Camper e Giramondo Viaggi di gruppo in camper
per 5 continenti

www.camperisti.it - info@camperisti.it

Camper e Giramondo

camper gruppo
Viaggi Estivi:
Irlanda, Norvegia Baltico
Home
I nostri viaggi
Informazioni
Chi siamo
Viaggiatori

Viaggio a Praga

Pasqua 2002

27-3-02

Partiamo alle 15 da Roma ed arriviamo a Trento verso le 23 ,ci fermiamo a dormire nell'area di servizio appena passata la città.

28-3-02

Partiamo alle 8 del mattino e ci fermiamo varie volte per cercare di comprare ‘La vignette', cioè il bollino che serve per andare in autostrada in Austria, lo troviamo all'ultima area di servizio prima del confine, il costo è di € 7.50 per dieci giorni. Il passaggio per il Brennero,va comunque pagato a parte e viene a costare € 7.95. Passato il confine ci dirigiamo verso Innsbruk, Salisburgo e quindi Linz dove arriviamo intorno alle 13. Dopo una breve sosta ci dirigiamo verso il confine a Dolni Dvoriste, entriamo nella Repubblica Ceca senza particolari controlli.Anche in questo paese è necessario acquistare il relativo adesivo ,se si desidera usufruire delle autostrade , il costo è di 100 Kr per i soliti dieci giorni. Alle 15 partiamo verso Praga dove arriviamo alle 18.La strada statale che passa per Ceske Budejovice e poi Tabor,è in buone condizioni per gli ultimi chilometri prendiamo l'autostrada.Arrivando in città troviamo dei cartelli di divieto di sosta per i camper dalle 20 alle 6,decidiamo quindi che è più saggio andare in campeggio.La scelta cade sul Carvan Camping,

Cisarska Iouka 162 E-mail:campcsk@mbox.vol.cz situato su un'isoletta in bella posizione. Il campeggio è molto semplice ma ben collegato si spendono 210 Kc per il camper, 110 Kc per gli adulti e 50 Kc per i ragazzi.

29-3-02

La mattina verso le 9 partiamo per andare in città ,con una fermata di bus e poi la metro raggiungiamo in una ventina di minuti Piazza Venceslao.Nei sotterranei della metropolitana ci fermiamo per cambiare i soldi ad un piccoli cambio dove troneggia la scritta 0% che dovrebbe voler dire che non c'è commissione, in realtà ci sottraggono il 9,5% di fronte alla nostra immediata protesta l'impiegata alza la voce e si rifiuta categoricamente di annullare la transazione.Ci rivolgiamo ad un poliziotto di passaggio ma ci conferma che è tutto regolare da ora in poi staremo molto attenti ai cambi ,è bene farsi fare il conto esatto della valuta che riceveremo prima di prima di dare i propri soldi ed eventualmente dar vita ad una contrattazione che spesso dà buoni risultati.Dopo questa piccola disavventura ci dirigiamo verso ‘Staromestske Namesti' la piazza della Città Vecchia,sicuramente la piazza più bella di Praga.Ci appare molto diversa da come la ricordavamo ai tempi del regime,molto più viva anche se forse un po' troppo affollata.Nel periodo pasquale è piena di deliziose bancarelle in legno che vendono l'artigianato tipico del paese.uova dipinte a mano,merletti e i celeberrimi cristalli di Boemia.Passeggiamo ammirando i magnifici rinascimentali e barocchi con i loro colori pastello.Alle 11 andiamo davanti al Municipio per assistere allo spettacolo dell'orologio astronomiche ,che allo scoccare delle ore mostra i dodici apostoli che si affacciano da due finestrelle e i personaggi della facciata che si muovono.Pranziamo con un hot-dog comprato ad una delle tante bancarelle che li offrono ai turisti.Nel pomeriggio andiamo a fare una passeggiata a Mala Strana,e prima di imboccare il ponte di Carlo mi accorgo di essere stata borseggiata mentre camminavo in mezzo alla folla.Sapremo poi , parlando con gli altri campeggiatori, che il furto è uno ‘sport'molto praticato a Praga e che molti turisti sono stati alleggeriti di soldi e attrezzature fotografiche per la strada o in metropolitana. In serata andiamo a cena alla birreria U Bile kuzelky nei pressi del Ponte Carlo, spendiamo 210 Kc

Mangiando un piatto di carne accompagnato da una buona birra.

