Camper e Giramondo viaggi Viaggi in camper in gruppo
per 5 continenti

www.camperisti.it - info@camperisti.it

Camper e Giramondo

Metti un link a Camper e Giramondo

camper gruppo
Islanda, Norvegia,
Irlanda, Marocco Sud

Napoli e la costiera amalfitana

alla scoperta del bel paese

Le nostre proposte:
- Una settimana in gruppo di camper, durata 7 giorni.

Prossime partenze

 
24-30 ottobre 2020 
Per i prezzi richiedete l'invio immediato dell'informativa completa tramite il pulsante "Informazioni".

La destinazione:

Una serie di itinerari in camper, alcuni adatti anche alle escursioni in bici, alla scoperta di un'Italia non sempre conosciuta. Pensare al clima dolce, alla ricchezza artistica ed architettonica di Napoli e alla bellezza della costiera amalfitana accende immediatamente la voglia di salire in camper e partire. Un ricco programma che ci porterà a scoprire i tesori della terra campana : Napoli con il suo centro storico patrimonio Unesco, Pompei con le sue rovine di inestimabile bellezza,la costiera amalfitana con i suoi panorama senza eguali, Capri con i famosi faraglioni e la celebre Piazzetta. Questo nostro tour in camper sarà anche un’occasione per scoprire la cucina e la pasticceria campana, ricca di sapori e profumi intensi . Risalendo verso nord è possibile prolungare il tour verso la visita della scenografica Reggia di Caserta , del borgo medievale di Civita di Bagnoregio e di Orvieto.

Richiedi l'invio dell' informativa completa per sapere come iscriversi, cosa comprende questa quota e tutte le informazioni utili.


Napoli e la costiera amalfitana

Due persone in camper 1.280,00 euro

24-30 ottobre 2020

1° giorno

Pompei

Appuntamento dal pomeriggio al campeggio di Pompei. Pernottamento in campeggi

2° giorno

Il Vesusio e Pompei

Con mezzi pubblici raggiungiamo il cratere del Vesuvio dove, con una passeggiata di un’ora e mezza, adatta a tutti, raggiungiamo il cratere accompagnati da una guida alpina. Rientro in campeggio per il pranzo. Nel pomeriggio visita con audioguida di Pompei, nota in tutto il mondo per la tragedia che la colpì nel 79 d.C., quando la ricca città romana fu sepolta da ceneri e lapilli causati dall’eruzione del Vesuvio,. Una immane tragedia che, però, ci ha permesso di ritrovare intatta, dopo quasi duemila anni, una testimonianza storica straordinaria del più grande impero dell’antichità. Serata libera e pernottamento in campeggio.

3° giorno

La costiera amalfitana

Escursione nella costiera amalfitana con soste Sorrento, Positano e Amalfi. In treno raggiungiamo Sorrento per una breve passeggiata lungo le sue stradine inebriate dal profumo di limoni e arance dove è possibile acquistare il famoso limoncello. Con i mezzi pubblici raggiungiamo prima Positano per un giro tra i vicoletti stretti e scoscesi, ricchi di negozietti e bar e poi Amalfi, la più antica tra le quattro Repubbliche marinare e luogo simbolo dell'omonima costiera .Rientro al campeggio. Pernottamento in campeggi

