20 - giugno 2007, mercoledì, 7 giorno

Km giornalieri 164, progressivi 1508 Nazione: Ungheria - Romania

Notte a Timisoara Dove: Campeggio International ***

A mezzogiorno siamo arrivati in Romania. In frontiera acquistato la "rovinieta" che serve per

transitare sulle strade statali ed autostrade. Il primo impatto rispetto all'Ungheria è negativo, per la

segnaletica stradale, per le strade in non buone condizioni, (specialmente nei centri città come Arad

e Timisoara), con buche (che botta!) anche notevoli, semafori piccoli e posizionati in alto e non ben

visibili, incroci di grande traffico ma senza semafori. Speriamo meglio per il proseguimento del

viaggio. Buono invece il campeggio, grande e ben tenuto, ombreggiato (in questi giorni fa molto

caldo, oltre i 30°). Oggi sono arrivati 15 equipaggi tra roulotte e camper, olandesi e belgi,

evidentemente per un viaggio organizzato. Pomeriggio di riposo e preparazione per le visite di

domani in centro città.

21 - giugno 2007, giovedì, 8 giorno

Km giornalieri 000, progressivi 1508 Nazione: Romania

Notte a Timisoara Dove: Campeggio International ***

Siamo andati in centro di Timisoara

(nella foto piazza Victoriei) con il

filobus che ferma nelle vicinanze del

campeggio. I filobus qui sono tutti molto

vecchi. Il prezzo è di 2.50 lei per due

persone (0.80 euro). Il centro è più

vecchio che antico, molte le opere

d'abbellimento in corso d'opera.

Caratteristica la piazza Unirii (dell'Unità),

molto grande, con fabbricati d'epoca,

diversi bar e ristoranti, un prato al centro

con panchine ma senza vegetazione. In

allestimento un palco per il concerto

serale. Più moderna la piazza Victoriei

dominata, da una parte dal Teatro

Romano, al centro dalla Lupa Romana, e dall'altra parte dalla Cattedrale Metropolitana.

Completamente chiusa al traffico, è il regno dei bar e delle passeggiate con diversi alberi che ne

assicurano la frescura (ottimo di sera con questo caldo). Vi è anche il monumento ai caduti del 22

dicembre 1989 il giorno della rivoluzione contro Ceaucescu. Rientro in campeggio con lo stesso

filobus scassato, ma, come già detto, qui tutti sono così. Riposo.

22 - giugno 2007, venerdì, 9 giorno

Km giornalieri 235, progressivi 1743 Nazione: Romania

Notte a Simeria Dove: Campeggio International ***

Dopo diversi giorni di caldo questa notte un furioso temporale, oltre che a rinfrescare, ha spezzato

diversi rami del campeggio fortunatamente senza danni. Lasciato Timisoara abbiamo fatto sosta a

Sarmizegetusa un sito con rovine romane. Il luogo ha diversi proprietari del terreno ove vi sono gli

scavi e pertanto non tutto è visitabile. A Densus, sperduta in mezzo alla campagna e lontana della

strada statale, vi è una piccola ma bella chiesa con bei affreschi al suo interno. L'esterno è

circondato da un cimitero non ben tenuto (erba alta). Per vie secondarie, non peggio delle altre,

siamo arrivati a Hunedoara dove vi è il Castelul Corbenestilor. Veramente imponente all'esterno

con tanto di ponte elevatoio, quanto disadorno all'interno. Di notevole due belle grandi sale con

qualche affresco. Parecchi i turisti. Arrivando in questa città abbiamo notato un settore cittadino

abitato da Rom con curiose case con tetti a pagoda ed altre stranezze da noi mai viste. Il campeggio,

anche in questo caso abbinato ad un complesso turistico, non è ben tenuto soprattutto nei servizi e

docce veramente scadenti. Peccato. Parlando con un rumeno, che è stato in Italia, ora so che "mare"

in romeno vuol dire grande (si trova molte volte sulle cartine). Si scrive rumeno o romeno? Mah.

23 - giugno 2007, sabato, 10 giorno

Km giornalieri 406, progressivi 2149 Nazione: Romania

Notte a Vatra Dornei Dove: Campeggio Autotourist **

Nel programma di oggi era prevista una lunga giornata, è diventata una giornata pesante e

lunghissima. Al mattino ci siamo spostati ad Alba Iulia e, dopo gli acquisti in un supermercato,

siamo andati a visitare la Cetatea (Cittadella). Si tratta di una zona con diversi edifici chiese e

palazzi tutti racchiusi in un muro a forma ottagonale. Dopo essere passati sotto la bella Torre

d'ingresso si è in uno spazio tutto pedonale ove vi sono i vari palazzi e le chiese da visitare. Noi

abbiamo visitato la bella chiesa ortodossa ed in seguito il museo etnografico ove sono esposti gli

"attrezzi di una volta": l'arcolaio il telaio il fuso ecc.. La parte più importante però è la sala con la

scrivania ove, il 1 dicembre 1918, fu firmato l'accordo che sancì la Grande Romania. Dopo pranzo

siamo partiti verso Cluj Napoca ma ho sbagliato strada e la mancanza di cartelli stradali ha fatto il

resto: quasi due ore per strade non asfaltate, strette, in salita; un vero supplizio. Ripresa la strada

principale, in questo caso ottima, siamo arrivati alla meta. Questa città però non ha campeggi,

pertanto abbiamo proseguito verso Vatra Dornei ove ve ne segnalato uno. Purtroppo da qui in

avanti abbiamo trovato: un tratto di strada di 50 chilometri con fondo in cemento, rumorosissimo,

con velocità massima a 60 orari; altri 83 chilometri pessimi con lavori in corso su tutto il tragitto e

altre 4 ore per arrivare alla meta. Questa strada ci ha portati al passo Tihuta a 1200 metri sul mare.

