Camper e Giramondo Viaggi di gruppo in camper
per 5 continenti

www.camperisti.it - info@camperisti.it

Camper e Giramondo

camper gruppo
Viaggi Estivi:
Irlanda, Norvegia Baltico
Home
I nostri viaggi
Informazioni
Chi siamo
Viaggiatori

SIRIA, GIORDANIA e ISRAELE



Altre informazioni su Siria e Giordania possono essere reperite nella pagina del nostro precedente viaggio del 1995. Questa pagina integra e corregge quel resoconto.
PARTECIPANTI: gruppo: 11 campers, 24 adulti e 12 ragazzi (tra 8 e 23 anni)
MEZZI DI TRASPORTO: camper
PERNOTTAMENTI: camper
BAMBINI: adatto per i più grandicelli
ITINERARIO: Brindisi - Igoumentisa - Istanbul - Cappadocia - Aleppo - Hama - Crack dei cavalieri - Palmira - Damasco - Bosra - Gerasa - Amman e castelli - Monte Nebo - Zerqa Ma'in - Kerak - Petra - Wadi Rum - Aqaba - Aqaba - Eilat - Maktesh Ramon - Ein Avdat - Masada - Mar Morto - Ein Gedi - Gerusalemme - Haifa - Atene - Patrasso - Brindisi
PERIODO: 1 agosto - 2 settembre 2000
PRINCIPALI ATTRATTIVE: resti archeologici romani e nabatei - deserto - barriera corallina - luoghi di culto
DIFFICOLTA': di fatto nessuna: ci vuole un pò ad arrivare, ma poi le strade sono ottime, le distanze brevi, le persone molto ospitali ma discrete (molto diverse da altri paesi arabi); il caldo è fastidioso solo ad Aqaba e nel Mar Morto. Qualche salita molto ripida consiglia di non sovraccaricare il mezzo.
COSTI:
Costo traghetti :
Traversata Haifa - Atene
£ 171.000 per persona ( posto ponte ) +£ 34.000 di tasse portuali
camper 5-7 metri £ 526.000 + £ 68.000 di tasse portuali
Traversata Brindisi Igoumenitsa
£ 70.000 per persona + £ 12.000 di tasse portuali
camper fino a 6 metri £ 190.00 + £ 12.000 di tasse portuali
camper fino a 7 metri £ 220.000 + £ 12.000 di tasse portuali
Traversata Patrasso Brindisi(su questa tratta c'è lo sconto come ritorno)
£ 40.000 per persona + 2.200 dracme (circa £ 12.000) di tasse portuali
camper fino a 6 metri £ 105.000 + 2.200 dracme di tasse portuali
camper fino a 7 metri £ 122.500 + 2.200 dracme di tasse portuali
Cambi: vedi note alle frontiere
PREPARAZIONE:
Documenti: I visti per la Siria e per la Giordania hanno un costo complessivo di £ 107.000 a passaporto (da pagare in Italia) mentre per la Turchia vanno pagati 5$ a persona alla frontiera . Sono necessarie 3 foto ed il passaporto valido per almeno 6 mesi al momento del rilascio del visto stesso e con almeno 7-8 pagine vuote. Non e' piu' richiesto il certificato di battesimo per ottenere il visto della Siria. Per Israele non occorre visto.
Prestare molta attenzione al fatto che la Siria non accetta turisti che abbiano visitato o visiteranno Israele. Si consiglia quindi di richiedere un visto per due ingressi (per simulare il ritorno dalla Giordania verso la Turchia), di avere un finto programma di viaggio con tale itinerario. Si consilgia anche di rifare il passaporto se esso contiene una minima traccia di un precedente viaggio in Israele quale: timbro numerico anonimo messo da Israele all'autista per l'importazione del mezzo (riconosciuto subito dai siriani), timbri di uscita dalla Giordania via terra (senza timbri di ingresso in Egitto), timbro di ingresso in Giordania senza timbro di uscita.
Il veicolo deve essere intestato ad una persona presente nel mezzo, altrimenti portarsi delle deleghe notarili apposite. Portarsi dollari in contanti, soprattutto per la Siria dove le banche sono poche, ma anche nella Turchia orientale abbiamo trovato difficoltà in quanto in banca nessuno conosceva le lire italiane, nè si fidavano dei Travel Cheques
Nessun problema per l'acqua minerale.

