Camper e Giramondo Viaggi di gruppo in camper
per 5 continenti

www.camperisti.it - info@camperisti.it

Camper e Giramondo

camper gruppo
Viaggi Estivi:
Irlanda, Norvegia Baltico
Home
I nostri viaggi
Informazioni
Chi siamo
Viaggiatori

SIRIA e GIORDANIA



PARTECIPANTI: 2 adulti e 2 bambini (5 e 8 anni)
COSTO TOTALE: circa 6.000.000 per due mesi tutto compreso.
MEZZI DI TRASPORTO: camper
PERNOTTAMENTI: camper
BAMBINI: adatto
ITINERARIO: Italia-Grecia-Turchia- Adana-Aleppo-Sergiopoli- Palmira-Dair Az Zaur-Damasco-Gerasa-Aijlun-Petra-Aqaba-Wadi Rom-Mar Morto-Kerak- Mt. Nebo-Azrak-Gerasa-Damasco-Krak dei Cavalieri- Aleppo-Nemrut Dagi-Turchia-Grecia-Italia
PERIODO: luglio-agosto 1995 (40 gg. in Grecia (ma bastano 10 gg. per andata e ritorno) + 20 gg. per Siria e Giordania e Nemrut Dagi)
PRINCIPALI ATTRATTIVE: resti archeologici romani e nabatei - deserto - barriera corallina
DIFFICOLTA': di fatto nessuna: ci vuole un pò ad arrivare, ma poi in Siria ed in Giordania le strade sono ottime, le distanze brevi, le persone molto ospitali ma discrete (molto diverse da altri paesi arabi); il caldo è fastidioso solo ad Aqaba e nel Mar Morto.
COSTI:
Cambio: 1 Lira Siriana (SYL) = 40 lire italiane
1 Dinaro Giordano (JD) = 2.350 lire italiane
Nafta in Siria ed in Giordania al lt. circa 250 lit.
Ristorante in Siria e Giordania: un pasto completo circa 10.000 Lit. per persona
PREPARAZIONE:
Documenti: per Siria e Giordania occorre il passaporto valido con il visto turistico da richiedersi alle ambasciate di Roma (circa Lit. 20.000 ognuna); tenere presente che in Siria si passa due volte. Il passaporto non deve contenere visti di Israele, la Siria richiede inoltre il certificato di battesimo, procurarselo per tempo. Se avete dei figli non battezzati non importa, e dicono che non vi sono problemi neanche se non siete battezzati o siete ebrei (ma allora perchè il certificato di battesimo?)
Alle frontiere sia siriana che giordana occorre pagare in dollari per il veicolo (che deve essere intestato ad una persona presente) per l'assicurazione, il trittico (traduzione araba del libretto di circolazione) ed eventualmente la tassa diesel (in tutto circa 380.000 lit in Siria e 70.000 lit in Giordania). Vedi Diario di viaggio ai giorni 19/7 e 24/7
Portarsi dollari in contanti, soprattutto per la Siria dove le banche sono poche, ma anche nella Turchia orientale abbiamo trovato difficoltà in quanto in banca nessuno conosceva le lire italiane, nè si fidavano dei TC.
Nessun problema per l'acqua minerale.
Guide consigliate: oltre alle Lonley Planet, Daniela Castiglioni - Siria Giordania - Ed. SugarCo.
Altri siti
CTS - Centro Turistico Studentesco Informazioni utili sulla Giordania
CTS - Centro Turistico Studentesco Informazioni utili sulla Turchia