Accompagnati da diversi temporali. A lavori finiti sarà una bella passeggiata in montagna, ma nel

giugno del 2007…. Siamo arrivati in campeggio alle 10,30, niente reception, ma siamo entrati

ugualmente. Sembra buono.

24 - giugno 2007, domenica, 11 giorno

Km giornalieri 000, progressivi 2149 Nazione: Romania

Notte a Vatra Dornei Dove: Campeggio Autotourist **

Dopo la giornata di ieri oggi riposo in campeggio a parte una passeggiata nel centro pedonale carino

con negozi e bar. Essendo domenica abbiamo notato come assistono alla funzione religiosa di rito

ortodosso. Prima cosa è molto più lunga della nostra messa, poi molte persone sono fuori chiesa per

mancanza di posto ed anche il segno della croce è molto diverso che da noi. Il campeggio è buono

anche se per i servizi bisogna accontentarsi. Dopo l'esperienza di ieri per domani avevamo pensato

di modificare il nostro itinerario ma l'arrivo di due camperisti di Lugano ci ha fatto ritornare alle

origini. In particolare ci hanno affermato che la zona della Bucovina e dei relativi monasteri ha

della buone strade e che loro gli hanno visitati senza problemi. Domani verificheremo.

25 - giugno 2007, lunedì, 12 giorno

Km giornalieri 206, progressivi 2355 Nazione: Romania

Notte a Suceava Dove: Laghetto Mitocu Dragomirnei

Abbiamo fatto bene a fidarci di Andrea e Nicla:

a parte un breve tratto di lavori in corso il resto

della strada è stata buona in alcuni tratti

addirittura ottima. Anche il traffico è stato

inferiore ai giorni precedenti. Abbiamo visitato

i seguenti Monasteri: Voronet (foto),

Moldovita, Sucevita, Patrauti e Dragomirna.

A nostro livello culturale i 5 monasteri si

equivalgono, tutti molto belli e soprattutto i

primi tre con affreschi stupendi sulle pareti

esterne perfettamente conservati. A noi è

piaciuto soprattutto il primo quello di Voronet.

Noi effettuiamo le visite valendoci dei libri

Verdi del TCI, ma in questo caso ci siamo anche "appoggiati" a qualche guida che, in italiano e

spagnolo, descriveva i posti ai loro turisti arrivati con i numerosi pullmann parcheggiati. In questa

zona si attraversano paesi tutti uguali, lunghe file di case ai due lati della strada con panchine per i

vecchi. Tanti carri trainati da cavalli e tantissimi animali che vagano per le strade, oche galline

cavalli e soprattutto mucche che da sole ritornano verso casa. Questa notte la sosta è vicino ad un

laghetto con ristorante. Ci ha promesso che avremmo mangiato romeno, speriamo bene.

26 - giugno 2007, martedì, 13 giorno

Km giornalieri 203, progressivi 2558 Nazione: Romania

Notte a Iasi Dove: Vicino Palazzo della Cultura

Un buon brodo per iniziare, poi carne di

maiale alla brace con contorni. Per ultimo una

specie di grappa di prugne. Questa è stata la

cena di ieri sera. Tutto ok. Partiti presto da

Suceava, arrivati a Botosani, abbiamo preso

una scorciatoia verso Iasi (nella foto Palazzo

della Cultura), ma dopo 12 chilometri è

diventata non asfaltata e non me la sono

sentito di proseguire. In questo tratto

comunque abbiamo ritrovato la Romania

rurale con carretti trainati dai cavalli con pozzi

dell'acqua sul ciglio della strada, traffico quasi inesistente. Oggi fa' molto caldo, 40 gradi,

vegetazione azzerata, evidentemente il vento, come oggi, è quasi sempre violento. Ad Iasi visitato la

Biserica dei Trei Ierarhi (Basilica dei Tre Gerarchi) con accompagnatore compreso nel prezzo,

cinque lei. Bella e interessante peccato che l'esterno, che è unico nel suo genere, vi siano dei

ponteggi per la ristrutturazione. Imponente e spettacolare il Palazzo della Cultura che contiene 4

musei che però non abbiamo visitato. Questa sera, caldissima, abbiamo pernottato in una piazza

vicino al Palazzo e ci siamo mangiati una pizza. Buona.

27 - 28 giugno 2007, mercoledì e giovedì, 14 e 15 giorno

Km giornalieri 381, progressivi 2939 Nazione: Romania

Notte a Brasov Dove: Campeggio Darste ***

Notte di temporali con il vantaggio che la temperatura è scesa di parecchio. Oggi ci siamo dedicati

alla natura attraversando le Gole di Bicaz, una fenditura di 300/400 metri, apprezzata

turisticamente. Poco dopo c'è il Lago Rosu, cosiddetto perché diventa rosso, ma non oggi.