30-3-02

Mattinata dedicata al Castello di Praga. Facciamo oltre un'ora di fila per acquistare il biglietto costo 180 Kc che comprende la visita del castello,dei giardini,della cattedrale di S.Vito ed il vicolo d'oro.Si tratta di un complesso di grande interesse e bellezza da visitare sicuramente,non mancate di salire sulla Grande Torre da dove è possibile ammirare uno dei più bei panorami di Praga.Pranziamo in ristorante arredato in stile medievale in una traversa di via Nerudova spendendo 150 Kr per un piatto e una birra.Nel pomeriggio attraversiamo il ponte Manesuv per andare al quartiere ebraico,appena passato il fiume c'è un piccolo parcheggio dove sono posteggiati tre camper, parlando con i proprietari scopriamo che il parcheggio costa 750 Kc al giorno e vi si può pernottare senza problemi . Certo non è una soluzione economicissima , è più caro del nostro campeggio, però e centralissimo e può essere una buona scelta.

31-3-02

La mattina partiamo per andare a Konopiste a visitare il castello.risalente al 1300.Parcheggiamo in un bel piazzale dove un cartello sottolinea che è vietata la sosta notturna ai camper e con una passeggiata di mezzo chilometro arriviamo a destinazione.Il castello ha avuto come ultimo proprietario Francesco Ferdinando d'Este il cui assassinio provocò la prima guerra mondiale. Esternamente, non fa una bella impressione per via dei restauri effettuati che lo fanno sembrare una costruzione molto recente.Le visite sono tutte guidate ed è possibile prenotarle anche in italiano o in inglese tuttavia noi siamo costretti a farla in ceco per non dover aspettare parecchio tempo. L'interno del castello è abbastanza bello ,si visitano solo alcune sale arredate con mobili d'epoca e splendide stufe in ceramica dipinta.Ci colpisce la collezione di trofei di caccia anche se è abbastanza sinistra. Dopo la visita pranziamo nel parcheggio circondati dalle immancabili bancarelle che vendono cristalli e uova dipinte. Nel pomeriggio partiamo per andare a visitare Telc una graziosa cittadina fondata nel XIV secolo. Telc possiede un bel castello ma la cosa più interessante è certamente la straordinaria piazza centrale contornata da case rinascimentali del XVI secolo. In serata pernottiamo in un minuscolo campeggio ad distante un paio di chilometri .Non è facile trovare un posto pianeggiante ma il padrone è simpatico e paghiamo solo € 1,50 a persona e € 2 per il camper.

1-4-02

Decidiamo di tornare un po' indietro per andare a visitare Kutna Hora la cittadina che deve il suo antico splendore alle miniere d'argento scoperte nel XIII secolo.Nel 1308 Venceslao II chiamò una squadra di coniatori italiani e fondò qui la Zecca reale.Sorsero palazzi e splendide chiese ed in 150 anni la città divenne una delle città più ricche d'Europa .Oggi la città non ha più l'antico splendore ma merita comunque una sosta per visitare la sua bellissima cattedrale e le antiche miniere d'argento. A Seldec, un sobborgo di Kutna Hora, vale la pena di dare un'occhiata all'incredibile Ossario di Ognissanti,dove con le ossa di 40.000 persone ,che qui vollero essere seppellite ,sono stati fatti lampadari stemmi e decorazioni d'ogni sorta con marcato senso del macabro.Partiamo nel primo pomeriggio per andare a Tabor che raggiungiamo in serata.Facciamo un giro in centro,anche qui ci sono bellissime case in stile tardo gotico,rinascimentale e barocco.Cerchiamo un ristorante dove cenare ma è tutto chiuso così decidiamo di proseguire anche perché in città non ci sono buoni punti per la sosta ed il campeggio è chiuso in questo periodo.Ci fermiamo a dormire nella piazza principale del paesino di Planà lungo la strada che porta verso il confine.

2-4-02

Ultima tappa del nostro soggiorno nella repubblica Ceca è il delizioso paesino di Cesky Krumlov. Parcheggiamo nel parcheggio n°5 lungo il fiume,il luogo è veramente carino e decidiamo di fermarci anche la notte.La cittadina è una delle più belle del paese ,dichiarata patrimonio dell'Unesco ,di particolare interesse è il castello il più grande dopo quello di Praga .Le vie dell'abitato sono piene di scorci panoramici sul fiume e di graziosi negozietti che vendono cristalli.La sera ceniamo all'Hospoda Na louzi spendendo circa 150 Kr per un pasto buono ed abbondante.

3-4-02

Partiamo verso le 9 per tornare in Italia,passiamo senza particolari problemi la frontiera Ceca, mentre gli austriaci ci fanno perdere un po' di tempo per controllare minuziosamente il camper forse temendo che potessimo fare commercio di cristalli.Il tempo è bello ed il viaggio piacevole ,sostiamo per il pranzo nei pressi del lago situato tra Salisburgo e Rosenheim è anche possibile prendere il battello per andare a visitare un bel castello ma non abbiamo tempo e così proseguiamo.In serata sostiamo vicino Bologna.

4-4-02

Arrivo a Roma nella tarda mattinata con già in mente il prossimo viaggio.


Camper e Giramondo Home Page: www.camperisti.it