DIARIO DEL VIAGGIO


Km. percorsi da Roma 11.120 (tutto compreso in due mesi) di cui 3.800 tra Siria e Giordania.
In camper non vi sono problemi a trovare l'acqua, per dormire non esistono molte possibilità anche se il campeggio libero è sempre permesso (magari meglio vicino la polizia o un hotel); i distributori di benzina sono sufficienti ma a volte poco visibili (senza insegna, a volte dentro garage).
2/7/1995 - 18/7/1995 Roma -- Adana
Dopo aver raggiunto Atene traghettiamo per l'isola di Mitilini dove restiamo 11 giorni. Quindi altro traghetto per Ayvalik e siamo in Turchia dove rapidamente andiamo a sud-est fino ad Adana, dove fatichiamo a trovare il campeggio Mocamp.
Mer 19/7/95 Adana-Aleppo
Raggiungiamo il confine siriano dove impieghiamo circa 3 ore a passare, tutte impiegate al disbrigo delle pratiche burocratiche, nessuno guarda il camper. Occorre pagare in dollari: 1) assicurazione per 1 settimana per camper 60$, 2) carnet (trittico) 100$ - 3) tassa diesel (70$) per 1 settimana. Al ritorno dalla Giordania occorrerà rifare i documenti ma faccio finta di non sapere che la tassa diesel è scaduta, nessuno fa caso al mio motore e risparmio 70$.
Molte rovine romane lungo la strada, visitiamo S. Simeone. Ci dicono che è possibile fermarsi a dormire nel posteggio, ma proseguiamo per Aleppo, dove con qualche difficoltà (non vi sono cartelli, seguire la strada per Latakia) troviamo il campeggio. Ci fermiamo, ma è da sconsigliare: costa 20.000 lit., non ha recinzione, la corrente elettrica manca spesso, poca acqua, la notte fanno discoteca con musica a tutto volume. Molto meglio il posteggio custodito in centro, sotto la torre dell'orologio (4.000 Lit. al giorno, con bagni ed acqua).
Gio 20/7/95 Aleppo- Sergiopoli
Dopo aver visto il bazar, la moschea ed il museo di Aleppo, imbocchiamo la strada dell'Eufrate, e con una piccola deviazione andiamo a vedere la grande diga del lago Assad ed il vicino forte Qualat Jabar molto suggestivo al tramonto nella sua posizione divenuta un promontorio nel lago. E' possibile dormire nel parcheggio del bar ristorante.
Giungiamo a Sergiopoli a notte fonda, la guida parlava di parcheggio adatto ai camper, ma il paese è tutto buio e non c'è nulla; l'unica casa con una luce si rivela essere di un agricoltore che molto gentilmente ci ospita nella sua aia. In generale bisogna cercare un posto adatto alla notte prima che fa buio.
Ven 21/7/95 Sergiopoli-Palmira
Dopo aver visto le belle rovine di Sergiopoli, proseguiamo lungo l'Eufrate, vediamo il castello di Zenobia, poi pieghiamo verso Palmira. La temperatura è di 45 gradi ma è secco e tira molto vento.
A Palmira l'hotel Zenobia (in mezzo alle rovine) fa camping nel parcheggio con uso dei bagni e docce esterni, corrente elettrica (16.000 lit al giorno). Al tramonto escursione al castello arabo che domina le rovine.
Sab 22/7/95 Palmira
Visitiamo la città romana e la necropoli (per le tombe occorre un guardiano con le chiavi: chiedere al museo). Nel pomeriggio relax alle piscine termali dell'hotel nei pressi delle rovine (ingresso 200 SYL a persona). Cena al ristorante per 600 SYL.
Dom 23/7/95 Palmira-Damasco