Evidentemente ci vogliono delle situazioni particolari, sole o orari diversi, di quelle odierne. Altra

caratteristica del lago la presenza di alberi pietrificati galleggianti in superficie come a Plitvice in

Croazia. Volevano fare tappa in questo posto ma abbiamo preferito proseguire e, dopo aver superato

il passo Bicaz a 1256 msl, siamo arrivati a Brasov. Il campeggio l'abbiamo trovato abbastanza in

fretta, ma potevamo far prima se ascoltavo il mio "navigatore umano" (la mamma) che mi dava le

giuste indicazione da me non ascoltate. Buono il campeggio, con spazi ben segnalati, con acqua e

luce in ogni piazzola. Buoni i servizi ben puliti anche se non nuovissimi; presenti anche zone per far

da mangiare con fornelli e lavatrici per lavare. Il giorno dopo riposo o quasi, la mamma che lava ed

io che rendo ancora usufruibile il piedino d'entrata in camper che si era bloccato a causa del

terriccio raccolto particolarmente nelle zone dei lavori in corso. Tempo variabile.

29 - giugno 2007, venerdì, 16 giorno

Km giornalieri 153, progressivi 3092 Nazione: Romania

Notte a Bran Dove: Campeggio Vampire **

Semplicemente splendido il Castello estivo di

Carlo I° di Bulgaria a Sinaia (nella foto).

Bellissimo l'esterno e splendido l'interno.

Moltissimi legni pregiati ed intarsiati sia sulle

pareti sia nei soffitti. Splendidi i candelabri.

Ottimo il gusto degli abbinamenti. Ogni sala è

ispirata ad una nazione: quella italiana con vetri di

Burano e marmi di Carrara; quella spagnola

all'Alhambra; quella turca con divani e cuscini a

profusione. Piano superiore non visitabile perché

in restauro. Purtroppo non ho preso il biglietto per

fotografare. Visite solo guidate. Per noi una guida

romena-italiana. Dopo pranzo a Prejmer per visitare la Fortezza Contadina patrocinata

dall'Unesco, interessante ma senza spiegazioni. Era una massiccia fortezza, penso per ripararsi dai

nemici, con all'interno 272 alloggi per le famiglie oltre ad una chiesa. Nel museo strumenti di

lavoro e di vita dell'epoca. Ritornati a Brasov si è passeggiato per tutto il centro che, come sempre,

è pedonale. Bevuto il primo caffè romeno, buono. Bella e gremitissima la centrale piazza del

Consiglio, la Basilica però chiude alle 17.00 invece che 18.00 come segnalato, pertanto non

abbiamo potuto vedere i 119 tappeti che qui sono esposti. Poi verso Bran ed il suo campeggio che

non poteva chiamarsi diversamente: Vampire.

30 - giugno 2007, sabato, 17 giorno

Km giornalieri 265, progressivi 3357 Nazione: Romania

Notte a Sibiu Dove: Vicinanze distributore Lukoil

Giornata dedicata al Principe Vlad Tepes ovvero

l'Impalatore ovvero, come i film ci hanno tramandato,

Dracula. Il Castello di Bran (nella foto), da lui mai

abitato, è un maniero fatto di piccole stanze, tetre, con

mobili quasi tutti in nero, con scale strette ed impervie.

In una di queste scale abbiamo rischiato di incontrare

un Dracula perfettamente impersonato con una bella

damigella. L'effetto spavento sarebbe stato sicuro. In

conclusione, pur essendo completamente diverso da

quello di Sinaia, anche il Castello di Bran ha la sua tetra

bellezza e merita di essere visitato. Siamo poi andati a Sighisoara ove abbiamo visto, solo

esternamente perché ora è un ristorante, la casa ove nacque e visse per quattro anni il Principe Vlad,

la Torre dell'Orologio con il suo carillon e la bella chiesa proprio a fianco della torre con i suoi

tappeti orientali. Scendendo dalla città vecchia ci siamo fermati in una Pizzeria Spaghetteria (scritto

proprio così) con in menu 40 pizze. Noi abbiamo preso una bruschettona e due grosse, e buone,

birre per 13.50 lei meno di 5 euro. A Sibiu vana ricerca di un campeggio da tempo chiuso e sosta

per la notte vicino ad un distributore della Lukoil.

01 - luglio 2007, domenica, 18 giorno

Km giornalieri 376, progressivi 3733 Nazione: Romania

Notte a Bucarest Dove: Campeggio Casa Alba *

Anche oggi abbiamo raggruppato le visite di

due giorni in uno solo, tralasciando quelle a

Curtea des Arges e Targoviste previste per il

secondo. Molto belli i due monasteri di

Cozia (nella foto l'Inferno) e Horezu

visitati al mattino. Le visite forzatamente

solo dell'esterno in quanto, a causa delle

cerimonie domenicali, non si poteva entrare.

Anche in questa zona abbiamo rivisto i

pozzi in comune e la gente che ne attingeva

l'acqua. L'autostrada da Arges a Bucarest,

paragonandola alle nostre, è quasi una

barzelletta: ci si ferma ai lati senza problemi

a mangiarsi un panino, si attraversa a piedi, si entra dalla corsia di uscita; mancavano solo i carretti

a cavalli. In compenso però, rispetto al nord, sono aumentate le velocità e questo vale anche per

Bucarest. Colpa di cartelli mancanti e lavori in corso sulla "cintura-tangenziale" abbiamo impiegato

più di un ora per trovare il campeggio. Campeggio sui generis, in quanto è un piazzale/parcheggio

ove ci si poteva fermare allacciandoti a dei cavi elettrici lasciati sul terreno. Servizi discreti e

numerosi in quanto molti erano i bungalow e casette nascosti sotto le piante. Trovati in campeggio

una coppia di cagliaritani come noi appassionati dei lunghi viaggi, ma soprattutto della fotografia,

con i quali si è passato la serata. Solo che loro hanno macchina digitale e computer, noi per ora no.