DIARIO DEL VIAGGIO



Questo diario integra quello del precedente viaggio in Siria e Giordania del 1995.

Chilometri percorsi da Brindisi a Brindisi poco meno di 6.000.

Frontiera Turca
Paghiamo 5$ a persona + 5$ per il camper + 5000 lire turche. Il cambio è 1000 lit = 300.000 lire turche Frontiera Siriana
Per uscire dalla Turchia un'ora senza pagare nulla. Alla frontiera siriana impieghiamo circa 3 ore e paghiamo 180$ a camper per un permesso di 7 giorni. Bisogna stare molto attenti perché a noi non hanno dato la ricevuta della tassa diesel e volevano farcela ripagare all'uscita. Controllare bene che i fogli siano 3: l'assicurazione, il trittico e la tassa diesel. Non sono assolutamente richiesti ne la patente internazionale ne il libretto internazionale. Cambio 1 Lira siriana = 45 Lit.
Pernottamenti e sosta in Siria
(tenere presente che come gruppo non avevamo problemi di essere troppo isolati)
Aleppo: il parcheggio in centro, vicino alla torre dell'orologio non esiste piu'. Nella zona sono in costrzione nuovi palazzi. Noi abbiamo dormito nello stesso isolato, ma vi era anche li' un cantiere e quindi ormai non vi sara' nessun posteggio. Chiuso per lavori anche un analogo posteggio situato di lato alla grande moschea. Da notizie avute sembra si possa dormire nei posteggi che sono intorno al museo archeologico. Dovrebbe sempre esistere il pessimo campeggio nella periferia ovest.
Ad Aleppo e' aumentato il traffico: abbastanza difficile muoversi in centro con il camper.
San Simeone: pernottamento nel posteggio delle rovine.
Hama: un bel posteggio, adatto anche per dormire, vicino alle 4 norie a monte; piccolo posteggio nei pressi del ponte poco distane dallr norie a valle.
Crak dei cavalieri: ammodernato il ristorante - campeggio posto subito dopo la scala di ingresso al castello. Ora ha bagni decenti con docce calde.
Damasco: Il campeggio di Damasco si trova lungo l'autostrada che proviene da Homs, è segnalato all'ultimo momento si chiama Kabun camping e si trova sulla destra venendo dall'autostrada, appena passato il Panorama Assad che è un muraglione gigante posto al centro di una rotatoria con l'immagine di Assad.
Frontiera Giordana
Per uscira dalla Siria paghiamo 5 SL a camper. Controllano che non sia scaduto il permesso di 7 giorni per la tassa diesel. Per l'ingresso in Giordania in tutto paghiamo 29 JD per l'assicurazione + 8JD di tasse. Cambio 1$ = 0.7JD (circa 1 JD = Lit 2.900).
Pernottamenti e sosta in Giordania
In Giordania di fatto non e' stato possibile pernottare liberamente perche' la polizia, ogni volta che ha visto il nostro gruppo, ci ha scortato o segnalato alla polizia della localita' di arrivo. Ci hanno quindi sempre indicato dove dormire, spesso mandando una pattuglia a controllare il nostro sonno. Sinceramente non ci sembra che vi siano pericoli da giustificare tali premure.
Gerasa: parcheggio con bagni sotto le rovine, vicino l'ente del turismo. Ingresso alle rovine 5 JD
Madaba - Monte Nebo: c'e' un bel posteggio sassoso subito sopra la chiesa di Monte Nebo, ma ci fanno spostare nel posteggio della polizia di Madaba, in centro a fianco alla chiesa di S. Giorgio (casotto e sbarra all'ingresso).
Cascate Ma'in: si paga per entrare nella zona ed e' molto caro: 7 JD a persona + 5 JD per il camper. Dato che i minori di 12 anni non pagano non possono fare la doccia.
Kerak: ci impediscono di fermarci negli spiazzi lungo la strada principale ai piedi della cita' e ci fanno parcheggiare in un vicolo cieco vicino al castello, veramente molto angusto, impieghiamo circa un'ora per sistemare tutto il gruppo.