Ci spostiamo a Damasco dove visitiamo il mercato (molto bello) e la moschea. Cena al ristorante Neptune nel quartiere europeo. Ci siamo sistemati in un campeggio: ve ne sono due affiancati, per raggiungerli venendo da nord seguire 'Damasco centro', dopo il bivio con il muro con il murales di Assad proseguire a destra (centro) e dopo poco sono sulla destra. Il primo è ben attrezzato, paghiamo 22.000 lit., nei pressi c'è anche una piscina.
Lun 24/7/95 Damasco - Gerasa
Dopo aver fatto una sosta a Bursa, passiamo in 2 ore il confine giordano sulla strada normale (l'autostrada si interrompe). Paghiamo 22,5 JD per l'assicurazione, 1 JD per tasse, 6,5 JD per il trittico (in tutto 70.000 lit.).
Ci fermiamo a Gerasa, dove tra le rovine si svolge un festival. Dormiamo nel posteggio delle rovine.
Mar 25/7/95 Gerasa-Petra
Dopo una deviazione di 25 Km. per vedere il forte di Aijlun, tra pinete, prendiamo l'autostrada ed andiamo direttamente a Petra. Qui c'è il parcheggio delle rovine che è usato dai turisti per campeggio; purtroppo i bagni vengono chiusi di notte e non è facile fare acqua. Cena buffet nella attigua Rest House: buona ed abbondante.
Mer 26/7/95 Petra
Entriamo alle 8.00 alla zona archeologica pagando lit. 50.000 per adulto e lit. 25.000 a bambino. Dopo molti chilometri nella gola o sotto il sole, e dopo aver visto rovine e paesaggi stupendi usciamo alle 16.00. Si può risparmiare un tratto a piedi (il più comodo) affittando i calessi, ma sono costosi e si sono divisi il percorso in due tratte separate. Consigliamo invece l'ascesa ai monti intorno alla valle (al Monastero o sopra il teatro); comunque un giorno non è sufficiente per tutto a meno che non siate camminatori ben allenati. Acqua minerale e da mangiare solo all'ingresso della gola ed al centro delle rovine.
Nei dintorni di Petra vi sono altri posti simili e meno turistici. Noi andiamo verso ovest per 8 Km. e giungiamo a Sir Baida con altre tombe in un paesaggio suggestivo (e nessun turista).
Gio 27/7/95 Petra-Aqaba
Andiamo ad Aqaba, dove ci sistemiamo nel grande camping Nazionale sul mare, con bagni docce, tettoie per ombra sulla spiaggia, ricca barriera corallina a pochi metri da riva (il tratto migliore della costa giordana). Il campeggio si trova a 13 Km. dalla città in direzione del confine con l'Arabia e costa lit. 5.000 al giorno. E' indicato un altro campeggio vicino ma non sul mare. La temperatura è di 47° di giorno, la sera 40°, all'alba 35°, con un forte vento secco dal deserto: la notte si dorme male. Facciamo il bagno con i bambini osservando le miriadi di pesci colorati, ma facendo molta attenzione ai coralli urticanti ed ai pesci e conchiglie dai veleni mortali.
Cena all'hotel Aqaba, buffet a 5 JD a testa.
Ven 28/7/95 Aqaba-Wadi Rum
Dopo la mattina di bagni, andiamo con una coppia di italiani a Wadi Rum, 50 Km. nell'interno, ed in 6 affittiamo una Toyota con autista per un giro di 3 ore per 28 JD. Il paesaggio che ospitò Lawrence d'Arabia è stupendo: montagne di roccia levigata dal vento, sabbia, dune, archi naturali. La sera ci sistemiamo nel parcheggio della Rest House (gratis) mentre i nostri amici mettono la tenda nell'attiguo campeggio (lit. 5.000)
Sab 29/7/95 Wadi Rum-Aqaba
Torniamo al campeggio di Aqaba, dove gonfiamo il gommone e ci fermiamo a fare il bagno in vari punti della costa, tra cui un relitto che si trova vicino all'estremo sud del campeggio, indicato da una boa rossa. Cena in città ad un ristorante di pesce a forma di nave, buono ed economico (12 JD in 4).
Dom 30/7/95 Aqaba-Kerak