02 - 3 - luglio 2007, lunedì e martedì, 19 e 20 giorno

Km giornalieri 000, progressivi 3733 Nazione: Romania

Notte a Bucarest Dove: Campeggio Casa Alba *

 

( Nella foto il Parlamentului) Il primo giorno completo riposo anche per un'indisposizione. In

questo campeggio vi è un

notevole traffico di arrivi e

partenze di persone, sia donne

sia uomini, dalla vicina

Moldova. Non hanno bagagli e

si fermano o poche ore o al

massimo una notte. Dove

andranno? Il secondo giorno,

passato il mal di pancia, siamo

andati in visita del centro di

Bucarest. Bus e metro, a

differenza di Timisoara, erano tutti nuovi e puliti. Vecchiotte le stazioni della metropolitana. In tutta

Bucarest vi sono grande arterie a 4 corsie, traffico sempre sostenuto ma fluido.

A nord della città

due grandi parchi cittadini con

laghetti e spiagge libere a tutti. Una

curiosità: masse di fili elettrici

arrotolati e legati in cima ai pali,

impressionante. Da piazza Unirii e

costeggiando tutto il boulevard,

sempre Unirii, siamo arrivati al

Parlamentului. L'enorme grandioso

e imponente palazzo fatto costruire

da Ceaucescu. Non si può definirlo

bello, ma certamente grandioso.

Anche l'interno ripropone la stessa

grandiosità, nei corridoi, nelle scale,

nelle sale per convegni. La

destinazione definitiva dovrebbe

essere quella di raggruppare il parlamento il governo e la presidenza della Romania tutto sotto lo

stesso tetto. Dal balcone della facciata principale si ammira il lungo viale da noi percorso prima

sino a piazza Unirii. Al centro del viale decine di fontane che sgorgano acqua di colore sempre

diverso. Si afferma che per Ceaucescu fosse il personale "Champs Eliseé". Comunque un gran bel

colpo d'occhio. Oggi fa molto caldo, 39/40 gradi, e dopo aver visitato la Basilica Patriarcale siamo

andati, prima all'Arco di Trionfo (ricordo della vittoria nella prima guerra mondiale), poi al Museo

Satului (nella foto). Hanno qui rifatto le case tipiche della Romania raggruppate per regioni, tutte

addobbate con mobili letti attrezzi d'epoca. Tutto molto bello ordinato e soprattutto fresco. Ritorno

in campeggio per vedere gli arrivi e partenze dei moldovi.

04 - luglio 2007, mercoledì, 21 giorno

Km giornalieri 226, progressivi 3959 Nazione: Romania

Notte a Braila Dove: Campeggio Donaris *

L'obiettivo di oggi è l'avvicinamento al delta del Danubio. Dopo aver fatto la spese al Carrefour (a

proposito gli Ipermercati sono veramente grandi e forniti in stile occidentale) siamo finiti sulla

"cintura" di Bucarest. Un inferno, strada ad una corsia, passaggi a livello, traffico mostruoso. In due

ore fatto 15 chilometri…. Poi 200 chilometri tutti in pianura, caldo sempre sui 40 gradi, e arrivo a

Braila vicinissimo all'Ucraina. Il campeggio è veramente scarso ma tranquillissimo: cena e a letto.

05 - luglio 2007, giovedì, 22 giorno

Km giornalieri 143, progressivi 4102 Nazione: Romania

Notte a Murighiol Dove: Camper stop Escursioni Delta Danubio

Da Braila verso il delta prima grossa sorpresa. Pur riguardando la cartina non mi sono accorto che

per l'attraversamento del Danubio non vi erano ponti. Bensì un traghetto che, anche se da decenni

faceva il suo lavoro, non mi dava sufficiente tranquillità. In particolare erano le scarpate e i sentieri

di salita e discesa a impensierirmi, ma tant'è, siamo passati proprio mentre transitava una nave

turistica, la Mozart. Brutta giornata coperta e ventosa che non ha permesso belle fotografie. Tulcea

ci è apparsa in questa luce mentre cercavamo le escursioni sul delta senza trovare quello che

volevamo. Ripartiti ritroviamo i Biagini, i cagliaritani di Bucarest, che ci davano la giusta dritta.

Nel pomeriggio troviamo il posto camper che ci avevano indicato con escursione per il giorno dopo.

Siamo a Murighiol in un giardino 30 x 20, luce, servizi, docce. Con noi altri 4 ospiti in camere in

affitto. Serata cena a base di pesce, tutto ok. Appena arrivati uno stormo di pellicani ci ha salutato.

06 - luglio 2007, venerdì, 23 giorno

Km giornalieri 164, progressivi 4266 Nazione: Romania

Notte a Mamaia Dove: Campeggio Hanul Piratilor **

Sveglia alle 06.20, partenza dal "campeggio"

di Murighiol alle 07.00, dopo venti minuti

imbarco su una barca a motore con un ragazzo

alla guida. Ottaviano, il proprietario del posto

camper, con un'altra barca con due tedeschi

che, dopo, sarebbero andati e ritornati sino a

Sfantu Gheorghe (km 67 + 67). Escursione

molto molto bella navigando in uno dei tre

bracci del Danubio (nella foto), ma

soprattutto tra i canneti, gli stagni, le ninfee,

con acqua di pochi centimetri. Il primo

impatto con un piccolissimo martin pescatore

(speriamo nella foto) poi tantissimi altri

uccelli, ma soprattutto un folto gruppo di pellicani. Tante foto fatte in particolare proprio ai

pellicani. Abbiamo visto cigni e "brutti anatroccoli", rane a centinaia, serpenti e maiali. Tre ore

immersi nella natura. Vi è anche un centro turistico all'interno del delta che abbiamo notato di

sfuggita. Rientro al posto camper e partenza per il mare. Prima però sosta a Histria per vedere gli

scavi tutt'ora in corso della colonia greca e poi romana. Niente di non già visto ma è bene non

perdere le abitudini. Su di un palo della luce ci aspettava una famiglia di cicogne. Foto. Arrivati per

il fine settimana al mare presso il campeggio Pirati, molto grande e con parecchia gente. Servizi

appena sufficienti, buone le docce. C'è il ristorante ed il self service.