4° giorno

Napoli

Si parte in circumvesuviana in direzione di Napoli, che sorge quasi al centro dell’omonimo golfo dominato dal massiccio vulcanico del Vesuvio. Napoli conobbe un lungo periodo di sviluppo socioeconomico, culminato in una serie di primati civili e tecnologici, tra cui la costruzione della prima ferrovia d’Italia. Visita guidata della città divenuta capitale del Regno delle due Sicilie sotto i Borboni. Si inizia dalla Cappella di Sansevero nella quale si trova il Cristo velato, una delle opere più affascinanti e misteriose che si possono vedere a Napoli. Si racconta che il velo di marmo sul corpo del Cristo, sia in realtà un velo in tessuto, trasformato in roccia grazie ad uno speciale liquido inventato dal sinistro Principe Raimondo di Sangro di Sansevero, illustre alchimista. Molti, invece, sostengono che il sorprendete effetto sia tutto frutto del talento di Giuseppe Sanmartino, lo scultore che realizzò il Cristo velato. Si prosegue la visita della città passando dal Monastero di Santa Chiara, dalla galleria Umberto e in piazza del Plebiscito luogo simbolo di Napoli. La piazza, nel corso dei secoli, si è trasformata da semplice largo di campagna a luogo di raccolta dei napoletani: qui si svolgevano i tornei medievali e le “cuccagne” dei Borbone per tenere buono il popolo. Palazzo Reale visto dal colonnato di piazza del Plebiscito oggi è il simbolo del nuovo “Rinascimento napoletano”, liberata dalle auto è luogo di passeggio dei napoletani e dei turisti venuti ad ammirare la sua grandezza. La passeggiata nel cuore della città prosegue con il Mastio Angioino, la famosa via Caracciolo e si conclude al castel dell’Ovo che sorge sull’imponente isolotto di tufo, Megaride. La storia del castello risale alla metà del VII secolo a.C e ,durante il periodo medievale, fu fortificato dagli stessi napoletani per far fronte alle invasioni barbariche. Pranzo libero. Rientro libero. Pernottamento in campeggio.

5° giorno

Capri

Partiamo in circumvesuviana per Sorrento dove ci si imbarca in battello per Capri. Capri ha visto nel tempo transitare intellettuali, artisti e scrittori rapiti dalla sua magica bellezza. Un mix di storia, natura, mondanità, cultura, che qui si incontrano tutti i giorni e che hanno dato vita al mito di Capri. La nostra visita inizia dalla mitica piazzetta, dove potremo gustare un buon caffè, probabilmente a fianco di qualche vip. A seguire la villa di Adriano, magari per gustare una fresca spremuta degli agrumi dell’isola e per terminare il belvedere dei famosi Faraglioni. Tempo libero per visite libere e facoltative ad Anacapri, Marina piccola, la grotta azzurra. Rientro libero a Pompei con possibilità di fermarsi a Sorrento per cenare in uno dei famosi ristorantini e degustare i famosi gnocchi alla sorrentina. Pernottamento in campeggio.

6° giorno

Napoli

Seconda giornata dedicata alla visita di Napoli. Si inizia dall’ottocentesca via Duomo dove compare maestosa la facciata del duomo di Napoli e alla Cappella del Tesoro di San Gennaro che custodisce le famose reliquie del sangue del santo . Si prosegue per le strette vie dei quartieri Spagnoli e si arriva in via San Gregorio Armeno, strada famosa in tutto il mondo per le sue statuine dei presepi. A mezzogiorno “Pizza”, quella vera, in uno dei caratteristici locali di via dei Tribunali. Nel pomeriggio si continua con la visita guidata all’affascinante Napoli sotterranea dove per secoli è stato ricavato il tufo per costruire la città di sopra. La città di sotto, quindi, nasconde un fitto intrigo di anfratti, grotte e cunicoli che raccontano una storia parallela alla vita della Napoli in superficie. La città sotterranea è stata usata dai napoletani in molti modi: da rifugio durante i bombardamenti a fonte di acqua, da discarica a luogo in cui si nascondevano i delinquenti. L’escursione comprende anche la visita guidata al vicino teatro romano di Nerone, a cui si accede da un’abitazione privata, spostando un letto sotto cui è nascosta una botola d’accesso al sito archeologico e al cimitero delle Fontanelle. Al termine tempo libero e rientro autonomo in campeggio