Petra: parcheggio davanti alla rest house ed all'ingresso delle rovine, punto di ritrovo di camperisti e fuoristrada che vi dormono. Il biglietto di Petra costa 20 JD; i ragazzi fino a 15 anni non pagano ma non è stato chiarito perche' al visitor center ci sia scritto che fino a 12 anni si paga meta' biglietto. Qualcuno dei nostri che aveva pagato si fa ridare i soldi all'uscita (!).
Wadi Rum: meglio il posteggio davanti il campeggio che il campeggio dove ci si insabbia. Chiediamo ed otteniamo per 4 JD a camper l'uso dei servizi del campeggio. Per l'escursione della zona (intera giornata dalle 9.00 al tramonto nel deserto) affittiamo auto 4 WD scoperte a 6 posti + autista per 45 JD l'una.
Aqaba: il campeggio comunale non esiste piu': ora si paga un ingresso al mare (1 JD a persona) e nel suo interno vi sono un paio di campeggetti (2 JD a camper + 1 JD a persona). Preferiamo dormire vicino la spiaggia allineati lungo il muretto che hanno costruito per impedire l'accesso con i mezzi fino al mare (ed alle tettoie ripara sole). Alcuni vanno al campeggio a fare la doccia ed a prendere acqua per 2 JD.
Frontiera israeliana
Per uscire dalla Giordania ci chiedono 4 JD a persona inclusi bambini. In Israele molti moduli da riempire e molte domande. Timbrano un foglio invece del passaporto, ma agli autisti mettono un timbro con un numero sul passaporto. Cambio 1 NIS = 550 Lit.
Il gasolio e' abbastanza economico da 1.94 a 2.24nis, la benzina ha invece prezzi simili ai nostri . La vita i Israele è piuttosto cara, specialmente per quanto riguarda il bere. Nel sud una bottiglia di minerale fredda costa 7nis al supermercato, tuttavia è abbastanza facile trovare acqua anche fredda in parchi, musei, campeggi ecc. dove ci sono fontanelle-frigorifero. Le autostrade sono gratuite come anche in Siria ed in Giordania.
Eilat
Andiamo al campeggio della SPNI che si trova lungo il mare esattamente di fronte alla Coral Beach. Il campeggio non è molto grande e ci entriamo a malapena , la direzione è chiusa perché è sabato ma ci sono due ragazzi arabi che ci fanno sistemare .
La mattina ci alziamo presto per vedere le varie possibilità. Cerchiamo il delfinario , l'entrata costa 32 nis, fare il bagno con i delfini altri 202 nis e 197 nis per i ragazzi ,la durata è di 30 minuti.Per l'immersione con le bombole 243 nis e poco meno per i ragazzi e' possibile dagli 8 anni, dato pero' che e' tutto pieno dobbiamo rinunciare, sembra che sia possibile prenotare via internet o almeno il giorno prima. Ci rechiamo al Diving Acquasport che si trova proprio vicino alla coral beach, i ragazzi fanno l'immersione per principianti con un'istruttore a testa a 45$. E' possibile rimanere gratuitamente in spiaggia forse anche se non si fa l'immersione. Facciamo il bagno nuotando anche davanti alla coral ,i coralli sono abbastanza poveri ma ci sono più pesci che ad Aqaba , vediamo banchi di pappagallo e sergent fish ed anche due pesci scorpione. Alcuni dei nostri vanno all'osservatorio subacqueo. Verso le 18 andiamo in centro con i camper ma tutto si riduce a far la spesa perché la città non offre molto oltre hotel e shoppingcenter . Tornati in campeggio sorge una discussione con la direzione perché la sera prima non c'era nessuno e noi avevamo capito che si pagavano 20nis a persona mentre il prezzo vero era di 30nis ma poi riusciamo a pagarne 20.
Eilat - Revivim