07 e 08 - luglio 2007, sabato e domenica, 24 e 25 giorno

Km giornalieri 000, progressivi 4266 Nazione: Romania

Notte a Mamaia Dove: Campeggio Hanul Piratilor **

Me l'avevano detto che la zona di Mamaia

(nella foto la spiaggia) è molto popolare. Molta

gente entra solo per andare al mare, i servizi

scoppiano; funzionano bene, ma con coda, le

docce. Noi abbiamo trovato un buon posto

all'ombra perciò nessun problema. Il mare

purtroppo è freddo e pieno di meduse che

devono essere innocue perché le prendono in

mano. Spiaggia letteralmente piena di

conchiglie rotte e spazzata dal vento. In

spiaggia vi è il bar ed il servizio sdraio poco

sfruttato. I clienti sono quasi tutti in tenda ed in

spiaggia sono senza ombrelloni, non solo per il vento. A mezzogiorno si svuota sino alle 17.00, tutti

impegnati al barbecue: carne pane e birra. Trippe maschili e femminili molto pronunciate. Le

ragazze con tanga ridottissimi; alla sera replica e si mangia sino a tardi. Noi con il self service:

brodo + polpette + ????? + birre grandi: 29 lei pari a 10 euro. Il giorno successivo abbiamo fatti i

signori con un comodo sdraio matrimoniale con due ombrelloni per 15 lei, 5 euro. Anche oggi però

parecchio vento.

09 - luglio 2007, lunedì, 26 giorno

Km giornalieri 250, progressivi 4516 Nazione: Romania - Bulgaria

Notte a Kamcja Dove: Campeggio Rai *

Con qualche giorno di anticipo lasciamo la Romania. Partenza dal campeggio popolare ove non

accettano la carta di credito (pagamento metà euro e metà lei). Dopo aver pagato l'ingresso (tre lei)

abbiamo attraversato Mamaia, poi in seguito Constanta e Mangalia. Questa era, a Mangalia, la parte

migliore del mare in Romania (anche ai tempi di Ceaucescu…) ma l'abbiamo saltata a vantaggio

del mare bulgaro. Problema ad un supermercato ove abbiamo dovuto lasciare gli acquisti in quanto

non funzionava la carta di credito e noi eravamo senza lei; successivamente al Penny Market tutto

ok. Passaggio di frontiera velocissimo, solo acquisto della vignetta e cambio di euro in leva. In

Bulgaria la scrittura è in cirillico con traslitterazione in lettere latine. Questo vale per le indicazioni

più importanti, ma non sempre, perciò mi sto facendo un corso accelerato di cirillesco. Molto

sfruttata la zona a nord di Varna con alberghi che impediscono di avvicinarsi al mare. Per entrare ad

Albena si pagano quattro leva. Siamo andati alla ricerca di un campeggio (anche con un taxi) tra

quelli in elenco ma non ne esistono più, al massimo solo casette e bungalow. Alle nove di sera,

stanchi di cercare, ci siamo fermati in uno di questi, il Rai. Posto tranquillo con negozietti che

vendevano un po' di tutto. Ci dovrebbe essere anche il mare.

10 - luglio 2007, martedì, 27 giorno

Km giornalieri 147, progressivi 4663 Nazione: Bulgaria

Notte a Sozopol Dove: Campeggio Kavatzite **

Ed il mare c'è. Una bellissima insenatura con sabbia finissima. Tutto l'ex campeggio di 180000 mq.

si è ridotto a 150/200 casette o bungalow. Ma il posto di mare è stupendo, speriamo lo rimettano in

sesto. Lasciamo questo posto verso Burgas e Sozopol dove sappiamo che vi sono buoni campeggi.

Un capitolo a parte i benzinai: in questa zona sono quasi sempre bellissime ragazze che ti fanno il

pieno e ti lavano i vetri del camper, proprio come da noi trent'anni fa. A Sozopol ci siamo fermati

al campeggio Kavatzite, una buona struttura di 75000 mq. tra campeggio e bungalow. Ma i servizi

sono decisamente scarsi e vecchi. Funzionavano bene solo le docce anche se senza tendina. Ottima

e ben tenuta la spiaggia di sabbia fine, mare come piace alla mamma: piatto. Spiaggia di dune lunga

almeno un chilometro. Domani e dopo andremo alla ricerca di altri particolari.

11 e 12 - luglio 2007, mercoledì e giovedì, 28 e 29 giorno

Km giornalieri 000, progressivi 4663 Nazione: Bulgaria

Notte a Sozopol Dove: Campeggio Kavatzite **

Due giorni al mare, finalmente un bel mare e una bella spiaggia. Tempo un po' ventoso. Mare con

belle onde che a me piacciono tanto. A fianco del campeggio sulle dune vi sono decine di roulotte,

alcune con verande altre senza. Hanno luce ma non i servizi. Non dovrebbero essere nomadi, ma

almeno nel periodo estivo sono stanziati qui. Nei pressi del camping vi sono piccoli negozi per la

spesa quotidiana, mentre il centro è a tre chilometri. Come già detto, a parte i servizi, tutto il resto è

buono e accogliente compreso un bar e un ristorante. Il prossimo mare sarà a fine viaggio in Grecia.