Da Aqaba lungo il Wadi El Arab arriviamo fino al Mar Morto, fa molto caldo e vi sono continui posti di blocco che ci chiedono i documenti. Per dormire risaliamo dal livello -400 mt. a +1000 mt. del castello di Kerak, dove vi è una Rest House.
Lun 31/7/95 Kerak-Monte Nebo
Dopo la visita del castello, ritorniamo al Mar Morto (la strada dei Re è interrotta) e lo costeggiamo fino alla Rest House sulla riva nord, dove paghiamo l'ingresso e facciamo il tipico bagno. Quindi visita dei mosaici di Madaba (deludente) e deviazione con lunga e ripida discesa per Ma'ain, dove pagando 2JD di ingresso a persona + 2JD per il bagno, vi sono diverse piscine termali, con cascate sulfuree di acqua bollente. La sera raggiungiamo il monastero di Monte Nebo ormai chiuso: cena al vicino ristorante nel cui parcheggio restiamo per la notte.
Mar 1/8/95 Monte Nebo-Azrak
Visita alla chiesa, quindi ad Amman, dove vi sono molti negozi occidentali. Cambio due copertoni pagandoli meno della metà che in Italia (sono turchi) e me li montano per 4.700 lit.! Non troviamo un posto adatto a dormire, non troviamo neanche la Rest House, quindi ci spostiamo Azrak, nel deserto, dove visitiamo il forte e ci sistemiamo nel parcheggio della Rest House dove ceniamo.
Mer 2/8/95 Azrak-Deebeen
Approfittiamo della piscina della Rest House per fare un bagno, poi visitiamo i castelli della zona (Amra ed Harana). La sera a Gerasa facciamo acquisti essendo il posto con i prezzi migliori (la città è duty free). La notte non ci fanno sostare nel posteggio a causa del festival e ci spostiamo nelle pinete di Deebeen a 15 Km (dalle rovine verso Amman, poi a destra e subito a sinistra) dove c'è una Rest House.
Gio 3/8/95 Deebeen-Damasco.
Dopo 2 ore e mezzo di frontiera ritorniamo al camping di Damasco, dove incontriamo un Land Rover di Vercelli già visto a Palmira e ad Aqaba. Rifaremo il ritorno con loro fino in Grecia.
Ven 4/8/95 Damasco
Visita di Damasco, ed anche la moschea integralista scita di Zaira.
Sab 5(8/95 Damasco-Krak dei Cavalieri
Dopo una sosta a Maaloula giungiamo a visitare il grande castello di Krak. Cena e notte nel parcheggio dell'hotel subito dopo l'ingresso del castello.
Dom 6/8/95 Krak dei cavalieri- Aleppo
Sosta ad Hama per vedere le grandi norie idrauliche; è indicato un campeggio a 12 Km. in direzione di Homs. Poi ad Aleppo dove visitiamo la cittadella. Dormiamo nel parcheggio sotto la torre dell'orologio.
Lun 7/8/95 Aleppo-Kahta
Dopo essere tornati in Turchia proseguiamo verso nord fino a Kahta, base delle escursioni al Nemrut Dagi. Ci sistemiamo in un campeggio attiguo ad un hotel.
Mar 8/8/95 Kahta-Balaban
Lasciamo il camper ed andiamo con i fuori strada del nostro amico ed di un'altro italiano a vedere il Nemrut Dagi, suggestivo mausoleo a 2.200 mt. di altitudine. La strada è ripida ma abbastanza buona, probabilmente si può fare anche in camper, comunque vengono offerte a prezzi ragionevoli escursioni in fuoristrada.
Alle 16.00 siamo tornati e ci mettiamo in viaggio verso la Cappadocia. Ci fermiamo a dormire tra le montagne davanti ad una caserma dopo aver chiesto il permesso. Questa zona della Turchia è molto poco turistica.
9/8/95 - 3/9/95 Balaban-Italia
Al ritorno ci fermiamo in Cappadocia, e poi alle isole di Skiros e di Zante, prima di tornare in Italia.
(G.B. e S.G.)

Camper e Giramondo Home Page