La mattina partiamo per il Mathesh Ramon. Si passa attraverso il cratere e ci si ferma sulla cima al visitor center dove in realtà non c'è molto da vedere solo un film in inglese ed un po' di rocce in esposizione. Ci limitiamo ad ammirare il panorama che comunque non è niente di particolare e poi andiamo al bioparco ,dove c'e' un'esposizione di animali del deserto abbastanza ben fatta . Verso le 12 ripartiamo per Ein Avdat anche qui c'è da pagare 18 nis per entrare e non vale molto la pena anche perche' non si arriva piu' al laghetto freddo . Ripartiamo per Revivim dove visitiamo il kibbutz ma solo perché Susanna è amica dei fondatori. Joel ci narra la storia e ci spiega che tutto funziona come in una piccola comune dove si tengono i soldi tutti insieme e poi vengono distribuiti a seconda delle necessità . Alcune persone lavorano anche fuori ma i soldi devono comunque metterli in comune.
Revivim - Ein Gedi
La mattina facciamo colazione al kibbutz e poi visitiamo il museo che si trova presso il primo insediamento del kibbutz (13nis). Ci sono delle grotte sotterranee dove si nascondevano durante la guerra del '48. Partiamo per Masada, il bivio si prende dal Mar Morto qualche km. prima di En Gedi , arriviamo alle 15,30 , il sito chiude alle 17. La salita è veramente dura e così prendiamo la funivia andata e ritorno anche perché il tempo e' poco; il costo del biglietto 50nis con la sola salita, mentre la sola entrata 18nis. Il luogo è veramente bello soprattutto dal punto di vista paesaggistico e va assolutamente visitato. Andiamo al palazzo settentrionale abbarbicato sulla montagna ed a quello occidentale con bei mosaici . La visita compresa la funivia dovrebbe essere almeno di un paio d'ore . Proseguiamo per EN Gedi , arrivando di fianco alla pompa di benzina c'è un grande parcheggio sul mare dove si può pernottare e ci sono docce a 5nis , si può anche andare in spiaggia e fare la doccia gratis ma all'aperto.
Ein Gedi - Gerusalemme
Andiamo alla cascata ,l'entrata è poco dopo il parcheggio sulla sinistra andando verso Gerusalemme . Si sale in circa 20minuti è possibile fare il bagno e stare sotto la cascata .
Posti per pernottare a Gerusalemme: all'hotel Seven Archs sul monte degli ulivi , davanti c'è un parcheggio dove è possibile dormire ma l'hotel non offre supporti e si vuole fare la doccia bisogna prendere una stanza a 130$ al giorno. Il kibbutz Miztep Rachel che si trova nell'omonimo quartiere sulla strada vecchia per Betlemme. C'e' un autobus per la porta di Jaffa. Noi ci sistemiamo in un parcheggio di fronte alla porta di Damasco, in realtà i parcheggi sono due e noi ci sistemiamo in quello più esterno dove possiamo anche dormire pagando 20nis a camper, è anche possibile fare acqua . Entriamo nelle mura a fare una passeggiata e dopo cena andiamo al muro del pianto che di sera è molto bello e animato per avvicinarsi bisogna vestirsi adeguatamente .
Gerusalemme - Haifa
Ripartiamo per andare ad Haifa, raggiungiamo 3 equipaggi che erano andati sul mare al parcheggio di Bet Yannay ( o anche Ne'urim) . Ci sono le docce e si pagano 16nis al giorno e 25nis il sabato, è ubicato sul mare 10km. circa a nord di Netauya, il mare è solo uno spiaggione sbattuto dalle onde ma può essere un buon punto sosta prima di Haifa, se si arriva dopo le 18 non si paga niente.
Cesarea è a 2-3 km. più avanti. Arriviamo a Cesarea alle 10.30 dopo aver riparato una gomma che ci si era squarciata. Per entrare alle rovine si pagano 18nis, il luogo è suggestivo ma le rovine in se non valgono molto. A pranzo ci rechiamo a vedere gli acquedotti , anche qui c'è un parcheggio sul mare ma non è sicuro che sia aperto la sera perché c'è una sbarra e non sappiamo l'orario di apertura. Alle 16 siamo ad Haifa all'agenzia che si trova di fronte all'entrata ma è chiusa perché è sabato, dobbiamo aspettare un rappresentante al porto. Haifa - Atene
Arriviamo al Pireo alle 14 ma prima discendere dobbiamo pagare una tassa di 3500 dracme . Facciamo una fila abbastanza lunga per il controllo passaporti. (G.B. e S.G.)

Camper e Giramondo Home Page