13 - luglio 2007, venerdì, 30 giorno

Km giornalieri 232, progressivi 4895 Nazione: Bulgaria

Notte a Sumen Dove: Piazzale Museo Storico

Via verso Burgas e Sumen; strada buona a parte

qualche tratto con buche perciò bisogna sempre stare

attenti. Fatto anche un lungo tratto in buona autostrada,

sicuramente migliore di quella romena. Quanta

campagna e quanti girasoli. Sia in Romania sia in

Bulgaria tutta la campagna è coltivata soprattutto a

grano, mais e, appunto, girasoli. A perdita d'occhio.

Appezzamenti lunghi anche diversi chilometri. Le visite

di oggi prevedevano: Burgas e Nesebar (saltate) e

Madara che invece abbiamo raggiunto nel primo

pomeriggio. Il trace (antico popolo slavo) Svestari (nella foto), ha stampato la sua a cavallo su una

montagna; probabilmente perché sapeva che saremmo venuti in tanti a vederlo. Vi sono anche

grotte e caverne, una di queste molto grande ove vi fanno anche dei concerti. Dopo Madara nella

vicina Sumen abbiamo dapprima fatto spesa e rifornimento, poi visitato il centro che, tanto per

cambiare, è privo di traffico con tanti negozi e soprattutto bar pieni di gente. Volevamo fare anche

noi un aperitivo, ma senza lettere in latino il nostro bulgaro… Imponente la prospiciente scalinata

monumentale dedicata ai fondatori dello stato. Dormito in un piazzale tranquillo vicino al centro.

14 - luglio 2007, sabato, 31 giorno

Km giornalieri 335, progressivi 5230 Nazione: Bulgaria

Notte a Veliko Tarnovo Dove: Giardini pubblici

Oggi giornata tutta storta: a Sumen visitata la moschea Tombul purtroppo piena di ponteggi in

quanto in restauro; saltata la tomba di Svestari (il trace di ieri) perché la mamma non stava bene; a

Ivanovo le tombe rupestri non ci hanno entusiasmato più di tanto; a Ruse abbiamo inutilmente

cercato il campeggio sul Danubio, era fuori città, solo che avevamo ormai deciso di continuare

verso Veliko Tarnovo. In questa città il campeggio l'abbiamo cercato per due ore prima di

arrenderci e pernottare nel parco cittadino, caldo, in leggera discesa ma fortunatamente tranquillo.

Da notare, e non è la prima volta in questo viaggio, che il campeggio era ben segnalato sugli elenchi

anche via internet, ma che non è stato possibile trovare, chi ti dava indicazioni sbagliate, chi ti

diceva che era chiuso, mah… Stasera pizza e birra.

15 - luglio 2007, domenica, 32 giorno

Km giornalieri 119, progressivi 5349 Nazione: Bulgaria

Notte a Kazanlak Dove: Campeggio Kransko Hanche ***

Oggi ci siamo ripagati della giornata ieri anche se resta il

rammarico di non averne sfruttato il pomeriggio, di ieri,

per vedere Veliko Tarnovo come merita. Questa mattina

abbiamo attraversato il centro sino al Carevec, la collina

degli Zar, che alla sera è tutta illuminata con lo

spettacolo di Suoni e Luci. Peccato sarebbe stato un bel

ricordo. Ci siamo accontentati di visitare la Chiesa dei

santi Pietro e Paolo. Era talmente presto che abbiamo

svegliato la guardiana. Molto belli gli affreschi. Siamo

poi andati a Gabrovo (nella foto) ove vi è il museo Etar

all'aperto, tipo Bucarest, però abitato da artigiani. Tante case d'epoca (1860-90) con attrezzi sempre

di quel periodo ma tutt'ora funzionanti: telai, spolette, torchi, oreficeria, lavatrice d'antan, ecc.

Tutto molto bello e apprezzato da noi e da moltissimi bulgari che approfittano della giornata festiva

per visitare il museo. Dopo si sale fino a 1306 msl del passo Sipka con il monumento-ossario ai

caduti della guerra vittoriosa contro i turchi del 1877. A fine discesa il grande tempio memoriale

della guerra di cui sopra chiamato Hram Pametnik costruito in stile russo e dedicato alla Natività di

Gesù. Anche qui molti turisti ad ammirare gli affreschi e la bella iconostasi. A Kazanlak troviamo il

campeggio segnalato dalla guida. Ottimo con servizi privati dati da un bungalow. Vi era anche una

coppia di inglesi in giro da sei mesi…. Fatto piccole riparazioni al camper.

16 - luglio 2007, lunedì, 33 giorno

Km giornalieri 173, progressivi 5522 Nazione: Bulgaria

Notte a Plovdiv Dove: Campeggio ???

Oggi giornata tranquilla, meno che per

trovare la giusta via in Plovdiv centro (nella

foto). I motivi sempre gli stessi: qualche

errore, il cirillico (in città vi è solo quello), le

indicazione non capite. Comunque siamo

finalmente arrivati al parcheggio vicino al

centro. Centro naturalmente pedonale. Questa

è la zona pedonale più bella vista sinora in

questo viaggio; grande, animato, con tanti

negozi bar ristoranti, ma soprattutto con tanto

verde. Sotto un'enorme pianta abbiamo

slurpato un grande e ottimo gelato alla Bella

Elena condito da un buon caffè. Giornata

molto calda ma ciò non ci ha impedito di salire sino al Teatro Romano. Molto grande ed era anche

in una posizione invidiabile, ma ora è racchiuso tra le case e con i rumori del traffico (siamo fuori

del centro pedonale e sotto ci passa un tunnel) perde tutto il suo fascino. Peccato. Il campeggio? ,

elettricità, doccia, verde e fresco, più che un campeggio è uno spazio tra l'hotel ed i bungalow,

"signorine" comprese.