7° giorno

Ercolano

Riprendiamo la Circumvesuviana in direzione Ercolano scavi. Gli scavi dell’antica Ercolano non hanno riportato alla luce l’intera città perché sopra una parte di essa sorge la città nuova, mancano all’appello molti edifici pubblici, ma ciò che possiamo vedere é conservato ancor meglio della città di Pompei. Infatti la cittadina di Ercolano fu sepolta da una nube ardente, che i geologi chiamano nube piroclastica, la cui temperatura superava di molto i 100° e che trascinava frammenti di rocce vulcaniche e pomice ridotti a forma liquida. Raffreddandosi, queste polveri assunsero l’aspetto di una fanghiglia capace di insinuarsi e penetrare in ogni interstizio, impedendo la decomposizione di materiali come legno e stoffa che erano stati carbonizzati ma non distrutti dall’improvviso enorme calore. Gli oggetti di uso comune si sono così ottimamente conservati al punto di poter vedere una classica bottega di generi alimentari ancora corredata dei supporti in legno dove venivano allocate le anfore. Pranzo libero. Nel pomeriggio continuiamo la nostra visita con una emozionante esperienza nel MAV, il Museo Archeologico Virtuale, a pochi passi dall’uscita del sito di Ercolano. Il museo propone un percorso virtuale e interattivo che ricrea, attraverso un viaggio a ritroso nel tempo, l’antica Herculaneum fino a un attimo prima che l’eruzione del 79 d.C. distruggesse la città. Settanta installazioni multimediali tra ricostruzioni scenografiche, interfacce visuali e ologrammi ridanno vita alle principali aree archeologiche di Ercolano, Pompei, Stabia, Baia e Capri. Pernottamento in campeggio. ESTENSIONE FACOLTATIVA

1° giorno

Pompei-Reggia di Caserta

Trasferimento in camper all’area di sosta nei pressi del Palazzo reale di Caserta. Visita libera della reggia, dimora storica appartenuta alla casa reale dei Borbone di Napoli e patrimonio UNESCO. Situata nel comune di Caserta, è circondata da un vasto parco nel quale si individuano due settori: il giardino all’italiana, in cui sono presenti diverse fontane e la famosa grande cascata con il giardino all’inglese, caratterizzato da fitti boschi. Visita libera con possibilità di scoprire anche l’interno della reggia. Passeggiata serale facoltativa nella Caserta vecchia, con possibilità di cenare in uno dei tanti locali tipici. Pernottamento in area di sosta attrezza

2° giorno

Reggia di Caserta - Civita di Bagnoreggio

Trasferimento in camper al borgo di Civita di Bagnoregio, la “Città che muore”, così chiamata perchè lo sperone di tufo su cui è costruita si sta sgretolando, e la cittadina potrebbe scomparire per sempre. Grazie al recupero del suo centro storico e alla bellezza paesaggistica della grande vallata incisa dai “calanchi”, creste d’argilla dalla forma ondulata, la cittadina è stata inserita nel club dei borghi più belli d’Italia. Nel pomeriggio passeggiata libera tra i vicoli del borgo per gustare l’incanto di questo luogo fuori dal tempo dove si trovano cortili e piazzette, case medievali e rinascimentali e graziose botteghe artigiane in cui riscoprire antichi mestieri. Pernottamento in parcheggio

3° giorno

Civita di Bagnoreggio - Orvieto

Raggiungiamo la vicina Orvieto, una delle città più antiche d’Italia, le cui origini risalgono alla civiltà etrusca. Lasciati i camper in un parcheggio libero visitiamo in autonomia i principali monumenti della città tra cui il Duomo, il Pozzo di San Patrizio e Orvieto sotterranea. Il Duomo, una delle migliori realizzazioni artistiche del tardo Medioevo italiano, è un variopinto esempio di architettura romanico-gotica, ricchissimo di opere d’arte, che custodisce al suo interno il Sacro Corporale, un’ostia consacrata che, spezzata durante una messa da un prete boemo nel 1263, avrebbe sanguinato. Il Pozzo di San Patrizio, opera di sapiente ingegneria, profondo 54 metri e largo 13 . All'interno, una doppia rampa elicoidale, permetteva alle bestie da soma che trasportavano l’acqua di non incontrarsi mai in doppio senso di marcia, lungo i 248 gradini che portavano in superficie. “Orvieto Underground”,una città sotterranea fatta di innumerevoli cavità scavate nel corso di 2500 , costituisce un'altra interessante visita. Fine servizi e rientro libero



I presenti viaggi sono organizzati da Il Tropico del Camper s.r.l.


Camper e Giramondo Home Page