17 - luglio 2007, martedì, 34 giorno

Km giornalieri 252, progressivi 5774 Nazione: Bulgaria

Notte a Sofia Dove: Campeggio Vranja *

Dopo il solito girovagare per uscire, o entrare,

dalle città per mancanza di cartelli siamo andati a

Karlovo che, con Kazanlak, è il capoluogo della

valle delle rose. Non siamo in stagione ma

pensavo di trovare prodotti, crema o olio di rose,

invece nulla. Koprivistica (nella foto una casa

museo) invece si è rivelata bella, silenziosa,

carina, con le sue case, i bar e i ristoranti. A

Koprivistica sono belle in particolare le case del

"Museo di case d'epoca" appartenute a

personaggi importanti. Alcune orientaleggianti in

quanto gran parte del mobilio è costituito da

divani, cuscini, tappeti. Il tutto completato dai dati dei suoi antichi proprietari: mercanti, poeti,

scrittori ed eroi. Originale fu dipingere l'esterno della casa con viste di Istanbul e Venezia. In una vi

è il monumento della madre che aspetta il ritorno del figlio morto in guerra nel 1916. Serata al

camping Vranja di Sofia (solita difficoltà per trovarlo causa mancanza di cartelli). Anche in questo

caso i servizi (scarsi) e le docce (sufficienti) sono forniti dai bungalow. Bisogna accontentarsi, il

posto è tranquillo e fresco ed in questi giorni fa molto caldo. Il bus per il centro è a 200 metri.

18 - luglio 2007, mercoledì, 35 giorno

Km giornalieri 000, progressivi 5774 Nazione: Bulgaria

Notte a Sofia Dove: Campeggio Vranja *

Sì il bus parte a 200 metri ma per andare a

prenderlo bisogna oltrepassare un fiume

su di un ponte crollato a metà. Il bus è

vecchiotto e messo un po' male. Sofia

(nelle foto la Cattedrale) è una città con

tanto traffico, grandi viali, senza isola

pedonale ma con tanto verde. La

cattedrale Aleksandar Nevski con le

grandi cupole dorate è veramente bella.

Anche l'interno è notevole, con dipinti su

tutte le pareti su fino alle cupole. La

Kripta è praticamente un Museo di Icone

tra le più belle della Bulgaria. Il soggetto

è ovviamente religioso e ripetitivo, ma

diverse di loro sono splendide. Sveta Sofia è una chiesa più piccola e meno appariscente, ma

ugualmente bella. Passeggiata in centro. Il centro città, o le strade che formano il centro, ha pochi

luoghi all'aperto nei quali sostare. Ovviamente ci si può riposare nei giardini che sono tanti. Il bus

passa vicino alla zona sportiva ove spiccava lo stadio Levski. Pomeriggio in campeggio, con tutti i

suoi difetti, ma fresco. Anche oggi siamo sui 40°.

19 - luglio 2007, giovedì, 36 giorno

Km giornalieri 479, progressivi 6253 Nazione: Bulgaria - Grecia

Notte a Possidi Dove: Campeggio Kalandra Possidi ***

Giornata iniziata male con quasi due

ore, per 25 chilometri, attorno a Sofia

per lavori in corso e traffico caotico.

Oggi ultimo giorno in Bulgaria con

visita al Monastero di Rila (nella

foto). Bellissimo. E' situato nel Parco

Nazionale di Rila ed è protetto

dall'Unesco. E' il monastero più bello

ed importante della Bulgaria. Lo

stesso cortile ove si trova la Chiesa, la

Torre, il Museo, è fantastico. Gli

affreschi esterni sono di una bellezza

incomparabile. Poi ci sono quelli

interni… Dopo questa scorpacciata

d'arte ce ne siamo fatti una di pesce,

trota con contorno e due grosse birre per 20 euro in due; posto turistico, non ci sembra caro. A

proposito, i turisti qui erano centinaia. Con questa visita è terminato "Il Viaggio Verso Il Mar Nero"

in quanto da adesso in avanti è solo ricerca di relax al mare in Grecia. Veramente volevano

pernottare ancora in Bulgaria a Kulata vicinissimo alla frontiera, ma, tanto per cambiare, nessun

cartello ci ha aiutati e di conseguenza siamo andati avanti. Da qui sino a Salonicco, poi a Possidi in

Calcidica. Ultimo piccolo problema: arrivati alle nove di sera e chiesto una piazzola, ci hanno

contestato di non sapere né il greco né l'inglese, fino a quando, dietro una mia sfuriata, hanno

compreso che volevamo solo una piazzola e un posto ove fermarci per qualche giorno. A proposito,

per entrare ci hanno detto che minimo era per due notti, mai successo in più di vent'anni di roulotte

e camper.

20 / 23 - luglio 2007, venerdì - lunedì, 37 / 40 giorno

Km giornalieri 000, progressivi 6253 Nazione: Grecia

Notte a Possidi Dove: Campeggio Kalandra Possidi ***

Come detto siamo in Calcidica, nella penisola di Cassandra. Il campeggio è buono, con servizi e

docce buoni, molto in ordine e pulito. E' un campeggio preferibilmente stanziale. Siamo l'unico

camper presente. Questo attenua, ma solo in parte, le richieste della sera precedente. Spiaggia e

mare ottimi. Abbiamo passato quattro giorni tra sole e mare, alla sera mangiando pesce e insalata

greca presi al ristorante.

24 / 27 - luglio 2007, martedì - venerdì, 41 / 44 giorno

Km giornalieri 170, progressivi 6423 Nazione: Grecia

Notte a Sarti Dove: Campeggio Armenistis ***

Gli ultimi 4 giorni di ferie le abbiamo

trascorse qui al campeggio Armenistis

a Sarti nella penisola di Sitonia (nella

foto l'insenatura del campeggio).

Bellissima insenatura tutta riservata al

campeggio, Davanti a noi l'altra

penisola del monte Athos. Buono il

campeggio: servizi docce sport bar

ristorante e zona verde, non manca

nulla; dopo 40 giorni ho ritrovato il

Corriere della Sera. Mare buono,

spiaggia un po' affollata. Qualche bella

foto. L'ultima sera al ristorante, solo

pesce, euro 47.00.

28 / 30 - luglio 2007, sabato - lunedì, 45 / 47 giorno

Km nei 3 giorni 1826, progressivi 8249 Nazione: Grecia - Macedonia - Serbia

Croazia - Slovenia - Italia

Notte a Cassano Magnago Dove: Casa

Viaggio di ritorno diviso in tre giorni, il primo sino a Smeredevo in Serbia dopo 669 chilometri con

autostrada in parte ancora in costruzione; il secondo sino a Kozina vicino al confine con Trieste

dopo 690 chilometri con una buona cena al ristorante in compagnia ormai di molti italiani; il terzo

sino a casa e i chilometri sono stati 467.

RIEPILOGO LUOGHI VISITATI

NAZIONE CITTA' LUOGHI / SITI

SLOVENIA CAPORETTO CENTRO - MUSEO GRANDE GUERRA

PASSO VRSIC

BLED LAGO - GARE DI CANOA

SKOFJA LOKA CENTRO - CAPPELLA DEL CASTELLO

ROGASKA SLATINA CENTRO

ROMANIA TIMISOARA CENTRO - PIAZZA UNIRII - PIAZZA VICTORIEI

SARMIZEGETUSA ROVINE ROMANE

DENSUS CHIESA - AFFRESCHI

HUNEDOARA CASTELUL CORBENESTILOR

ALBA IULIA CETATEA

VATRA DORNEI CENTRO

BUCOVINA MONASTERI DI VORONET - MOLDOVITASUCEVITA

- PATRAUTI - DRAGOMIRNA

IASI BISERICA TREI IERARCHI - PALAZZO DELLA

CULTURA

GOLE DI BICAZ GOLE - LAGO ROSU - PASSO BICAZ

SINAIA CASTELUL PELES

PREJMER FORTEZZA CONTADINA

BRASOV CENTRO - PIAZZA DEL CONSIGLIO

BRAN CASTELUL BRAN

SIGHISOARA CENTRO - CASA PRINCIPE VLAD - TORRE

DELL'OROLOGIO - CHIESA CON TAPPETI

COZIA MONASTERO

HOREZU MONASTERO

BUCAREST CENTRO - PALATUL PARLAMENTULUI -

PIAZZA E BOULEVARD UNIRII - BASILICA

PATRIARCALE - ARCO DI TRIONFO -

MUSEO SATULUI

BRAILA TRAGHETTO SUL DANUBIO

MURIGHIOL DELTA DEL DANUBIO

HISTRIA SCAVI GRECO ROMANI

MAMAIA MARE

BULGARIA SOZOPOL MARE

MADARA CAVALIERE TRACE SVESTARI

SUMEN CENTRO

IVANOVO CHIESE RUPESTRI

RUSE CENTRO

VELIKO TARNOVO CENTRO - CHIESA SANTI PIETRO E PAOLO

GABROVO MUSEO ETNOGRAFICO ALL'APERTO ETAR

SIPKA OSSARIO - CHIESA HRAM PAMETNIK

PLOVDIV CENTRO - TEATRO ROMANO

KARLOVO VALLE DELE ROSE

KOPRIVISTICA CENTRO - CASE MUSEO

SOFIA CENTRO - BASILICA ALEKSANDAR NEVSKI -

KRIPTA - CHIESA SVETA SOFIA

RILA MONASTERO

GRECIA KALKIDIKI MARE

RIEPILOGO COSTI

Giorni 47

RIEPILOGO COSTI

TOTALE

MEDIA GG.

Km percorsi 8249 176
Benzina costo 1279.34 27.22
Benzina litri 1129.41
Benzina Km/litro 7.30
Autostrada 152.92 3.25
Traghetti 6.42 0.14
Ristorante 156.96 3.34
Campeggi n° 18 gg. 36 662.27 14.10
Parcheggi 14.50 0.31
Entrate luoghi vari 111.02 2.36
Mangiare 397.60 8.46
Escursioni 80.00 1.70
Metro Bus 5.30 0.11
Varie 34.86 0.74

TOTALE EURO 2901.19 61.73

Costo medio litri benzina: € 1,132

Cambi: 1 €uro = Fiorini Ungheresi 243.77; Lei Romeni 3.10; Leva Bulgari 1.93

Novembre 2007

pino e liliana faggian

pinofaggian@alice.it


Camper e Giramondo Home Page